Ted Bell

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Ted Bell (? — vivente), scrittore statunitense.

Incipit di La setta degli assassini[modifica]

Venezia

La luce del sole del tardo pomeriggio filtrava radente dalle alte finestre aperte sul Canal Grande. I pavoni argentei sulle tende di velluto ondeggiavano nella brezza salmastra dell'Adriatico. I tiepidi zefiri della sera sospingevano i granelli di polvere illuminati dal sole che si levavano indolenti verso il dorato soffitto a volta.
Nudo e disteso sulla coperta di broccato dell'immenso letto a baldacchino, l'onorevole Simon Clarkson Stanfield si voltò e, con un gesto d'impazienza, spense la sigaretta nel massiccio portacenere di cristallo accanto al letto. Alzò gli occhi verdi e penetranti in direzione delle finestre e fissò intensamente la scena in lontananza. Le incessanti e immutabili navigazioni dei veneziani non smettevano mai di affascinarlo.

Bibliografia[modifica]

  • Ted Bell, La setta degli assassini, traduzione di Marco Zonetti, Tea. ISBN 9788850215515

Altri progetti[modifica]