Luca Cordero di Montezemolo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Luca Cordero di Montezemolo

Luca Cordero di Montezemolo (1947 − vivente), dirigente d'azienda italiano.

  • I miracoli? Quando ci si riesce, di solito se ne fa solo uno. [Ricordando la clamorosa vittoria all'ultima gara di Kimi Räikkönen dell'anno prima in contrapposizione alla beffa di Felipe Massa dell'anno successivo][1]
  • La Ferrari è cresciuta grazie al genio e alla caparbietà di un imprenditore. Poi, da sola, non ce la faceva a crescere, perché la seconda fase, quella della crescita e del consolidamento, è diversa da quella della creazione di azienda. È un po' quello che succede nel Nord Est. Crescere è soprattutto una questione di mentalità e di organizzazione. (dal Quotidiano nazionale, 18 luglio 2003, p. 26)
  • C'è qualcuno [Flavio Briatore] che quando parla della Ferrari, e lo fa troppo spesso, perde una buona occasione per stare zitto.[2]
  • Perché il merito è segno di civiltà, oltre che di equità. Premiare chi merita significa riconoscere le persone per quello che valgono, per il loro impegno e non per la loro estrazione sociale. La nostra rimane invece una società incentrata sulle caste, dove la mobilità sociale è bassissima, dove i figli perpetuano il lavoro dei padri, dove c'è poco posto per i giovani nelle posizioni di vertice della politica e delle professioni. [...] L'efficienza della pubblica amministrazione è il fulcro indispensabile per rilanciare lo sviluppo del Paese. Senza una pubblica amministrazione efficiente non si potranno fornire servizi di qualità alle imprese e ai cittadini, tempi certi della giustizia, sostegno concreto ai redditi dei più deboli, un welfare moderno, una scuola e un'università valutate e premiate in base al merito. L'assenteismo è l'emblema dell'inefficienza e del cattivo funzionamento della pubblica amministrazione. (intervento in occasione dell'inaugurazione dell'a.a. 2007/2008 della LUISS; citato da Libero, 5 dicembre 2007)
  • Bisogna saper perdere, ma com'è bello vincere! (Durante un Convegno all'Università di Salerno, il giorno dopo la vittoria di Kimi Räikkönen nel Gran Premio di Gran Bretagna 2007) Fonte? Fonte?
  • Michael sarà sempre nei cuori di chi lavora a Maranello. Con coraggio e passione ha ottenuto risultati difficilmente ripetibili: a lui i migliori auguri.[3]
  • Del Piero è insostituibile, ha rappresentato per la Juventus un pezzo di storia moderna. Lo dobbiamo ringraziare per quello che ha fatto e come lo ha fatto. Mancherà molto, ma fa parte dei grandi campioni, che passano. [...] Posso paragonarlo nella storia della Ferrari a Niki Lauda e Schumacher.[4]
  • [Su Fernando Alonso] È il pilota più forte che abbia mai visto in pista. Mi impressiona per tre cose, per l'interpretazione della gara, specialmente per il consumo delle gomme, perché è un grande motivatore del team, e per la sua presenza a Maranello.[5]

Citazioni su Luca Cordero di Montezemolo[modifica]

  • È una persona di gran cuore e un abile promotore. Sa descrivere e vendere cosa è la Ferrari. L'uomo giusto per essere presidente e non parlo solo di corse. Ha un talento enorme per rappresentare l'azienda. (Felipe Massa)
  • I Montezemolo sono scoregge di umanità, che non hanno mai lavorato in vita loro. (Roberto Calderoli)
  • Non volendo favorirlo in modo smaccato, Agnelli lo assume nel gruppo Fiat attraverso un regolare e severo concorso, al quale partecipano, oltre a Luca Cordero di Montezemolo, due pesci rossi. La prova d'esame consiste in una sola domanda: «Preferiresti lavorare alle presse o fare il direttore sportivo alla Ferrari?» Con molto equilibrio, Luca risponde che preferirebbe fare il direttore sportivo alle presse. (Michele Serra)

Note[modifica]

  1. "Montezemolo diventa... mistico" da MSN.it URL consultato il 10-11-08.
  2. Citato in Raffaele Della Valle, «Farà sempre parte della famiglia Ferrari», la Gazzetta dello Sport, 11 settembre 2006.
  3. Citato in Flavio Vanetti, Vent'anni di Schumi tra ricordi e gaffe La F1 lucida il mito, Corriere della Sera, 26 agosto 2011.
  4. Citato in Montezemolo: "Del Piero insostituibile ma anche i grandi campioni passano", la Stampa, 23 maggio 2012.
  5. Citato in Montezemolo indeciso: "Massa? Devo riflettere", Gazzetta.it, 27 settembre 2012.

Altri progetti[modifica]