Rimpianto

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Maud Muller, protagonista dell'omonimo romanzo di John Greenleaf Whittier

Citazioni sul rimpianto.

  • Amico mio, non essere come quello che siede presso il suo camino e guarda il fuoco che si spegne per poi soffiare, vanamente, sulle morte ceneri. Non rinunciare alla speranza, non abbandonarti alla disperazione a causa di ciò che è passato, giacché rimpiangere l'irrecuperabile è la peggiore delle umane debolezze. (Khalil Gibran)
  • Anche a quattordici anni e sei mesi si può rimpiangere. È presto, dite? E se muori a quindici? (Stefano Benni)
  • Chi rimpiange troppo i giorni migliori rende ancor peggiori quelli cattivi. (Benjamin Franklin)
  • Chiunque ha qualcosa da rimpiangere. Io diffido di chi non dice mai "avrei potuto far meglio". (Edward Norton)
  • Di tutte le parole scritte o pronunciate queste sono le più tristi: "Avrebbe potuto essere!" (John Greenleaf Whittier)
  • I rimpianti ci assalgono in vari modi e misure, molti sono piccoli come quando facciamo qualcosa di brutto per una buona causa, alcuni sono grandi, come quando deludiamo un amico. Alcuni di noi fuggono dal dolore del rimpianto facendo una scelta giusta, altri hanno poco tempo per i rimpianti perché attendono con ansia il futuro. A volte dobbiamo lottare per andare d'accordo con il passato e a volte seppelliamo i nostri rimpianti con il proposito di cambiare vita. Ma i nostri più grandi rimpianti non sono per le cose che abbiamo fatto ma per le cose che abbiamo evitato di fare e per le cose che non abbiamo detto e che potevano salvare qualcuno a cui tenevamo. (One Tree Hill)
  • Il rimpianto è già poesia. (Mina)
  • Il rimpianto è il passatempo degli incapaci. (Ugo Ojetti)
  • Il rimpianto è il vano pascolo di uno spirito disoccupato. (Gabriele D'Annunzio)
  • Il rimpianto è un tipo di dolore molto particolare; di fronte ad esso siamo impotenti. È come una finestra che si apra di sua iniziativa: la stanza diventa gelida e noi non possiamo fare altro che rabbrividire. Ma ogni volta si apre sempre un po' meno, finché non arriva il giorno in cui ci chiediamo che fine abbia fatto. (Arthur Golden)
  • Il rimpianto è una perdita di tempo, come il gongolare. (Gioco a due)
  • Io penso che sono meglio i rimpianti, perché su quelli ci puoi lavorare, perché puoi immaginarti il finale che più ti fa comodo, mentre i brutti ricordi il loro finale ce l'hanno già. (Giulia Carcasi)
  • Io mi porto i miei rimpianti fuori ogni notte e li butto nell'immondizia, Jubilee... (Wolverine (Edizione Play Press))
  • Ma non è ironico che proprio quando tutto sta finalmente andando per il verso giusto, tutto ciò a cui riesci a pensare è quell'unica cosa. Quel singolo rimpianto che ti frenerà sempre. (Being Erica)
  • Meglio mille rimorsi che un solo rimpianto. (Linea 77)
  • Nessuna scelta è priva di rimpianti. (Marion Zimmer Bradley)
  • Non voglio essere codarda ed avere rimpianti per tutto il resto della mia vita. Voglio essere coraggiosa. In fondo il coraggio è l'unica possibilità che abbiamo di cambiare le nostre vite quando non ci piacciono più. I rimpianti, invece, i rimpianti ci fanno morire tristi e soli. (L'amico di famiglia)
  • Rimpianto e rimorso sono dei sentimenti strani, rendono le persone degli attori esagerati. (Broken Sword: Il segreto dei Templari)
  • Qualche rimpianto poetico piazzato al punto giusto sta bene a una donna quanto certi capelli vaporosi sotto i raggi della luna. (Louis-Ferdinand Céline)
  • Se c'è spazio per il rimpianto | significa che un tempo abbiamo sorriso. (Sergej Aleksandrovič Esenin)
  • Se usassimo il buon senso e ascoltassimo il nostro cuore, forse ci accorgeremmo di aver scelto in modo saggio ed eviteremmo il rimpianto più profondo e doloroso di tutti: il rimpianto di esserci lasciati sfuggire una cosa meravigliosa. (Grey's Anatomy)

Emil Cioran[modifica]

  • Che il rimpianto sia un segno d'invecchiamento precoce? Se è vero, io sono senile fin dalla nascita.
  • La sola funzione della memoria è di aiutarci a rimpiangere.
  • Qualcuno ha detto molto giustamente: «Io sono quello che non ho fatto». Con questo si deve intendere che gli atti che non abbiamo compiuto, per il fatto stesso che vi pensiamo di continuo, sono il solo contenuto del nostro essere. In altri termini, io sono i miei rimpianti.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]