La guerra di Charlie Wilson

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

La guerra di Charlie Wilson

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Charlie Wilson's War
Paese Usa
Anno 2007
Genere drammatico
Regia Mike Nichols
Sceneggiatura Aaron Sorkin
Attori

La guerra di Charlie Wilson, film statunitense del 2007 di Mike Nichols con Tom Hanks e Julia Roberts.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Sono nella compagnia da 24 anni! Sono stato piazzato in Grecia per 15! Papandreou avrebbe vinto le elezioni se non avessi aiutato la giunta a farlo prigioniero! Ho consigliato e armato l'esercito ellenico! Ho neutralizzato campioni del comunismo! Ho passato gli ultimi 3 anni a imparare il finlandese!!! Che ti serve a tanto qui in Virginia! (Gust Avrakotos)
  • La mia lealtà? Sono 24 anni che la gente cerca dio uccidermi. Gente che sa come fare. Ora, pensi che sia perché mio padre era un greco che faceva bevande gassate o perché sono una spia americana?! Va a farti fottere, moccioso del cazzo! (Gust Avrakotos)
  • [Riferendosi a Muhammad Zia-ul-Haq che aveva deposto il Primo Ministro Zulfikar Ali Bhutto.] Sei arrivato al capolinea quando chi ti dice che hai difetti caratteriali ha impiccato il suo predecessore in un golpe militare. (Charlie Wilson)
  • Harold Holt è un gran cazzone, deputato, ha la puzza al naso, è un pagliaccio, è un pessimo capo base. Non voglio parlare male di lui.. ma ci farà ammazzare tutti quanti! (Gust Avrakotos)
  • Finché la stampa vede sesso e droga dietro la mano sinistra puoi piazzare sei portaerei dietro la destra e nessuno nota un cazzo. (Gust Avrakotos)
  • Ti voglio bene Charlie, ma tu sei un uomo fatto che non ha ancora imparato a guardare da entrambi i lati quando attraversa la strada! (Zvi)
  • Queste cose sono accadute. Sono state gloriose e hanno cambiato il mondo... e poi abbiamo scazzato il finale. (Charlie Wilson)

Dialoghi[modifica]

  • Joanne Herring: Si può sapere perché il Congresso dice una cosa e poi non fa niente?
    Charlie Wilson: Per tradizione per lo più...
  • Charlie Wilson: Come sarebbe "lui [Harold Holt] non cerca di sconfiggere i sovietici"?
    Gust Avrakotos: Be', vuole dissanguarli. Ripagarli per il Vietnam, continuare a fargli inviare truppe e denaro, truppe e denaro finché non gli si fotte il cervello come è stato per noi.
    Charlie Wilson: Vuole dirmi che la strategia degli U.S.A. in Afghanistan è che gli afghani affrontino le mitragliatrici finché i russi non finiscono i proiettili?!
    Gust Avrakotos: È la strategia di Harold Holt, non quella degli U.S.A.
    Charlie Wilson: Qual è la strategia degli U.S.A. in Afghanistan?
    Gust Avrakotos: In senso stretto non l'abbiamo, ma noi ci stiamo lavorando.
    Charlie Wilson: Noi chi?
    Gust Avrakotos: Io e altri tre tizi.
  • Zvi: Arriviamo al nocciolo della questione: tu vuoi che io spinga Israele verso un sodalizio con l'Egitto, il Pakistan e l'Afghanistan...
    Charlie Wilson: E l'Arabia Saudita.
    Zvi: .... Be', giusto un paio di problemini intravedo di primo impatto!
  • Joanne Herring: Che problema ha con me, lei?
    Gust Avrakotos: Sa, ho trovato che nel mio campo quando la gente che si gira i pollici si dà alla politica comincio a dimenticarmi a chi dovrei sparare.
  • Gust Avrakotos: Tu la conosci la storia del maestro zen e del bambino? C'è un bambino che per il suo quattordicesimo compleanno riceve un cavallo, e tutti nel villaggio dicono: "Che meraviglia, ha ricevuto un cavallo!", e il maestro zen dice: "Vedremo". Due anni dopo cade da cavallo e si rompe una gamba, e al villaggio dicono: "È terribile" e il maestro zen dice: "Vedremo". Poi scoppia la guerra e tutti i giovani devono andare a combattere tranne il ragazzo che ha la gamba ridotta male e tutti al villaggio dicono: "Che meraviglia"... E il maestro zen dice...
    Charlie Wilson: "Vedremo".
    Gust Avrakotos: Allora l'hai capita.
    Charlie Wilson: No, Gus, no perché sono stupido.
    Gust Avrakotos: Non sei stupido, sei solo al congresso.

Altri progetti[modifica]