Salvatore Fenicia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Al 2014 le opere di un autore italiano morto prima del 1944 sono di pubblico dominio in Italia PD

Salvatore Fenicia (1793 – 1870), noto anche con lo pseudonimo di Presidente Fenicia, poeta, scrittore e saggista italiano.

Incipit di alcune opere[modifica]

Canto a tutte le donne virtuose dell'universo[modifica]

Dammi, Apollo, il tuo pletto, il vecchio vate
Desia d'armonizzar sulla sua lira
Forsi l'ultimo canto, il quale i pregï
Del sesso bel all'universo annunzï.

Componimenti scritti per chiarire taluni punti oscuri della fisica arcana[modifica]

Non il succiar dell'adustante Sole
Trae ne' campi eterei ed evoca
Dal sen terrestre la spaziante mole,
Che da' torrenti e lampi in voce roca.

Citazioni su Salvatore Fenicia[modifica]

  • Un altro bell'originale napoletano fu il Presidente Fenicia ossia Salvatore Fenicia, presidente della Commissione degli scavi di Ruvo, nato a Ruvo [Ruvo di Puglia, n.d.r.] nel 1793. Quest'altra famosissima bestia aveva la manìa della letteratura: un catalogo delle opere da lui scritte, compilato nel 1856 — e il Fenicia continuò a scrivere ed a stampare almeno fino al 1861 — ne riferisce 72 fra edite e inedite, di cui qualcuna in 12 volumi di complessive pagine 4000! Lo stile e la lingua di queste strampalatissime scritture sono qualcosa d'incredibile, ma lo spazio non mi consente di dilungarmi a trascriverne degli interminabili periodi. (Giuseppe Fumagalli)

Bibliografia[modifica]

  • Salvatore Fenicia, Canto del Cavaliere Fenicia Membro della Società dell'Union de' Poeti di Francia Intitolato a tutte le donne virtuose dell'universo, Napoli, Tipografia Agrelli, 1866.
  • Salvatore Fenicia, Componimenti del Presidente Fenicia Socio di diverse accademie e congressi scientifici Scritti per chiarire taluni punti oscuri della fisica arcana, stamperia di Salvatore Piscopo, Napoli, 1856.

Altri progetti[modifica]