Saggezza

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Allegoria della saggezza, Robert Reid

Citazioni sulla saggezza.

  • Accade invariabilmente che il punto di partenza della saggezza sia la paura. (Miguel de Unamuno)
  • Acquistar saggezza in questo mondo spesso significa tener chiusa la bocca e non tirar fuori quel che si sa se non al momento giusto. (Erica Jong)
  • Al saggio non può capitare nulla di male: non si mescolano i contrari. Come tutti i fiumi, tutte le piogge e le sorgenti curative non alterano il sapore del mare, né l'attenuano, così l'impeto delle avversità non fiacca l'animo dell'uomo forte: resta sul posto e qualsiasi cosa avvenga la piega a sé; è infatti più potente di tutto ciò che lo circonda. (Lucio Anneo Seneca)
  • Anche l'uomo più miserabile è in grado di scoprire le debolezze del più degno, anche il più stupido è in grado di scoprire gli errori del più saggio. (Theodor Adorno)
  • Aveva sentito dire spesso che con gli anni arriva la saggezza, e aveva aspettato, fiducioso, che questa saggezza gli desse quello che più desiderava: la capacità di guidare la direzione dei ricordi per non cadere nelle trappole che questi spesso gli tendevano. (Luis Sepùlveda)
  • Credo ad un saggio quando gli ho sentito dire tre volte "dubito" e due volte "non so". (Alphonse Karr)
  • Credo alla tua saggezza solo se viene dal cuore, credo alla tua bontà solo se viene dalla ragione. (Arthur Schnitzler)
  • Credono molti che uno savio, perché vede tutti e' pericoli, non possa essere animoso; io sono di opinione contraria, che non possa essere savio chi è timido, perché giá manca di giudicio chi stima el pericolo piú che non si debbe. (Francesco Guicciardini)
  • Di tutte le cose che la saggezza procura per ottenere un'esistenza felice, la più grande è l'amicizia. (Epicuro)
  • È vero saggio chi, nella sua vecchiezza, sa risalire il fiume e guardare le ninfee, senza pungersi alle spine dei desideri rimasti sulle rive. (Nino Salvaneschi)
  • Ecco la prova definitiva della saggezza, | la saggezza non supera la sua prova finale nelle scuole, | la saggezza non può venire trasmessa da chi la possiede a un altro che non la possiede, | la saggezza pertiene all'anima, non è suscettibile di prove, costituisce la propria prova, s'applica a tutte le fasi e gli oggetti e le qualità ed è soddisfatta, è la certezza della realtà e dell'immortalità delle cose, dell'eccellenza delle cose; | esiste alcunché nella fluttuante visione di tutte le cose che fuori dell'anima l'evoca. (Walt Whitman)
  • I saggi che, privi di desideri, venerano lo Spirito Universale, non devono più passare per il seme umano. (Muṇḍaka Upaniṣad)
  • Il saggio per eccesso di saggezza diventa un folle. (Ralph Waldo Emerson)
  • Il vero Dio è nel cuore del saggio. (Anatole France)
  • Impara di più il saggio dai nemici che lo stolto dagli amici. (Jacques Deval)
  • La saggezza dei principi è di corta durata. (Anatole France)
  • La saggezza espressa dal genere umano nella secolare esperienza, ripete ai giovani che la gioventù, la salute, i piaceri, sono tutti beni fallaci e fugaci. Essa raccomanda però quelli morali e promette premii futuri che non sono meno chimerici. Allora perché non dire a quella giovinetta che le esteriori forme da lei ammirate e la stessa sua vita non erano altro che prodotti del principio maligno? Perché non aprirle gli occhi alla verità, se ella pareva tanto intelligente e tanto sensibile?... Non l'avrebbe compresa. (Federico De Roberto)
  • La saggezza non consiste nel cercare di strappare il bene dal male, ma nell'imparare a "cavalcare" entrambi, proprio come un tappo di sughero si adatta alla cresta e al solco dell'onda. (Bruce Lee)
  • La saggezza non è nulla se non conduce alla felicità. (Paul Henri Thiry d'Holbach)
  • La saggezza non può essere trasmessa. La saggezza che un saggio tenta di trasmettere suona sempre simile alla follia. (Herman Hesse)
  • La saggezza non si riceve, bisogna scoprirla da sé dopo un percorso che nessuno può fare per noi, né può risparmiarci, perché è un modo di vedere le cose. (Marcel Proust)
  • La saggezza non sta nel distruggere gli idoli, sta nel non crearne mai. (Umberto Eco)
  • La vera saggezza è nel pensare da pessimista, poiché la natura delle cose è ingiusta e crudele e la illusione è debolezza; ma, nella vita pratica e nella misura del possibile, agire da ottimista poiché nessuna energia, nessuno sforzo di bontà e di amore vanno mai interamente perduti. (Francesco Saverio Nitti)
  • La via del saggio consiste nell'essere generoso | e nel non competere. (Laozi)
  • Né amare né odiare: questa è la metà di ogni saggezza. Nulla dire e nulla credere è l'altra metà. Certo però si volgeranno volentieri le spalle a un mondo che rende necessarie norme come questa. (Arthur Schopenhauer)
  • Non si diventa saggi invecchiando, ma solamente furbi. (Cowboy Bebop)
  • Non si può essere felici finché intorno a noi tutti soffrono e si infliggono sofferenze; non si può essere morali fintantoché il procedere delle cose umane viene deciso da violenza, inganno e ingiustizia; non si può neppure essere saggi fintantoché l'umanità non si sia impegnata nella gara della saggezza e non introduca l'uomo alla vita e al sapere del più saggio dei modi. (Friedrich Nietzsche)
  • Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Naguib Mahfouz)
  • Quando i saggi vanno oltre l'udito dell'udito, il pensiero del pensiero, la parola della parola (e vi è anche il respiro del respiro, lo sguardo dello sguardo), trasuperano il mondo fenomenico e diventano immortali. (Kena Upaniṣad)
  • Se la morte è il fine necessario della vita, tutta la saggezza consiste nell'affrettarne il conseguimento. (Federico De Roberto)
  • Troppo spesso la saggezza è solamente la prudenza più stagnante. (Lucio Battisti)
  • Un tempo credevo che prima o poi avrei incontrato una persona veramente saggia; oggi non saprei nemmeno dire che cosa sia la saggezza. (Fausto Cercignani)

Proverbi[modifica]

Italiani[modifica]

  • Al savio non s'addice inciampar due volte.
  • Al savio poche parole bastano.
  • Chi bene giudica, bene elegge.
  • Chi è savio, ha un buon viatico nel cammino della vita.
  • Chi non conosce la via della saggezza, precipita nella fossa della pazzia.
  • Chi può nasconder la sua croce, quello è savio.
  • Chi sa sopportare la propria fortuna, è savio davvero.
  • Chi troppo pensa perde la memoria; e chi non pensa, perde la vittoria.
  • Chi vive contando, vive cantando.
  • Chi vuol far profitto della saggezza, non deve lasciarsi signoreggiar dalle donne.
  • Ci sono dei savi matti, e dei matti savi.
  • Ciascuno sia savio in casa sua, e tutto il mondo tal sarà.
  • Cinque sono le strade che conducono alla saggezza: tacere, ascoltare, rammentarsi, studiare e fare.
  • Commetti al savio e lascia fare a lui.
  • Con un po' di cervello si governa il mondo.
  • Divenir ricco è fortuna, divenir savio è arte.
  • Dove deve entrar la saggezza, cinque porte devono essere aperte.
  • Dove il diritto e la giustizia non sono stimati, la saggezza nulla vale.
  • Due strade conducono alla saggezza: l'esperienza propria e l'altrui esempio.
  • Fuggire il male è gran saggezza.
  • Gli uomini savi fanno le savie cose.
  • I denti della saggezza spuntano tardi, e cascano di buon'ora.
  • I matti mordono e i savi se ne accorgono.
  • I savi sono la perla di un regno; i dotti la delizia di un banchetto.
  • Il primo passo della saggezza è di lasciar la via della pazzia.
  • Il savio è grande nelle piccole cose; il malvagio, piccolo nelle grandi.
  • Il savio fa da principio quello che lo stolto fa all'ultimo.
  • Il savio governa con la persuasione, e non con la violenza.
  • Il savio non dice tutto quello che pensa, ma pensa tutto quello che dice.
  • Il savio non è mai solo.
  • Il savio pesa le sue parole sul bilancino dell'oro.
  • Il savio porta con sé la sua fortuna.
  • Il savio riflette un'ora su quel che deve dire, e un giorno su quel che deve fare.
  • Il savio si conosce al cattivo tempo.
  • Il savio tutto può dimenticare, eccetto i suoi difetti e il suo benefattore.
  • Il savio udendo, più saggio diventa.
  • La gente savia non si cura di quel che non può avere.
  • La necessità non insegna che a sopportare, ma la saggezza insegna a rinunciare.
  • La saggezza che vien dall'esperienza è migliore di quella che s'impara nei libri.
  • La saggezza domina la fortuna.
  • La saggezza dovrebbe aver per compagna la fortuna, ma la fortuna è nemica della saggezza.
  • La saggezza è un albero che cresce nel cuore e porta i suoi frutti sulla lingua.
  • La saggezza è un limpido rivo che lava le brutture delle passioni.
  • La saggezza lascia al caso il men che può.
  • La saggezza senza virtù non adorna né la vecchiaia né la gioventù.
  • La saggezza val più della forza e dell'astuzia.
  • La saggezza vien da Dio, e l'astuzia dal diavolo.
  • Le due ali del savio sono la modestia e la beneficenza.
  • L'intelletto senza saggezza, taglia la carne altrui e le proprie dita.
  • L'italiano è saggio prima di fare una cosa, il tedesco quando la fa, e il francese quando è bell'e fatta.
  • L'italiano è savio e lo pare, lo spagnolo par savio e non lo è, il francese è savio senza saperlo.
  • L'occhio del savio illumina la terra.
  • Manda il savio con un incarico, e non gli dir nulla.
  • Meglio pianger coi savi, che rider coi pazzi.
  • Molti vogliono sposar la saggezza, ma non vogliono poi pagare le spese delle nozze.
  • Nessuno è savio in ogni tempo.
  • Occhi che vedono, non invecchiano
  • Ogni cosa va presa per il suo verso.
  • Parlare e tacere a tempo è la vera saggezza.
  • Quando esci pensa a quel che devi fare; e quando torni a quel che hai fatto.
  • Savio per tempo tosto incanutisce.
  • Savio presto, presto vecchio.
  • Spesso sotto vili panni, molta saggezza si nasconde.
  • Un giorno del savio è meglio di tutta la vita dello stolto.

Toscani[modifica]

  • Agli ulivi, un pazzo da capo, e un savio da piè.
  • Agli ulivi, un pazzo sopra, e un savio sotto.
  • Buone parole e cattivi fatti, ingannano savi e matti.
  • Chi è tenuto savio di giorno, non sarà mai pazzo di notte.
  • È meglio errar con molti ch'esser savio solo.
  • E' sa meglio il pazzo i fatti suoi, che il savio quegli degli altri.
  • La lode giova al savio e nuoce al matto.
  • Più ne sa un pazzo a casa sua, che un savio a casa d'altri.
  • Più vale una savia donna filando, che cento triste vegliando.
  • Sanno più un savio e un matto, che un savio solo.
  • Savie all'impensata e matte alla pensata.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Saggezza popolare[modifica]

Elementi di saggezza popolare sono costituiti da:

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]