Repubblica

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Allegoria della repubblica

Citazioni sulla repubblica.

  • Anche le repubbliche sono a volte governate da re nudi. (Stanisław Jerzy Lec)
  • Ben era quel Parini che richiesto di gridare Viva la Repubblica e muoiono i tiranni rispose: – Viva la Repubblica e morte a nessuno! (Ippolito Nievo)
  • Caro Pietro! [...] voi avete fatto la bestialità di volere la repubblica... La repubblica è all'incanto: la compra il maggior offerente, e quindi l'America... Solo la monarchia sarebbe stata costretta a fare una politica nazionale; la triplice... La triplice con la vecchia Germania e con quella nuova Austria che va da Trieste a Vladivostock: la Russia... (Mario Missiroli)
  • Dal 1868 al 1870, a New York uscì, finanziato e diretto da due donne di grande polso, un settimanale che aveva come titolo «La rivoluzione» e come motto una frase lapidaria nella sua semplicità: «La vera Repubblica: per gli uomini – i loro diritti e nulla di più. Per le donne – i loro diritti e nulla di meno.» (Olga Ceretti)
  • È proprio della natura di una repubblica avere un piccolo territorio; altrimenti essa non può sussistere. (Montesquieu)
  • In ogni repubblica vi dovrebbe essere un corpo adatto a correggere i pregiudizi, frenare le passioni smodate e controllare le opinioni incostanti di un'assemblea popolare. (Alexander Hamilton)
  • La monarchia ci unisce, la repubblica ci divide. (Francesco Crispi)
  • La repubblica non ha bisogno di dotti. (Jean-Baptiste Coffinhal)
  • La Repubblica può morire da un momento all'altro, ma la democrazia è maestra. (Frédéric Ozanam)
  • L'immoralità è la base del dispotismo, come la virtù è l'essenza della Repubblica. (Maximilien de Robespierre)
  • Noi non abbiamo esempi, nei nostri annali, di una repubblica realmente democratica che abbia resistito più di qualche anno senza decomporsi e scomparire nella sconfitta o nella tirannia; giacché le nostre folle hanno, in politica, il naso del cane, che ama solo i cattivi odori. Esse non scelgono che i meno buoni, e il loro fiuto in questo è quasi infallibile. (Maurice Maeterlinck)
  • Quel che fonda una repubblica è la totale distruzione di tutto quel che ad essa si oppose. (Louis Antoine de Saint-Just)
  • Repubblica e disordine è sinonimo. (Giovanni Battista Casti)
  • Scrivo nei caffè, col rischio di passare per un ubriacone, e difatti lo sarei forse diventato se le potenti repubbliche non colpissero col dazio, crudelmente, gli alcool consolatori. (Georges Bernanos)
  • Tre cose desidero vedere innanzi alla mia morte; ma dubito, ancora che io vivessi molto, non ne vedere alcuna; uno vivere di repubblica bene ordinato nella cittá nostra, Italia liberata da tutti e' Barbari, e liberato el mondo dalla tirannide di questi scelerati preti. (Francesco Guicciardini)
  • Una creatura perfettamente malvagia ma intelligente preferirà vivere in una condizione civile piuttosto che in uno stato di natura, per essere protetto dalla violenza che gli altri, essendo diavoli come lui, gli faranno sicuramente; e preferirà la repubblica al dispotismo perché il potere incontrollato di un despota che sia diabolico, come lui, è di gran lunga più pericoloso del potere diviso e regolato di una costituzione repubblicana. (Immanuel Kant)
  • Venite a vedere come muore un garibaldino. Ah... muoio... muoio per la repubblica. (Lamberto Duranti) [ultime parole]

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]