Oreste del Buono

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Oreste Del Buono)
I Quaderni Milanesi, rivista fondata da Oreste Del Buono, Tomaso Gillio, Domenico Porzio e Giuseppe Ajmone

Oreste del Buono (1923 – 2003), scrittore, giornalista, traduttore, critico e consulente editoriale italiano.

  • Chi ha la testa riflette, chi non ce l'ha chiacchiera. (da Amori neri‎, Theoria, Roma, 1985)
  • [Drive In] È la trasmissione di satira più libera che si sia vista e sentita per ora in televisione. (dal Corriere della sera, 1988; citato in La sinistra amava Drive in. Eco e le ragazze fast food, Il Giornale, 23 febbraio 2011)
  • Erano noti a Edgar Allan Poe i Memories di Eugène François Vidocq, l'inventore della polizia moderna? Certo, il suo investigatore dilettante di fantasia, C. Auguste Dupin, si affretta a polemizzare con il suo connazionale in carne e ossa per distinguersi immediatamente, per far capire subito che il suo metodo sarà molto diverso.[1]
  • Nel 1841 Poe aveva cominciato a leggere un romanzo di Dickens, che conteneva tra l'altro la narrazione di un crimine misterioso: alle prime pagine, aveva subito capito l'enigma; riflettendo sul metodo da lui seguito, aveva scoperto contemporaneamente le regole dell'inchiesta poliziesca e quelle della narrazione poliziesca.[1]
  • Non scriverò più romanzi, meglio fare del giornalismo, qualcosa che morda direttamente la realtà, piuttosto che rimestare nella poltiglia in cui tanti rimestano. [...] Che senso ha scrivere ancora romanzi? Meglio l'inchiesta sociologica, con personaggi veri, con storie autentiche. Argomento per un buon libro? Il concorso per il posto di primario chirurgico al Fatebenefratelli. (citato in Vladimiro Cajoli, Imparare il futuro, La Fiera Letteraria, 23 febbraio 1967)
  • Nostra Signora dei Turchi, il primo film dell'autore, attore e regista Carmelo Bene, pone impetuosamente alcuni problemi. Per cominciare, questo: in Italia abbiamo un genio, ce lo meritiamo?[2]
  • Si sa che è praticamente impossibile che due amanti si amino allo stesso modo. Nella più indissolubile delle coppie è rarissimo che l'indissolubilità risulti da un reciproco e paritetico sforzo. C'è sempre uno che s'impegna e un altro che corrisponde o acconsente, si lascia coinvolgere o almeno trascinare. (da Amori neri‎)

Note[modifica]

  1. a b Dalla prefazione a E. A. Poe, Gli assassini della Rue Morgue, CDE, 1973.
  2. Carmelo Bene e Giancarlo Dotto, Vita di Carmelo Bene, pag. 272

Altri progetti[modifica]