Modi di dire siciliani

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Indice
0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z ?
  • Cui passa di li fossi e non è sagnatu, o Lummardu non c'è, o è malatu.[1]
Chi passa da "Le Fosse" e non viene salassato (nel portafoglio), o Lombardo non c'è, o è malato.[2]
  • E s'un t'abbasta lu to' sintimentu... va' pri cunzigghiu ni Vinizianu.[3]
E se non ti basta il tuo sentimento... vai a consigliarti[4] da Veneziano.
  • Lupu malatu agneddu salvatu.
Lupo malato agnello salvato.[5]

Note[modifica]

  1. Citato in Antonino Cristoadoro, Origine della Chiesa di M. SS. della Concordia – detta volgarmente delle fosse – Notizie ricavate da varii autori e cronache patrie, 1 giugno 1890, riportato in Giuseppe Rasà Napoli, Guida e breve illustrazione delle Chiese di Catania e sobborghi, Catania 1900, p. 444.
  2. Il giureconsulto Giuseppe Lombardo e Longo si fece concedere – durante la seconda metà del XVIII secolo – da una residente della vecchia strada delle Fosse (oggi via Sant'Euplio) a Catania, tal 'gna Barbara, un antico altarino rappresentante Maria SS. della Concordia, intenzionato a restaurarla e a costruirvi una cappelletta, cosa che fece a spese dei passanti lungo la medesima strada, "salassati" con una offerta forzata; vedi nota precedente.
  3. Citato in Giuseppe Pitré, Antonio Veneziano nella leggenda popolare siciliana in Archivio Storico Siciliano XIX, 1894.
  4. Lett. "vai per consiglio".
  5. Citato in AAVV, Proverbi & modi di dire. Sicilia. Audi, vidi e taci si voi campari 'n paci, SeBook.

Voci correlate[modifica]