Pietro Pancrazi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Pietro Pancrazi (1893 – 1952), scrittore, critico letterario e giornalista italiano.

Visita al Tevere[modifica]

  • Al passo lungo e uguale mi godo il sole a piombo di mezzogiorno, l'ombra corta dell'asino sui ciottoli, il silenzio del ragazzo. Come per l'erta d'un santuario, mi pare dobbano essere meritori il sudore e la fatica sulla traccia della sorgente. A ravvivare il fervore, mi ripeto che questo è il «gioco di che Tever si disserra».
  • È giusto che la fantasia abbia in ogni tempo visto assiso, alle sorgenti, un santo o un profeta.
  • Poco o molto, era pur bella stamani, via via più alta nella luce e nel sole, la prima valle del Tevere! San Sepolcro lasciato al piano tra vigne digradanti e colti ricchi; Pieve Santo Stefano, già montana, tutta raccolta e stretta fra due porte, ruvida come una fortezza.

Citazioni su Pietro Pancrazi[modifica]

  • Pietro Pancrazi, crociano, antifascista, era fedele a un'immagine dell'Italia e dell'uomo che appartenevano alla destra. (Geno Pampaloni)

Altri progetti[modifica]