Paolo Milano

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Paolo Milano (1904 – 1988), critico letterario italiano.

  • Tanta letteratura critica somiglia oggi ai verbali d'una setta, scritta da letterati per altri letterati. (da Il lettore di professione, Feltrinelli, 1960)

Note in margine a una vita assente‎[modifica]

  • La massima che segue mi è così cara da tanti anni che non so più chi l'ha scritta, e vorrei averle dato io stesso l'ultimo tocco: "Tutto quel che è eccessivo è insignificante".
  • Quando la mole del lavoro che ci aspetta eccede il limite massimo del ragionevole, ci si sente autorizzati a scegliere l'ozio.
  • Troppe volte, a grattare una donna spericolata, si scopre una ragazzetta spaurita.

[Paolo Milano, Note in margine a una vita assente, a cura di‎ Laura Gonsalez, Adelphi, 1991.]

Altri progetti[modifica]