Sergiu Celibidache

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Sergiu Celibidache (1912 – 1996), direttore d'orchestra rumeno naturalizzato tedesco.

  • Il popolo di maggior talento per la musica è certamente l'italiano, ma è anche il più ignorante in materia musicale.[1]
  • Karajan? Terribile. O è un grande affarista, oppure è sordo.[1]
  • Hans Knappertsbusch? Uno scandalo. È l'assoluta non-musica.[1]
  • Arturo Toscanini? Una fabbrica di note.[1]
  • Karl Böhm? Un sacco di patate. Non ha mai diretto musica nella sua vita.[1]
  • Abbado? Poco più che un dilettante.[2]
  • Muti? Un talento fuori del comune ma ignorante come Toscanini.[2]
  • Mahler? Un uomo senza carattere; solo un grande virtuoso della strumentazione, uno che comincia sempre bene e poi non è capace di smettere.[2]

Note[modifica]

  1. a b c d e Dall'intervista a Der Spiegel; citato in Michele Selvini, Concerto (Dvořák).
  2. a b c Citato in Klaus Umbach; citato in Paola Sorge, Celibidache bacchetta i suoi colleghi, la Repubblica.it, 14 ottobre 1995.

Bibliografia[modifica]

  • Michele Selvini, Concerto (Dvořák), Armando Curcio Editore, Roma 1989.
  • Klaus Umbach, Celibidache, l'altro maestro: reportage biografico, Edimedia, Bologna, 1997.

Altri progetti[modifica]