Philippe Sollers

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Philippe Sollers

Philippe Sollers, pseudonimo di Philippe Joyaux (1936 – vivente), scrittore, saggista e filosofo francese.

Donne[modifica]

Incipit[modifica]

Da tempo ormai... Mi sembra che qualcuno avrebbe potuto osare... Cerco, osservo, ascolto, apro libri, leggo, rileggo... Ma no... Niente affatto... Nessuno ne parla... Non apertamente in ogni caso... Parole velate, foschia, nuvole, allusioni... Da tutto questo tempo... Quanto? Duemila anni? Seimila anni? Da quando esistono dei documenti... Qualcuno avrebbe potuto dirla, tuttavia, la verità, la cruda, la micidiale... Ma no, nulla, quasi nulla... Dei miti, delle religioni, delle filosofie, dei contratti... Sì, è vero, qualche audacia... Ma l'insieme in generale cade velocemente nell'enfasi, nell'esagerazione, il crimine esasperato, l'effetto... Nulla, o quasi nulla, sulla causa... LA CAUSA.
Il mondo appartiene alle donne
Cioè alla morte.
Su questo tutti mentono
Lettore tieni duro, questo libro è brutale. Non dovresti annoiarti lungo il cammino, nota. Ci saranno descrizioni particolareggiate, colori, scene ravvicinate, un gran guazzabuglio, delle ipnosi, della psicologia, delle orge. Scrivo le Memorie di un navigatore senza precedenti, il rilevatore delle epoche... L'origine svelata! Il segreto sondato! Il destino radiografato! La presunta natura smascherata! Il tempio degli errori, delle illusioni, delle tensioni, l'omicidio nascosto, l'estremo limite delle cose... Io mi sono abbastanza divertito e follemente annoiato in questo circo, da quando vi sono stato inventato...

Citazioni[modifica]

  • Il matrimonio è un purgante variabile... Una scuola di tenerezza acida... Un monastero dell'umiltà consumata... Una palestra del limite... Colui che vi ha veramente resistito terrà duro in ogni situazione... (p. 49)

CItazioni su Philippe Sollers[modifica]

  • In realtà Philippe Sollers (l'autore) è un giovane borghese e non un metallurgico. Neppure Fabrice del Dongo o Frédéric Moreau erano organizzati in un sindacato. È vero che ci sono sempre persone alle quali le convinzioni impediscono di leggere La Chartreuse de Parme (Stendhal) o L'Education Sentimental (Flaubert). Per quanto possa sorprendervi, fra questa gente e voi o me non c'è un linguaggio comune. (Louis Aragon, Un perpétuel printemps)

Bibliografia[modifica]

  • Philippe Sollers, Donne (Femmes), traduzione di Paola Barone, Tullio Pironti Editore, Napoli, 1993.

Altri progetti[modifica]