Louis van Gaal

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Louis van Gaal

Aloysius Paulus Maria "Louis" van Gaal (1951 – vivente), calciatore e allenatore di calcio olandese.

Citazioni di Louis van Gaal[modifica]

  • [Alla domanda "Qual'è il ricordo più bello come allenatore?"] Il primo titolo nazionale vinto con l'Ajax nel 1994. Mia moglie era morta quell'anno. Lei morì a gennaio e noi vincemmo il campionato a maggio. È stato un periodo molto emozionante. (dall'intervista a Van Gaal: My football philosophy, fifa.com, 7 gennaio 2008)
  • Capello? Lo stimo molto, sia sul piano professionale sia su quello umano. È per questo che un mese fa l'ho invitato a L'Aja a tenere una conferenza sugli allenatori olandesi. Io e Fabio abbiamo idee molto simili su lavorare con i giocatori e come trattarli. (da Corriere della sera, 24 maggio 1995)
  • [Sulla Juventus della seconda metà degli anni 1990] Nella mia carriera non ho mai trovato un avversario così superiore a noi. Non ho mai visto una squadra così forte. (citato in La legge della Juve è uguale per tutti, corriere.it, 10 aprile 1997)
  • [Riferendosi a José Mourinho] Era molto modesto allora.[1] Era bello guardare i suoi miglioramenti, vedere quello per cui è diventato un personaggio. Sapevo che mi voleva aiutare perché era molto appassionato. Ho notato subito che l'avevo portato avanti. Penso di averlo educato un po'. Potevo vedere immediatamente che aveva le conoscenze del gioco. [...] Lui allena per vincere. Io alleno per giocare un bel calcio e per vincere. La mia strada è più difficile.
He was very modest back then. It was nice watching his development, to see that he has become such a personality. I knew he would help me because he was so passionate. He quickly noticed that I brought him forward. I think I educated him a little. I could immediately see he had an understanding of the game. [..] He trains to win. I train to play beautiful football and win. My way is more difficult".[fonte 1]

Citazioni su Louis van Gaal[modifica]

  • È una persona fantastica, con me è stato molto onesto, abbiamo avuto un rapporto di tre anni di lavoro e io posso parlarne solo bene. I rapporti oggi? Lui ha la sua vita, io la mia, ogni tanto ci scambiamo qualche sms o una telefonata. Io lavoravo con lui dal '97 al 2000, ma non posso dire di conoscere il suo modo di allenare ora. Da allora lui ha fatto una lunga strada e oggi sarà un allenatore diverso. Mi conosce solo come assistente, non come allenatore e anch'io da allora ho fatto una strada lunghissima e le persone cambiano. È uno che lavora tanto e anche i suoi collaboratori lavorano tanto. (José Mourinho)
  • Van Gaal è una persona molto sicura e quando ero giovane, è stato molto importante. Mi ha dato la fiducia per allenare la squadra dalla panchina. Nelle amichevoli, nelle partite di Copa Cataluña, mi ha dato la responsabilità di essere l'allenatore. Mi diceva: 'Vado in tribuna, fai le sostituzioni alla squadra', quindi è stato molto importante nella mia crescita. (José Mourinho)

Note[modifica]

  1. Riferendosi al periodo in cui Mourinho era suo assistente al Barcellona.

Fonti[modifica]

  1. Citato in The master and his apprentice, uefa.com, 17 maggio 2010.

Altri progetti[modifica]