One Tree Hill (seconda stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

1leftarrow.pngVoce principale: One Tree Hill.

One Tree Hill, seconda stagione.

Episodio 2, Guardare in se stessi[modifica]

  • T.H. White ha detto: forse tutti noi diamo il meglio senza pretendere niente a coloro i quali invece neanche ci pensano. (Lucas)

Episodio 6, Pioggia di comete[modifica]

  • Katherine Anne Porter una volta disse: sembra che nell'universo ci sia un ordine preciso nel movimento delle stelle e nel girare della Terra e nello trascorrere delle stagioni. Ma la vita umana è quasi sempre puro caos, ognuno prende la propria posizione, afferma i suoi diritti e sentimenti, fraintendendo i motivi degli altri e i propri. (Lucas)

Episodio 7, Regole di comportamento[modifica]

  • Oliver Wendell Holmes una volta disse: Molte persone muoiono con la musica ancora dentro di loro. Troppo spesso è perché sono sempre pronti a iniziare a vivere... ma prima che se ne rendano conto... il tempo a loro disposizione finisce. (Lucas)
  • Okay, a Tree Hill regola numero uno: in questa città si tende ad avere storie molto complicate. (Peyton)

Episodio 8, Segreti svelati[modifica]

  • Qualcuno ha detto le brave ragazze tengono i diari, quelle cattive non ne hanno il tempo. Io voglio solo vivere una vita memorabile, che ricorderò anche senza scriverla. (Brooke)
  • Haley: Quindi fammi capire bene: la doccia a casa tua è rotta e hai dovuto portare qui Felix per usare la mia!?
    Peyton: Brooke...
    Haley: Aspetta... Tu non hai il letto, giusto?? Non avrai... dimmi che non hai fatto sesso nel mio letto Brooke!
    Brooke: Ti sto già lavando le lenzuola!
    Haley: Oh no! Brooke!
    Brooke: Senti, mi hanno già fatto la predica. Qual è il problema??
    Haley: Il problemaè che primo: non mi hai ringraziato per aver venduto i cd; secondo: hai fatto sesso nel mio letto!; terzo: hai finito i biscotti!
    Anna: Ne ho mangiati due anche io...
    Haley: Non è questo il punto!
    Brooke: Haley ha ragione ma soltanto perché sono stata falsa. Non è che abbia sempre mentito a tutti. Ho solo detto una piccola bugia.
    Haley: Ok, c'è una bella differenza tra mentire e una piccola bugia.
    Peyton: Quale piccola bugia?
    Haley: Nulla!
    Brooke: Haley ha mentito a Nathan!
    Haley: Non proprio!
    Peyton: Su cosa?
    Haley: Nulla!
    Peyton: Haley!
    Haley: Sai una cosa, se parliamo di cattivo comportamento tu non devi parlare.
    Peyton: Che vuoi dire con questo?
    Haley: Voglio dire che Peyton ha qualcosa da nascondere!
    Brooke: Perché, non si comporta come te?? La perfetta e adorabile mogliettina!
    Anna: Perché te la prendi con Haley?? Ci ospitate per il pigiama-party.
    Brooke: Casualmente siamo noi le invitate al party. Tu ti sei infilata!
    Peyton: Brooke, lasciala stare!
    Haley: Ma che avete sniffato? Sentite, non l'ho deciso io questo party, avete fatto voi e mi stai scocciando!
    Brooke: Be', almeno io non ho mentito al mio caro maritino e sono uscita con Chris!
    Haley: E Peyton ha sniffato con Rick!
    Peyton: E tu che fai sesso nel suo letto!?
    Brooke: Ipocrita!
    Peyton: Bastarda!
    Haley: Bugiarda!
    Anna: Tree Hill ha consumato il suo dramma!
  • Nathan: Lucas è un grande rischio non aver fatto il test. Sei in pericolo!
    Lucas: Il peggior pericolo è quello di non poter giocare più.
    Nathan: Cavolo, cosi stai giocando la tua vita! non c'è solo lo sport, credimi.
    Lucas: Dopo quell'incidente ho giurato a me stesso di non avere più paura.
    Nathan: Di morire?
    Lucas: Sì, di morire. Ma anche di vivere!

Episodio 9, Ballo di gala[modifica]

  • Brooke: Mi dici perché tutti mentono? I cattivi ragazzi mentono per entrare nel tuo letto, e quelli buoni nel tuo cuore. E io sono quella grande idiota che ci casca sempre!
    Lucas: Brooke tu non sei un'idiota. E sai perché? perché conosci te stessa, alcune persone no, ed è per questo che mentono. Hanno paura di essere scoperti prima ancora di scoprire se stessi... Dai ti porto a casa...!
    Brooke: Posso andare a casa anche da sola grazie!
    Lucas: Ok...
    Brooke: Aspetta... sai che non ho voglia di camminare.

Episodio 10, Alla fine tutto torna[modifica]

  • Nathaniel Hawthorne una volta scrisse: Nessun uomo per un tempo considerevole può portare una maschera per sé e un'altra da mostrare agli altri senza alla fine rimanere perplesso su quale sia quella vera. (Lucas)
  • Brooke: Con uomini così è incredibile che non siamo tutte gay!
    Peyton: Lo vedi come mi guardano?
    Brooke: Non credo lo pensino seriamente.
    Peyton: Davvero? Metà delle ragazze non si cambierebbe davanti a me!
    Brooke: Perché nuda sei molto meglio di loro! [...] Hai idea di chi potrebbe essere stato?
    Peyton: No.
    Brooke: Be', secondo me ti hanno fatto un favore, agli uomini piacciono le ambiguità! [...] Andiamo, alla vecchia Peyton non sarebbe importato nulla.
    Peyton: È da un po che non sono più la vecchia Peyton vero?
    Brooke: Ma accanto hai comunque i tuoi amici!
  • Chris: Come va? Stai cercando tua moglie?
    Nathan: Fai il simpatico... hai finito di fare lo stupido con Haley.
    Chris: Stavamo solo provando amico!
    Nathan: No, tu ci stavi provando. Ora è finita!
    Chris: Perché sei qui? non ti fidi di lei? Di la verità è questa la questione. Tu l'ami, l'hai sposata, ma ti fidi di lei? se la risposta è sì, non hai nulla di cui preoccuparti! Andiamo non ho problemi con te
    [Gli tende la mano e Nathan lo sbatte contro il muro]
    Nathan: Invece ce l'hai un problema con me. Un grosso problema! puoi sorridere e fare il duro se vuoi ma una volta di quelli come te ne distruggevo uno al giorno. Sarebbe un peccato se ti accadesse qualcosa alla mano, e non potessi più suonare. Sarebbe un vero problema se volessi approfittarti di Haley [...] Non piangere rock star, ti si rovina il trucco!
  • Peyton: Leggi qui.
    Anna: Prima si liberarono dei protettori poi delle prostitute, poi cacciarono via i barboni e picchiarono e pestarono i gay. Dopo aver respinto coloro che cercarono asilo ci nutrirono con sospetti e paure, noi non alzammo la voce, non cercammo di protestare, è buffo che non fosse rimasto nessuno...
    Peyton:...quando vennero per noi! Anna il problema non riguarda me, ok? Ma loro, questi sono esseri che odiano, giudicano e prosperano grazie alla gente che non reagisce. Certo io potrei infischiarmene ma che ne sara delle ragazze che non possono farlo? Chi le aiuterà? È il silenzio che li rende più forti...

Episodio 11, Un lampo a ciel sereno[modifica]

  • Tennessee Williams ha scritto: quando tanti nel mondo sono davvero soli, sarebbe imperdonabilmente egoista essere soli, da soli. (Lucas)

Episodio 13, Candidata alla presidenza[modifica]

  • JFK disse che il coraggio della vita è uno splendido misto tra trionfo e tragedia. Un uomo fa quello che deve, malgrado le conseguenze personali, gli ostacoli, i pericoli, le pressioni e questo è il fondamento di tutta la moralità. (Lucas)

Episodio 14, La resa dei conti[modifica]

  • Octavio Paz una volta ha scritto: la solitudine è la realtà più profonda della condizione umana. L'uomo è l'unico essere vivente che sa essere solo. (Lucas)

Episodio 16, Questa notte è l'inizio di tutto[modifica]

  • Ricorda stanotte, perché è l'inizio di sempre. Una promessa. Come una ricompensa per aver perseverato a lungo nell'esistenza da soli. Il credere gli uni negli altri e la possibilità dell'amore. Una decisione, ignorare o semplicemente innalzarsi sopra alle pende del passato. Il patto, che immediatamente lega due anime ma tronca precedenti legami. La celebrazione, delle scelte prese e la sfida che ci troviamo davanti. Perché due saranno sempre più forti di uno. Come una squadra, rinforzata contro la tempesta del mondo. E l'amore... sarà sempre la forza che ci guiderà nelle nostre vite. Perché stasera è una mera formalità.. solo un annuncio al mondo dei sentimenti che si hanno da molto. Promesse fatte molto tempo fa nel sacro spazio dei nostri cuori. (Lucas)
  • Kahlil Gibran una volta ha scritto: la tua ragione e la tua passione sono i remi e le vele della tua anima marinaia. Se uno o l'altro si rompono, puoi buttarti e andare alla deriva, o restare fermo in un punto morto in mezzo al mare. Perché la ragione, se governa da sola, è una forza che ti limita; e la passione, da sola, è una fiamma che brucia fino a distruggersi. (Lucas)

Episodio 19, La grande prova[modifica]

  • Joseph Conrad una volta disse: chi sa cosa sia la vera felicità, non la parola convenzionale ma il semplice terrore. Agli stessi che sono soli, porta una maschera ai più miserabili vagabondi abbraccia qualche memoria o qualche illusione.
    Stephen King una volta scrisse: il tempo porta via tutto che tu lo voglia o no. Il tempo prende tutto, il tempo se lo porta via, e alla fine rimane soltanto l'oscurità. A volta troviamo qualcuno nell'oscurità e qualche volta li perdiamo di nuovo nello stesso modo. (Lucas)

Episodio 20, Il sogno di Nathan[modifica]

  • Douglas Adams ha scritto: sentiva che tutta la sua vita era una specie di sonno e qualche volta si chiedeva di chi fosse il sogno e se tutti si stavano divertendo. (Nathan)

Episodio 22, Ritrovare la via di casa (1)[modifica]

  • Lucas: E Hansel disse a Gretel: lasciamo queste molliche di pane dietro di noi così che potremo ritrovare la via di casa. Perché perdere la strada sarebbe la peggior cosa possibile. Quest'anno io ho perso la mia strada.
    Nathan: Se perdere la strada durante il viaggio è una sfortuna, dimenticare il motivo del viaggio è un destino ancora più crudele.
    Peyton: Il viaggio è durato otto mesi. A volte ho viaggiato da sola. A volte altri hanno preso il volante e anche il mio cuore. Ma una volta raggiunta la destinazione non sono stata io ad arrivare, non ero più la stessa.
    Brooke: Quando perdi te stesso, hai solo due scelte. Ritrovare la persona che eri o voltare pagina per sempre.
    Mouth: A volte, devi prendere le distanze dalla persona che sei stata, ricordare la persona che avresti dovuto essere e la persona che volevi essere, la persona che sei.
  • Brooke: George Bernard Shaw una volta ha scritto: "Esistono due tipi di tragedie nella vita. Una è perdere ciò che più si desidera, l'altra è ottenerlo". È chiaro che a Shaw si spezzò il cuore almeno una volta.
    Nathan: Secondo me Shaw era un matto. E sapete perché? Le tragedie accadono. E cosa dovremmo fare, rinunciare? Lasciare tutto? No. Mi rendo conto ora che quando ti si spezza il cuore, devi lottare per restare vivo. Perché lo sei e il dolore che provi fa parte della vita. La confusione e la paura esistono per ricordati che da qualche parte c'è qualcosa di meglio. E che vale la pena di lottare per averlo.
    Haley: Quest'anno ho avuto quello che desideravo ma purtroppo ho perso ciò che per me era più importante.
    Lucas: George Bernard Shaw aveva ragione: mentre lottiamo per afferrare ciò che desideriamo, e che pensiamo renderà migliore la nostra vita, come i soldi, la popolarità, la fama, trascuriamo quello che conta veramente; le cose semplici, come l'amicizia, la famiglia, l'amore... cose che probabilmente abbiamo già.
    Mouth: Il Signor Shaw credeva che ottenere ciò che desideriamo fosse una tragedia? Io dico che si sbagliava. È chiaro che il Signor Shaw non ha mai baciato Erica Marsh!
    Peyton: Sì, perdere ciò che più desideri è tragico. Ma realizzarlo, bè credo che quello sia il massimo che si possa sperare. Quest'anno ho desiderato l'amore. Fondere me stessa con qualcun altro e risvegliare un cuore che troppo a lungo ha avuto paura di lasciarsi andare. Il mio desiderio è stato esaurito. E se questo è tragico... allora datemi la tragedia. Perché non ci rinuncerei per niente al mondo.

Episodio 23, Vacanze estive (2)[modifica]

  • Tennessee Williams scrisse: "Viviamo tutti in una casa che brucia. Nessun vigile del fuoco da chiamare. Nessuna via d'uscita. Solo la finestra del piano di sopra da cui guardare fuori mentre il fuoco divora la casa con noi intrappolati, chiusi dentro." (Lucas)

Altri progetti[modifica]