Sister Act - Una svitata in abito da suora

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Sister Act - Una svitata in abito da suora

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Sister Act
Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti
Anno 1992
Genere commedia
Regia Emile Ardolino
Sceneggiatura Joseph Howard
Produttore Scott Rudin
Attori

Sister Act – Una svitata in abito da suora, film statunitense del 1992 con Whoopi Goldberg, regia di Emile Ardolino.

Frasi[modifica]

  • Perché, sa, io, io di voi ho sempre, ho sempre parlato bene, ho sempre avuto ammirazione per voi, per voi suore, voi siete così cattoliche! Voi siete sposate con il "Pezzo Grosso", con il Salvatore, siete tutte sue mogli, è una cosa meravigliosa. (Deloris) [Parlando alla superiora]
  • Ha appena tentato di uccidermi, non mi pare una relazione da tenere in piedi! (Deloris) [Parlando dell'amante]
  • Ma mi guardi bene, sono una suora? Somiglio a un pinguino! (Deloris) [Parlando alla superiora]
  • Immagina di essere in un ambiente pieno di gente, immagina un gran rumore di stoviglie, tutti che chiacchierano a voce alta, camerieri che chiedono 'Chealtrovoletemangiare?' (Deloris) [Parlando a Suor Maria Roberta]
  • Alma! Hai le pile scariche! (Deloris) [Parlando con la pianista Sorella Alma, facendole notare che ha le pile dell'apparecchio scariche]

Dialoghi[modifica]

  • Tenente Sauter: Possiamo darci del tu?
    Deloris: Dammi del tu, del lei, dammi quello che ti pare ma tienimi in vita.
  • Tenente Sauter: Passeranno due mesi da qui alla prima udienza...
    Deloris: Ah, così presto?!? Perché non un anno o un paio di secoli? e in questi due mesi che farete, mi metterete in una valigia e mi seppellirete?!? No non ci sto!
  • Michelle: Non bussate mai, eh!
    Joey: Sta' a sentire, zucchero, tu non hai niente che io e lui non abbiamo già visto da un'altra parte.
    Michelle: Allora finitela di studiare a memoria le mie tette!
  • Joey: Deloris, tieni. Da parte di Vince.
    Deloris: Spero che sia il suo CADAVERE!
  • Deloris: Sì, ma che intenzioni hai? Vuoi chiudermi nel campanile come il Gobbo di Notre-Dame?
    Tenente Sauter: Sì, voglio che resti qui per un po'. In un convento! È il posto ideale!
    Deloris: Tu devi essere matto! Sai cosa faccio adesso, vado a far pace con Vince! CURATI! In un convento, ma vogliamo scherzare?! In mezzo a persone che non sanno nemmeno cos'è il sesso!
  • Deloris: Io andrò fuori di testa, insieme a bianche bigotte vestite da suore! Mi dici cosa potrei fare?!
    Tenente Sauter: ... pregare!
    Deloris: Pregare...?!
  • Deloris: Maria Claretta? Come Claretta Williams, la terza dei Tre della Squadra Speciale?
    Madre Superiora: Maria in onore della Madonna. Claretta in onore di Santa Chiara della Concordia. Tre sono i voti che una suora deve osservare. Il voto di povertà.
    Deloris: Mmmh.
    Madre Superiora: Il voto di obbedienza.
    Deloris: Mmmh.
    Madre Superiora: E il voto di castità.
    Deloris: Eh no! Questo è troppo!
  • Vince: Tu hai studiato legge, Larry? E ti sei laureato?
    Larry: Eh, sono avvocato! Certo che mi sono laureato!
  • Barista: Sorella! Sei venuta a sentire la colonna sonora di Uccelli di Rovo? [Deloris sceglie una canzone] Di' un po', sorella, ti vuoi fare un balletto?
    Deloris: Non credo che reggeresti il ritmo!
  • Suor Maria Roberta: Aspetta! [rivolta al barista] Siamo state benissimo, e ritorneremo...
    Deloris: ... in un'altra vita! Notte!
  • Vince: Ehi, bambola!
    Suor Maria Lazzara: ... cercavi me, dolcezza?!
  • Madre Superiora: Musica pop! Boogie woogie in Chiesa! Che diavolo ti sei messa in testa?!
    Deloris: Mi sono ispirata a Las Vegas solo per portare in Chiesa qualche cristiano in più!
    Madre Superiora: E poi, che cos'altro introdurrai?! I popcorn? La calata del sipario?! La Chiesa non è un teatro, né un cinematografo!
  • Deloris: Ugh! Ma che siete, un ordine macrobiotico?! Fa schifo questa roba, che c'è dentro?
    Madre Superiora: Sorelle, passeremo il resto della giornata in silenzio.
    Deloris: In silenzio? E perché?
    Madre Superiora: Solo con le labbra serrate le nostre preghiere possono arrivare davvero al Signore.
    Deloris: Quindi non si può neanche mangiare.
    Madre Superiora: Il silenzio comincia ADESSO.
    Deloris: [sottovoce] Come fai a mangiarlo, è vomitevole!
    Madre Superiora: Maria Claretta! Forse preferisci osservare un giorno di digiuno?
    Deloris: Di diguno? No, no. Adesso ci metto un po' di sale e la insaporisco, non è male. Scusa, mi passi il sale per piacere?
    Madre Superiora: Un giorno di digiuno per ricordarti dei tanti poveri che oggi soffrono la fame.
    Deloris: No no no, ho detto di no, grazie, lascia, lascia stare il piatto!
  • Suor Maria Patrizia: È gelato!
    Suor Maria Lazzara: Questo è un peccato, una concessione alla gola... alle mandorle non c'era più? Non c'è lo sciroppo?
  • Suor Maria Roberta: Il Papa! Domani! Sono così emozionata! E se dimentico le parole?
    Deloris: Andrai dritta all'Inferno. Sto scherzando!
  • Tenente Sauter: Vince sa che sei qui, ti porto via adesso!
    Deloris: Non posso andarmene, cantiamo per il Papa domani!
    Tenente Sauter: Tu canterai per San Pietro domani, se non ti decidi a darmi retta!
  • Deloris: Senti, tu sei una di quelle che apprezzano il lavoro duro e la disciplina?
    Suor Maria Lazzara: Naturalmente! Sono una suora. Da quattro papi, finora!
    Deloris: Quattro?! Salute!

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]