Steven Utley

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Steven Utley (1948 — vivente), scrittore statunitense.

Incipit di Regista[modifica]

Giaceva supino nel letto e fissava il soffitto buio. La pendola in anticamera suonò l'ora. Le due, pensò, e tutto va... bene...
Il secondo e ultimo rintocco si spense. Si ritrovò ad ascoltare la casa che parlava fra sé, sommessamente, con un profondo mormorio di gola. Il legno scricchiolava e gemeva e da qualche parte, in basso, il termostato ticchettava con un suono appena percettibile. Sembrava che la casa pulsasse in sincronia col borbottio del condizionatore. Dopo un'eternità il borbottio cessò e il meccanismo si assestò. Lui percepiva i sommessi ronzii e fruscii e cercava di suddividerli, di identificarli, invitandoli a fermarsi uno dopo l'altro per dargli la possibilità di riprender sonno.

Bibliografia[modifica]

  • Steven Utley, Regista, traduzione di Beata della Frattina, Mondadori, 1981.

Altri progetti[modifica]