Parlami d'amore

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Parlami d'amore, romanzo di Silvio Muccino e Carla Vangelista del 2006.

  • Basta la sua voce per farmi realizzare che sono solo un pianeta che gira intorno a un sole più grande. Lei.
  • Esistono volte in cui un dolore superficiale può portare a un piacere profondo. Adesso mi rendo conto che a volte il dolore è talmente grande che devi poterlo vedere, che quando è fuori fa meno male di quando sta dentro.
  • L'alternativa a invecchiare è morire giovani.
  • La debolezza del carnefice è quella di non poter fare a meno della sua vittima.
  • Nella tua vita arriva una persona e tu senti che è l'altra parte di te, quella che ti mancava. Potrebbe essere giovane, vecchio, potrebbe essere una persona del tuo stesso sesso o di cinquanta colori diversi. È la tua casa. E tu improvvisamente ti senti completa. Intera.
  • Non si passa mai indenni attraverso l'ammissione del proprio dolore. Non si passa mai indenni attraverso i corridoi del proprio passato, delle scelte forzate, delle strade sbagliate, delle canzoni mai cantate, o – peggio – interrotte proprio quando sentivi che la tua voce avrebbe potuto tentare quella nota alta, irraggiungibile, estrema.
  • Se non vai tu a trovare la vita è la vita che viene a trovare te.
  • Tutti facciamo delle scelte. È che non ci stai a rischiare, non ci stai a perdere, tu. E per paura di cadere preferisci pensare che non sei capace.

Bibliografia[modifica]

  • Silvio Muccino, Carla Vangelista, Parlami d'amore, Rizzoli, 2006.

Altri progetti[modifica]