Matthieu Baumier

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Matthieu Baumier (1968 – vivente), saggista e scrittore francese.

Antitrattato di ateologia[modifica]

  • A pagina 171 del suo saggio, dopo aver liquidato in poche righe striminzite le radici razziste, irrazionali e pagane del nazismo [...] l'autore del Trattato di ateologia passa all'argomento successivo come se niente fosse. E qual è l'argomento successivo? Le radici cristiane del nazismo. Nientemeno. [...] Michel Onfray scrive, senza pudore né scrupoli di storico, che Hitler sarebbe stato nientemeno che..."un discepolo di San Giovanni". Altro che teorie razziste dei nazisti. Largo al nazismo cristiano.
  • Con Michel Onfray, abbandoniamo la pratica intellettuale comune – quella che verifica le fonti, pone degli argomenti coerenti e mira a elevare l'uomo – per scendere al livello di una demagogia militante che si sperava scomparsa dopo i rigurgiti del XX secolo.
  • Diciamolo chiaramente: a leggere questo trattato [Il Trattato di ateologia], si ha innanzitutto l'impressione di avere in mano una gag.
  • Il ragionamento di chi attacca le religioni è in realtà un postulato, si sostituisce alla conoscenza dei concetti e degli argomenti attaccati, di modo che l'offensiva non viene condotta contro le ragioni delle persone e delle religioni incriminate, ma contro l'immagine fantastica che l'autore degli attacchi si è fatto di esse. Cosa ne è stato dell'equilibrio? Dov'è finito lo spirito critico? Dov'è la filosofia? Dov'è la capacità dell'intellettuale di formulare tesi verificabili e legittime, tenendo conto anche di argomenti che non vanno necessariamente nella stessa direzione?
  • Se il lettore ha dello humour, può chiedersi in quale bistrot di quartiere il filosofo del trattato è andato a cercare la fonte delle sue informazioni. Ma non credo che lo humour sia adatto di fronte a una simile tragedia. Non credo neanche si possa, quando si è un intellettuale, in un volgere di frase [...], trasformare Giovanni Paolo II in un nuovo Eichmann. La responsabilità dell'intellettuale in materia è troppo pesante.

Altri progetti[modifica]