Super Size Me

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Super Size Me

Immagine Morgan Spurlock at the Tribeca Film Festival.jpg.
Titolo originale

Super Size Me

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2004
Genere documentario
Regia Morgan Spurlock
Soggetto Morgan Spurlock
Sceneggiatura Morgan Spurlock
Note
  • Premio per la regia al Sundance Film Festival

Super Size Me, film documentario statunitense del 2004, regia di Morgan Spurlock.

  • In America tutto è più grande: abbiamo le macchine più grosse, le case più grosse, le più grosse aziende, il cibo più grosso, e infine le persone più grosse.
  • Ambiente tossico perché c'è continuo accesso a cibo di scarsa qualità e carico di grassi. Le stazioni di servizio vendono più caramelle e bibite gassate che benzina. È un paese dove ci sono più di tre milioni di distributori di bibite, il che vuol dire uno ogni novantasette americani. Un mondo dove la gente usa soltanto l'auto per spostarsi e dove camminare è diventato talmente un peso che lasciamo che siano le macchine a farlo per noi.
  • Al processo contro McDonald's i legali della difesa hanno dichiarato che è di pubblico dominio il fatto che i procedimenti usati per la preparazione del suo cibo lo rendono più nocivo del cibo non trattato. Per citare un esempio, i McNuggets. In origine venivano usati i polli troppo vecchi per deporre uova, oggi i McNuggets provengono da polli dal petto insolitamente sviluppato. La polpa disossata diventa una specie di tritato di pollo, dopodiché viene mischiata con stabilizzanti e conservanti, pressata nella forma che conosciamo, impanata, fritta, surgelata e distribuita nei vari punti McDonald's. Il giudice Robert Swift li ha definiti "cibo di McFrankenstein", preparato con ingredienti assolutamente sconosciuti in cucina.
  • Mi trovavo ad una cena con delle persone e tra gli invitati c'era anche un fumatore, a un certo punto un tizio si è messo a fare il gradasso e a dire "Ma che ti salta in mente non lo sai che il fumo fa male? Ti succederà questo, ti succederà quello. Dovresti smettere lo sai?" e il fumatore invece di dirgli "Ma vaffanculo" voglio dire "pensa ai fatti tuoi" come sarebbe stato giusto in fin dei conti, piuttosto imbarazzato e difendendosi ha detto "Ho cercato di smettere, ci devo riprovare, hai ragione, hai ragione". Allo stesso tavolo era seduta una signora molto grassa e mi sono detto, pensa se quello invece di attaccare il fumatore, avesse detto a quella grassa signora "Ma non te ne rendi conto che sei obesa? Non lo sai quanto è pericoloso essere sovrappeso? Smettila di mangiare santo cielo, lascia stare quel dessert, non ti sei vista giusto?" La logica è la stessa, non credo sia possibile fare una distinzione tra i due esempi che ho fatto. La ragione sta nel fatto che è socialmente accettato attaccare i fumatori, ma non lo è attaccare gli obesi, ancora. Quindi la domanda è quand è che diventerà accettato socialmente permettersi di attaccare le persone grasse, nello stesso modo con cui viene fatto tranquillamente con i fumatori?
  • Avete sentito che cos'ha appena detto?[1] «Siamo parte del problema»! La lobby di Coca-Cola, Heinz, Smucker's, Kellogg's, Nestle, Kraft, Hershey's, Sara Lee, Cadbury, General Meals, Seagram, Welch's, Wise, Birds Eye, Lance, Cambell's, Carvel, Mars, Ocean Spray, Hormel, Dannon e Pepsi ha detto: «Siamo parte del problema». Però, stiamo facendo progressi...

Note[modifica]

  1. Commentando una gaffe di Gene Grabowski, addetto stampa della GMA (Grocery Manufacturers Association).

Altri progetti[modifica]