Modi di dire italiani

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Modi di dire italiani.

Modi di dire[modifica]

A[modifica]

Ammazzare come una bestia.[6][7]

B[modifica]

Di cosa o persona che suscita forte avversione, antipatia.[13]
  • Bruciar le tappe.[4]
  • Buonanotte al secchio.[14]

C[modifica]

  • Cadere dalla padella nella brace.[12]
  • Camminare sulle uova.[12]
  • Chiudere la stalla dopo che i buoi sono scappati.[12]
  • Conoscere l'umore della bestia.
Cioè le tendenze e il carattere (con riferimento scherzoso) di una persona con cui si deve trattare.[13]

D[modifica]

  • Dare del burro a qualcuno.[16][12]
  • Darsi la zappa sui piedi.[4]
  • Di punto in bianco.[4]

E[modifica]

  • È facile come bere un uovo.[12]
  • È la congrega di Sant'Andrea: le è passata la voglia e le è rimasta l'idea.[17]
  • È più bestia che cristiano.[5]
  • Essere due anime in un nocciolo.[12]
  • Essere pieno come un uovo.[12]

F[modifica]

I[modifica]

L[modifica]

M[modifica]

  • Menare il can per l'aia.[4]
  • Menar per il naso.[4]
  • Morire come una bestia.
Cioè senza i conforti religiosi.[13]

N[modifica]

  • Nascere con la camicia.[4]
  • Non capire un tubo.[2]
  • Non essere uno stinco di santo.[4]

P[modifica]

Q[modifica]

R[modifica]

  • Rendere pan per focaccia.[1]
  • Rispondere per le rime.[4]
  • Rompere il ghiaccio.[4]
  • Rompere le uova nel paniere.[12]

S[modifica]

T[modifica]

  • Tagliare la testa al toro.[4]
  • Tallone d'Achille.[4]
  • Testa d'uovo.[2]
  • Trovare pane per i propri denti.[12]
  • Trovarsi tra l'incudine e il martello.[12]

V[modifica]

  • Vivere, dormire come una bestia.[13]

Note[modifica]

  1. a b c d e f g h i j k l m Citato in Giuseppe Pittàno, Frase fatta capo ha. Dizionario dei modi di dire, proverbi e locuzioni, Zanichelli, 1992.
  2. a b c d e Citato in Giacomo Devoto, Gian Carlo Oli, Dizionario Devoto Oli della lingua italiana, Le Monnier, Firenze, 2004.
  3. A sbafo, a scrocco, gratis. Secondo un'ipotesi interpretativa, la locuzione deriverebbe dal fatto che anticamente le merci destinate alla costruzione delle grandi cattedrali venivano contrassegnate dalla sigla AUF, Ad Usum Fabricae, e potevano circolare liberamente senza pagare dazi doganali; la "Fabrica" (cantiere), poteva essere, di volta in volta, il Duomo di Milano, Santa Maria del Fiore a Firenze ecc.
  4. a b c d e f g h i j k l m n o p q r Citato in Aa. Vv., Il nuovo Zingarelli, Zanichelli, 1983.
  5. a b Citato in Nicolò Tommaseo, Bernardo Bellini, Dizionario della lingua italiana, vol. 1, parte II, L'unione tipografico-editrice, Torino, 1865, p. 953.
  6. Riflette il concetto non ancora superato che permette di uccidere un animale in quanto tale e nel modo preferito, senza doverne rendere conto.
  7. Citato in Dizionario dei Modi di Dire, Hoepli Editore, ammazzare.
  8. Cioè in collera.
  9. Citato in Vincenzo Tuzzi, Dizionario filosofico-pratico della lingua italiana, vol. 1, Minerva, Padova, 1837, p. 304.
  10. Non stare mai fermo (anche con riferimento alla còrea, una malattia che fa muovere in maniera convulsa).
  11. Citato in Carlo Lapucci, Per modo di dire: Dizionario dei modi di dire della lingua italiana, Valmartina Editore, 1969, p. 331.
  12. a b c d e f g h i j k l m n o p Citato in Giovanna Turrini, Capire l'antifona. Dizionario dei modi di dire con esempi d'autore, Zanichelli, 1995.
  13. a b c d e f Citato in Aa. Vv., Tutto: dizionario enciclopedico, vol. 1, De Agostini, Novara, 1965, p. 446.
  14. Citato in Massimo Castoldi, Ugo Salvi, Parole per ricordare. Dizionario della memoria collettiva, usi evocativi, allusivi, metonimici e antonomastici della lingua italiana, Zanichelli, 2003.
  15. Citato in Michela Vittoria Brambilla, Manifesto animalista, Mondadori, Milano, 2012, p. 134. ISBN 978-88-04-62679-4
  16. Corrompere o blandire, in cambio di favori.
  17. Citato in Vezio Melegari, Manuale della barzelletta, Mondadori, Milano, 1976, p. 35.
  18. Prendere più degli altri, magari con la prepotenza; da una favola di Esopo, ove il leone prese tutto per sé senza lasciar nulla al compagno di caccia.
  19. Citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli Editore, 1980, § 671, pp. 186-187. ISBN 9788820300920
  20. Citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921, p. 731.
  21. Citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921, p. 532.
  22. Citato in Dizionario dei Modi di Dire, Hoepli Editore, soffrire.

Voci correlate[modifica]