Lydia Mancinelli

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Lydia Mancinelli (1936 – vivente), attrice italiana.

Citazioni di Lydia Mancinelli[modifica]

  • Noi facevamo tanti spettacoli ogni stagione, almeno tre o quattro, con i nostri mezzi [...] per avere sempre critica, per avere una risonanza. Questo dal 64 al 68. [...] E la mattina all'uscita dei giornali, era sempre un'attesa perché si sperava che qualche critico si accorgesse e ne parlasse bene. [...] La lotta di Carmelo Bene è stata una lotta contro i critici. Io gli dicevo "... ma lascia stare, fregatene..." ma non poteva perché diceva "...no, mi danneggiano [...] almeno si limitassero a spiegare la storia, aiutassero il pubblico" ..., invece erano solo stroncature. (da La voce che si spense)
  • I nostri spettacoli erano sempre molto osteggiati, dalla critica, dal pubblico, da tutti. (da La voce che si spense)
Citazioni su Nostra Signora dei Turchi
  • [Parlando di Carlo Mazzarella, inviato di punta della Rai alla Mostra del Cinema di Venezia del 1968] Era un telecronista diciamo così mondano, non critico, e si era permesso di fare delle critiche negative ma molto negative su questo film... Tutto partiva dal fatto che noi avevamo bisogno di critiche buone, proprio per i debiti, insomma... oltre che per la gloria... per cui Carmelo la sera qui all'Excelsior gli si avvicinò... e pah!... gli ha dato due schiaffoni[1] ma proprio di brutto.[2]
  • Quell'anno per ragioni politiche venne dato a Alexander Kluge che vinse il leone d'oro con Artisti sotto la tenda del circo perplessi, ch'era un film mediocre... [...] Premiarono per di più: "Riusciranno i nostri eroi a trovare il nostro amico disperso in Africa?...[2]
  • Quando seppe che non aveva avuto il premio di qualità, Carmelo era veramente fuori di sé [...] andò in questura e disse "arrestatemi... perché oggi vado ad ammazzare il ministro dello spettacolo" che allora era Franco Evangelisti.[2]

Note[modifica]

  1. C'è una idiosincrasia fra quanto afferma Lydia Mancinelli e quanto riporta Carmelo Bene. Nella Vita di Carmelo Bene, leggiamo che fu Perla Peragallo a mollare il ceffone a Carlo Mazzarella.
  2. a b c dal video Carmelo Bene - Nostra Signora dei Turchi a Venezia (1968)

Bibliografia[modifica]

  • La voce che si spense, Questa Italia, programma RAI di Daniela Battaglini, commemorante la scomparsa di Carmelo Bene.

Film[modifica]

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]