Luigi Serenthà

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Luigi Serenthà (1938 – 1986), presbitero e teologo italiano.

Passi verso la fede[modifica]

  • La fede cristiana consiste essenzialmente in un incontro personale con Gesù, un incontro che si affianca ai tanti altri incontri di cui è intessuta la nostra storia, ma svetta sopra tutti gli altri, perché è l'evento della nostra salvezza [...]. (p. 7)
  • Dobbiamo chiedere ai contemplativi di ogni tempo e di ogni cultura di educarci a rispettare umilmente il velo d'ombra che circonda la realtà e ad avventurarci coraggiosamente nella caligine incandescente del mistero. (pp. 41-42)
  • L'uomo parla di sé e si scopre aperto, inconcluso, sporgente sul mistero. Davanti al mistero l'uomo tace [...]. Ma proprio questo silenzio fa rifiorire ancora la parola: l'uomo si scopre come parola detta dal mistero, come simbolo, che è diverso dal trascendente, ma insieme reca in sé la sua presenza continuamente sfuggente e continuamente donantesi. (p. 50)
  • L'evento di Gesù è appunto l'evento nel quale Dio esce dall'ombra indistinta del mistero e dà legge, forma, misura, condizione a quella manifestazione di se stesso con cui fonda la storia. (p. 74)

Bibliografia[modifica]

  • Luigi Serenthà, Passi verso la fede: una nuova esposizione delle ragioni della fede, Editrice Elle Di Ci, Leumann (Torino), 1995 (1984). ISBN 88-01-14801-1.

Altri progetti[modifica]