LeBron James

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
LeBron James nel 2010

LeBron Raymone James (1984 – vivente), cestista statunitense.

Citazioni di LeBron James[modifica]

  • [Su Kevin Durant] È davvero bravo, giovane, sa fare tutto. Un giorno toccherà a lui tirare il movimento.[1]
  • Ho molto da imparare e tanti anni davanti a me per farmi un nome e per vincere un titolo. Non devo aver fretta. Sento che attorno a me si è creata molta attenzione, mi piace, mi stimola, quando faccio un bel numero e la gente si esalta è bello. Ma so bene che senza i compagni, il coach e l'organizzazione non sarei nessuno. Devo mantenermi coi piedi a terra. Trarre vantaggio dal fatto che ogni sera affronto i migliori al mondo, rubare qualcosa a ciascuno di loro. Giocare a basket mi fa sentire bene, non credo che mi monterò la testa.[2]
  • Non avverto alcuna pressione esterna, basta quella che mi metto addosso io. Ed è tanta.[1]
  • Ogni volta che devo gestire una sconfitta, per me si tratta di un fallimento molto personale.[3]
  • Per quanto ha fatto per il nostro sport, penso che Jordan meriti un riconoscimento. Se non ci fosse stato lui, non ci saremmo neppure noi.[4]
  • Quest'estate mi sono rinchiuso in palestra. La sconfitta contro Dallas in finale mi ha dato grandissima motivazione, non che ne avessi bisogno. È stata una lezione di umiltà e mi ha fatto venire ancora più appetito. Il risultato mi sembra già confortante.[1]
  • [Riferito ai media] Voi avete la tendenza a valutare la prestazione di un giocatore per ciò che produce negli ultimi spiccioli di una gara e vi dimenticate del resto.[1]
'Da un'intervista allAssociated Press; citato in LeBron punta al massimo: "Sarò il migliore di sempre", Gazzetta.it, 27 ottobre 2012.
  • Voglio essere il migliore di tutti i tempi. Punto e basta.
  • Dopo la vittoria dell'anello il tuo obiettivo è cambiato?»] Onestamente, non più di tanto. Non ho avuto molto tempo per pensare abbastanza a cosa è successo. E comunque, ci sarà ancora qualcuno che dirà: non riuscirà a vincere il secondo anello. Non vincerà più nulla.
  • La miglior cosa dell'anno scorso è che siamo riusciti a scalare la montagna e a superarla. Adesso so cosa devo fare per scalarla di nuovo.
  • Il mio obiettivo non cambierà mai. Che vinca o meno, io mi sono sempre prefissato questo traguardo sin dal 2005, forse. E adesso che ho vinto un anello, il mio obiettivo con cambia.
Da un'intervista per la Espn; citato in Massimo Lopes Pegna, Nba, LeBron James: "Jordan non aveva mai paura, io temo il fallimento", Gazzetta.it, 15 ottobre 2013
  • Senza MJ non ci sarebbe LeBron James. Mi ha dato speranza, mi ha ispirato da ragazzino. Ancora oggi guardo i suoi video, ne ho visti un paio pure quest'estate. Cerco sempre d'imparare qualcosa.
  • Ho sempre ammirato Allen Iverson. Il mio gioco non ha niente a che vedere con il suo, ma non puoi mettere in dubbio la sua tenacia e la classe per uno che non arrivava al metro e ottanta e pesava meno di settanta chili. Ha dato sempre tutto. Ecco ho cercato copiarlo nella sua incredibile capacità di lottare sul campo.
  • Perché MJ non era perfetto, sbagliava qualche partita, perdeva palloni, ma non aveva mai timore di sbagliare. E questo è il motivo a cui deve il suo successo: MJ non ha mai avuto paura.
  • È l'ostacolo più grosso che devo ancora superare: temo il fallimento. Voglio vincere con tutte le mie forze e a volte questo mi fa entrare il timore di non riuscirci

Citazioni su LeBron James[modifica]

  • Anche stasera, guardandolo giocare, mi sono reso conto di quanto James ami il basket. È uno studente del gioco, è unico nel suo genere. Sono felice che abbia preso la decisione di trasferirsi a Miami, dove ci sono molti giocatori di qualità e un elevato livello di talento intorno a lui. LeBron è sereno ed è un giocatore dal grandissimo talento. (Mike Krzyzewski)
  • Conosce bene questo sport e sa cosa deve fare per essere un campione. È uno dei giocatori più motivati che abbia mai visto; anche se, ovviamente, ogni tanto ha bisogno anche di stimoli esterni. Per la nostra franchigia è davvero una gioia poter avere l'opportunità di lavorare con lui. (Erik Spoelstra)
LeBron James con la maglia dei Cavaliers
  • [Riferito alla scelta di LeBron di andare agli Heat] Io non lo avrei mai fatto. Non avrei mai chiamato Larry Bird e Magic Johnson per proporgli di giocare nella stessa squadra. Capisco che i tempi sono forse cambiati, non è necessariamente una cosa negativa, ma, onestamente, se fossi stato in lui avrei cercato di battere Wade e Bosh invece di giocarci assieme. (Michael Jordan)
  • LeBron ha un gran talento in campo e, probabilmente, è il miglior giocatore dell'Nba. Ma non penso che la gente conosca la sua personalità. È davvero un bravo ragazzo, vuole bene ai compagni di squadra, molto generoso, porta sempre dei regali nello spogliatoio. E poi è davvero divertente, ma quando entra in campo pensa soltanto a giocare. (Rashard Lewis)
  • LeBron non si ferma mai. Dopo aver vinto il titolo è andato subito ai Giochi Olimpici, per poi tornare pensando a prepararsi per la prossima stagione. Sarebbe facile per lui trovarsi una scusa e prendersi un giorno di riposo dagli allenamenti. Ma lui non è fatto così, preferisce lavorare senza sosta. È motivato e ce la mette tutta giorno dopo giorno. (Udonis Haslem)
  • [Nel luglio 2012] Lui è un fenomeno però per molti anni non ha vinto nulla di importante, anche se è andato spesso vicino alla vittoria. Posso dire di essere in una situazione simile. (Andy Murray)
  • Ma la personalità di James è cresciuta e si è imposta, penso, dalla sfida per il bronzo vinta con gli argentini. Quel giorno giocò playmaker: da lì è partito il processo che ha fatto emergere la sua leadership potenziale e lo ha reso un giocatore migliore. Sono orgoglioso di lui e affascinato dal punto al quale è arrivato. (Mike Krzyzewski)

Dwyane Wade[modifica]

  • [Dopo la vittoria del primo titolo] È riuscito a togliersi questo peso dalle spalle e adesso penserà solo a giocare a basket. Credo che vedremo un LeBron James migliore di come l'abbiamo visto finora. E questo perché dovrà solo pensare a giocare a basket, non dovrà preoccuparsi di ciò che non è riuscito a fare. Ci sarà sempre qualche traguardo che non riuscirà a raggiungere, ma almeno si è tolto il peso più grande dalle spalle.
  • Penso che si stia godendo questi momenti, ha raggiunto tutti questi traguardi senza neanche pensarci, sta stabilendo nuovi record ed entrando nella storia. Tutto questo senza pensarci più di tanto, ma facendolo e basta. È arrivato a un punto, dove sono stato anch'io in passato, dove tutto sembra facile. Ha una marcia in più rispetto a tutti gli altri.
  • Sono uno dei più grandi fan di LeBron. Non potrei essere un suo compagno di squadra se non mi piacesse il suo modo di giocare. Sono uno dei suoi primi supporter e uno dei suoi migliori amici. È bello vederlo avere successo, specialmente sapendo ciò che ha dovuto affrontare. Ma adesso si è lasciato tutto alle spalle e penserà solo ad andare avanti.

Note[modifica]

  1. a b c d Citato in Massimo Lopes Pegna, LeBron numero uno «Il k.o. con Dallas mi ha dato umiltà e più fame di vittorie», Gazzetta dello Sport, 25 febbraio 2012.
  2. Citato in Riccardo Romani, Kobe e LeBron, faccia a faccia tra presente e futuro dei Lakers, Corriere della Sera, 16 febbraio 2004.
  3. Citato in Riccardo Romani, LeBron James, da predestinato a ospite d'onore nel club dei perdenti, Corriere della Sera, 14 giugno 2011.
  4. Citato in LeBron cambia numero per onorare Jordan, Gazzetta dello Sport, 14 novembre 2009.

Altri progetti[modifica]