La storia fantastica

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

La storia fantastica

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

The Princess Bride

Paese Stati Uniti d'America
Anno 1987
Genere fantastico, commedia, avventura, romantico
Regia Rob Reiner
Soggetto William Goldman (romanzo)
Sceneggiatura William Goldman
Produttore Andrew Scheinman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Note

La storia fantastica, film statunitense del 1987 con Cary Elwes e Robin Wright Penn, regia di Rob Reiner.

Frasi[modifica]

  • "Bottondoro era cresciuta in una fattoria nel paese di Florin. I suoi passatempi preferiti erano cavalcare e tormentare un giovane garzone della fattoria. Il suo nome era Westley, ma lei non lo chiamava mai così." Non ti sembra bellissimo come inizia? (Il nonno)
  • Ai tuoi ordini. (Westley a Bottondoro)
  • Quel giorno si accorse con stupore che tutte le volte che lui le diceva "ai tuoi ordini", in realtà voleva dirle "ti amo". (Il nonno)
  • Cos'è? Una storia di baci? (Jimmy)
  • "Bottondoro si sentiva triste e vuota. Nonostante Humperdinck avesse il diritto di sceglierla come sua sposa, lei non lo amava". (Il nonno)
  • Lo affronterò con la sinistra. E solo asì hai un pò de sodisfasione. Se uso la mano derecia lo finisco subito. (Iñigo Montoya, riferito a Westley)
  • Hola. Mi nombre es Iñigo Montoya. Tu hai ucciso mi padre preparate a morir. (Iñigo Montoya)
  • Me duele matarte. (Iñigo Montoya a Westley)
  • Me duele morir. (Westley a Iñigo)
  • Il modo mio non è molto sportivo. (Fezzik)
  • Non è colpa mia se sono più grosso e più forte. Io neanche mi alleno! (Fezzik)
  • Tra noi non ci sarà nessun accordo, sei tu che la stai uccidendo. (Vizzini)
  • Inconcepibile! (Vizzini)
  • Io lo so chi siete, la vostra crudeltà vi smaschera. Siete il pirata Roberts, ammettetelo! (Bottondoro)

Dialoghi[modifica]

  • Vizzini: Una parola, milady. Noi siamo poveri artisti di circo smarriti. C'è un villaggio da queste partì?
    Bottondoro: Non c'è niente da queste parti, per molte miglia.
    Vizzini: E allora nessuno sentirà le tue grida...
  • Iñigo Montoya: Quel Vizzini, dice così para burla.
    Fezzik: Burla, burla... Vuol far il gran capo e urla.
    Iñigo Montoya: Ha la voce che sembra un... cannone.
    Fezzik: Forse perché è un pochino... cafone!
    Iñigo Montoya: Hai un grande talento para la rima.
    Fezzik: Sì, ora più... di prima!
  • Vizzini: Basta con le rime ho detto!
    Fezzik: Mi pento e mi batto il petto.
  • Iñigo Montoya: Giuro su l'alma di mi padre Domingo Montoya che arriverai chi in sima vivo.
    Westley: Gettami la corda.
  • Iñigo Montoya: Perdonami curiosità, porò non èl por sia caso che te capita di avere sei dita ala mano derecia?
    Westley: Le cominci sempre così le conversazioni?
  • Iñigo Montoya: Chie eres tu?
    Westley: Uno che non conta molto.
    Iñigo Montoya: Io devo saperlo.
    Westley: Temo che non ti accontenterò.
    Iñigo Montoya: Mmm... esta bien!
  • Vizzini: Io non posso competere con la tua forza e tu non puoi competere con la mia intelligenza.
    Westley: Perché, ne hai così tanta?

Altri progetti[modifica]