Massimo Donadi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Massimo Donadi

Massimo Donadi (1963 – vivente), uomo politico italiano.

  • Berlusconi appare improvvisamente per quello che è: un vecchio arnese, incapace di pensare il futuro e ossessivamente legato ai suoi vecchi rancori. Odia sempre le stesse cose e le stesse persone, odia l'informazione libera ed i liberi giornalisti e neanche la morte, come nel caso di Biagi e Montanelli, placa il suo odio. Odia Di Pietro, colpevole di aver contribuito a cancellare per sempre quel sistema di corruzione politica e di connivenze politico-economiche al quale Berlusconi imprenditore deve tutto. Odia la magistratura o chiunque metta il naso nei suoi affari. Un uomo così non è in grado di offrire al Paese nessun futuro, può soltanto trascinarlo in queste sue senili ossessioni. (da Leader Pdl getta la maschera. È solito vecchio arnese allergico alla legalità, Ufficio stampa Idv alla Camera, 27 febbraio 2008)
  • In realtà, Berlusconi non odia Di Pietro, ma quei valori che per molti italiani Di Pietro rappresenta: la giustizia, la legalità, il rispetto delle regole, tutto cose per le quali Berlusconi ha una vera e propria allergia. (ibidem)
  • Chiamiamoli matrimoni, unioni, non ne sto a fare una questione di nomi, ma di sostanza. Dal mio punto di vista una coppia omosessuale deve poter avere tutti i diritti civili, compresa la successione ereditaria, gli alimenti, che derivano da un'unione stabile.[1]

Note[modifica]

  1. Citato in Silvia Cerami, Nozze gay, il Pd non ce la fa., L'Espresso, 14 mggio 2012.

Altri progetti[modifica]