The O.C. (prima stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

1leftarrow.pngVoce principale: The O.C..

The O.C., prima stagione.

Dialoghi[modifica]

 Se conosci il numero dell'episodio, inseriscilo, grazie Se conosci il numero dell'episodio, inseriscilo, grazie

  • Sandy: La prossima volta che ti va di alzare le mani, avvertimi, sono qui per questo.

episodio 25 "Il fidanzamento" [a proposito di Seth] Hailey: E allora?
Marissa: Al padre di Summer non è piaciuto Seth...
Hailey: E allora? Se i genitori approvano non c'è sesso...Sto esagerando?
Marissa: Sì, è pur sempre mio padre!

  • Oliver: Finiscila, amico, è finita...
    Ryan: Hey, Oliver? Non è mai cominciata!

Episodio 1, Orange County[modifica]

Frasi[modifica]

  • La medicina fa grandi progressi, tra poco la durata media della vita di un uomo sarà cent'anni, ma ho letto un articolo che diceva che la previdenza sociale dovrebbe esaurirsi entro il 2025, il che vuol dire che la gente dovrà tenersi il lavoro fino a quando ne ha ottanta... Quindi non voglio impegnarmi in niente già da adesso. (Ryan)
  • Dove abito io un sogno non ti rende intelligente... Sapere che non si avvererà, quello sì! (Ryan)
  • [Sandy, scendendo dalla macchina, sta per portarsi le chiavi e incrocia lo sguardo di Ryan] Non mi diverto se ci sono le chiavi! (Ryan)
  • [A Ryan] Vuoi giocare a Grand Theft Auto? È abbastanza fico, ti puoi fregare le macchine... No, non è così fico... O non fico, non lo so... (Seth)
  • [A Ryan, parlando della sfilata di beneficienza di quella sera] Marissa ti ha invitato?! Viviamo fianco a fianco... Non lo so, da quando siamo nati... Suo padre si è persino quasi sposato con mia madre e non mi ha mai invitato neanche a un compleanno! (Seth)
  • [Prima uscita pubblica di Ryan: rivolgendosi al popolo giacche scure, sobrie cravatte e sfarzosi abiti da sera] Benvenuto nel Lato Oscuro... (Seth)
    [La sera stessa, a casa di Holly, parlando delle ragazze seminude, dell'alcool e della coca in giro] È Questo il vero Lato Oscuro! (Ryan)
  • Non gli schizzi il gioco, signor Cohen! (Ryan)
  • Allora, Chester, continui a esercitarti con la vela? Stai facendo passi da gigante, sai?!
    [Chester, un bambino di 10 anni, si limita a guardarlo storto]
    Sono contento che abbiamo avuto un attimo per riaggiornarci!
    (Seth)
  • [alla casa sulla spiaggia di Holly] Seth: Oh, accidenti, scusate. Dovrei... imparare a bussare. Casomai ci fosse una cosa a tre nel bagno... fate con comodo!
  • [Alla squadra di pallanuoto] Non mi potete fare del male, perché... Sarebbe troppo banale...
    [La squadra di pallanuoto lo comincia a pestare] Suppongo voi siate dei fan del banale!
    (Seth)
  • [A Ryan, dopo averlo steso a pugni] Benvenuto a O.C., stronzetto! È così che si fa a Orange County! (Luke)
  • Beh io, non so davvero cosa dire! A parte che tu mi hai proprio salvato la pelle con quelli! Sembravi uscito da Fight Club, a un certo punto, non lo so... Sai cosa penso? Ryan, penso che se tu mi insegnassi qualche trucco, la prossima volta li potremmo fare a pezzi, ecco cosa penso! Un po' di questi [Mima un pugno], mi capisci? E un po' di questo e questo [Mima un paio di calci]... (Seth)

Dialoghi[modifica]

  • Sandy: Da quand'è che sei diventata così cinica?!
    Kirsten: E tu da quando sei così presuntuoso?!
    Sandy: Sono sempre stato presuntuoso... Eh, una volta lo trovavi affascinante!
  • Marissa: E tu chi sei?

Ryan: Chiunque tu vuoi che io sia!

  • Marissa: Ah ho capito!


Marissa[guardando ryan che stava fumando]: Te ne posso fregare una? [Ryan si avvicina, gli porge la sigaretta e gliela fa accendere portando la sua sigaretta con quella di Marissa]
Marissa: Allora che ci fai qui?...seriamente!
Ryan: Seriamente?! Ho rubato una macchina... l'ho sventrata... in realtà è stato mio fratello, ma lui aveva una pistola e della droga quindi ora è in prigione! Io sono uscito e mia madre mi ha cacciato! perché era ubriaca, incazzata... e il signor Cohen mi ospita!
Marissa: Tu sei il cugino di Boston, vero?
Ryan: Vero!

  • Sandy: Siamo tutti molto eccitati per la tua sfilata di beneficenza di domani sera.
    Marissa: Davvero?! Sul serio?
    Sandy: ...No!
  • Sandy: Ciao ragazzacci, se vi va possiamo andare alla sfilata verso le sette.
    Seth: Sì... divertitevi!
    Sandy: Ma dài! È un nuovo anno scolastico, Seth...
    Seth: Ma sono sempre gli stessi ragazzi, e poi che bisogno hanno di fare una sfilata? Ogni giorno è una sfilata per loro!
    Sandy: Ryan ci deve andare, Marissa lo ha invitato.
    Seth: Marissa ti ha invitato? Viviamo fianco a fianco, non lo so... da quando siamo nati, suo padre si è persino quasi sposato con mia madre e non mi ha mai invitato mai neanche a un compleanno!
    Sandy: Non è vero! Non si sono quasi sposati!
  • [Alla festa prima della sfilata una signora chiede a Ryan]
    Signora 1: Devi essere il cugino di Boston, eh? Non so come fai, io proprio non potrei mai viverci, odio il freddo!
    [Un'altra signora chiede a Ryan]
    Signora 2: Ma a te piace Seattle? Tutta quella pioggia non è deprimente?
    [Un'altra signora ancora chiede a Ryan]
    Signora 3: Mi hanno detto che sei del Canada, giusto?
    Ryan: Sì, giusto!
  • Seth: Ehi, Luke, come va?
    Luke: Ehi! Ciao, sei sempre più checca, eh?
    Seth: Anche le mie vacanze sono state fantastiche, grazie per avermelo chiesto!
  • Cliente di Jimmy: Conto di morire ricchissimo, Jimmy!
    Sandy: Beh, almeno una delle due cose è sicura!
  • Kirsten: È già tornata Marissa?
    Jimy: Ma no, lei di solito fa molto tardi.
    Kirsten: Beh, Seth non esce mai...
    Jimy: Non ti preoccupare, non fanno niente che non abbiamo fatto anche noi!
    Kirsten: Ah... È confortante!
  • Marissa: Che te ne pare di Newport?
    Ryan: Rischio molto meno dalle mie parti!
    Marissa: Chi non rischia non vince!
  • Seth: Summer è proprio lì... Guarda... Aspetta, non guardare, cioè puoi guardare ma non ti fare vedere che guardi! [arriva il signor Cohen] Ciao, papà.
    Sandy: Ciao ragazzi! Ma quella è Summer? [Indica visibilmente la ragazza]
    Seth: Io penso che... penso che andrò a sedermi... [Dice facendo finta di niente mentre si allontana]
    Sandy: Aspetta...
    Ryan: Non gli schizzi il gioco, signor Cohen.
  • Seth: Non mi toccare, anzi guarda, perché non te ne torni a Chino, sono sicuro che qui nel parcheggio c'è una bellissima macchina che ti puoi fregare!
    Summer: Chino? Che schifo!
  • Kirsten: Seth ha fatto a botte ieri sera.
    Sandy: Davvero?
    Kirsten: È il minimo quando porti una persona del genere in casa, se lasci tuo figlio con dei criminali...
    Sandy: Almeno sta con qualcuno! Non gli schizzare il gioco, tesoro...
    Kirsten: Che diavolo vorrebbe dire?!
    Sandy: Io... Non lo so! So solo che preferisco che Seth stia con Ryan che con qualche ragazzo del fondo fiduciario a cui importa solo cambiare fuoristrada ogni anno! C'è tutto un mondo fuori da questa campana di vetro!

Episodio 2, Il nascondiglio perfetto[modifica]

Frasi[modifica]

  • Visto che questa sarà la tua ultima sera qui da noi, facciamo una follia, una che lascia il segno. Tipo un tatuaggio... O magari agganciamo due prostitute e ci facciamo iniziare al sesso... [Ryan lo guarda sconfortato] Ho capito, all'Imax c'è un film con squali assassini! (Seth)
  • [Durante quella che doveva essere l'ultima cena di Ryan a casa Cohen] C'è un'aria da ultima cena... [Kirsten lo guarda storto] Scusa, battutaccia! (Sandy)
  • [Ryan parla del numero di matricola che lo identificherà andando in riformatorio]
    Meglio del soprannome che mi hanno affibbiato...Seth alito mefitico! (Seth)
  • [A Sandy, parlando di Ryan] Sono circondato da un branco di cerebrolesi, tutti griffati fino alle mutande, incontro un ragazzo in gamba e voi lo cacciate via... (Seth)

Dialoghi[modifica]

  • Kirsten [Parlando delle abitazioni tipo]: Le faccio per lavoro... Insomma, quelle vere, naturlamente...
    Ryan: Ne farebbe una per me?! [Kirsten lo guarda quasi colpevole] Scusi, battutaccia!
  • Seth: Peccato che te ne vai, non ceniamo mai così...
    Kirsten: Non è vero, ci vivo tra i fornelli...
    Seth: Diglielo, eh...
    Sandy: Non posso dargli torto...
    Kirsten: Finitela!
    Sandy: Non vogliamo condannarti ai fornelli forzati.
    Seth: Il disastro del pollo arrosto aleggia ancora su di noi...
    Kirsten: Era una faraona...
    Seth: Ho sparso personalmente le sue ceneri in riva al mare...
  • Marissa: È il compleanno della mia amica Summer...
    Seth: Sicura?! Non è mercoledì?.. [Marissa e Ryan lo fissano] Che ne so, l'ho sentito, ma forse sbaglio!
  • [Marissa s'insospettisce vedendo uscire di notte Ryan e Seth]
    Ryan: Magari il girocollo nero in Agosto l'ha insospettita!
    Seth: Senti, non volevo dare nell'occhio e comunque è il mio colore preferito!
  • [Marissa, Ryan e Seth in macchina verso l'abitazione tipo]
    Marissa: Me lo dite o no dove andiamo?! Mica posso guidare all'infinito...
    Seth: Fossi in te non mi lamenterei, considerando il dettaglio che nessuno ti ha invitata!
    Marissa: Se non mi fossi invitata viaggereste in skateboard!
  • Marissa [A Ryan]: Ti piacciono?
    Ryan: Così così...
    Marissa: Che ascolti di solito?
    Ryan: Tutto e niente... non ho una gran passione per la musica...
    Seth: Sei tutto strano!
    Ryan: E tu cosa ascolti?
    Marissa: Ah... ultimamente... punk!
    Seth: Guarda che Avril Lavigne non fa punk!
    Marissa: Ma dai... che ne dici dei Cramps? Stiff Little Fingers? Clash? Sex Pistols?
    Seth: Ascolto la stessa musica di Marissa Cooper... mi toccherà suicidarmi...
    Ryan: Perché il punk?
    Marissa: Ce l'ho col mondo.
  • Marissa: Dove ci hai portati?
    Seth: È una delle case che mia madre ristruttura e vende. Mio nonno ne possiede parecchie, questa dovrebbe essere l'abitazione-tipo, però i lavori non finiranno mai.
    Marissa: Perché? Ci è morto qulacuno ed è infestata dagli spettri?
    Seth: Brava! È una casa maledetta.
    Ryan: Dài, sul serio.
    Seth: No, ma l'idea è suggestiva...
  • Ryan: Da quant'è che stai con lui?
    Marissa: Con Luke?! Chi se lo ricorda!
    Seth: Io! Quinta elementare: giocavate al dottore e all'infermiera durante la gita al "Museum of Tollerance", in fondo al pullman. Una scelta di classe!
    Marissa: Senti un po', perché ce l'hai con me, Cohen? Si può sapere che t'ho fatto di male?
    Seth: Niente, Marissa, a parte il fatto che siamo vicini di una vita e non mi hai mai degnato neanche di una parola!
    Marissa: Ma piantala, quello che non saluta sei tu! Credi di essere molto più in gamba degli altri.
    Seth: Ma non mi dire... Guarda, se fra questi altri c'è Luke, hai ragione, quello si rade il petto!
  • [Rispondendo al cellulare] Marissa: Ciao Summer!
    Seth: Senti, senti! È davvero lei? Dille che le faccio gli auguri!
    Marissa: Ehm... sì...
    Summer: Coop, dove sei? Ti veniamo a prendere?
    Marissa: No, non ce n'è bisogno, arrivo...
    Seth: Dille che le faccio gli auguri!
    Marissa: Ehm... Seth Cohen ti fa gli auguri...
    Summer: Chi?!
    Marissa: Ti ringrazia!
  • [Un poliziotto interroga Seth a proposito della fuga di Ryan]
    Poliziotto: Quindi non hai idea di dove possa essere finito...
    Seth: No, mi dispiace. Diceva che gli sarebbe piaciuto andare in Messico a scommettere sui combattimenti dei galli, ma forse è un po' fuori dalla sua giurisdizione!
  • Kirsten [Parlando dell'abitazione-tipo]: Non ti sembra troppo pretenziosa?
    Jimmy: Figurati! Per ristrutturare la nostra mia moglie ha fatto importare il mosaico della doccia direttamente dal Marocco. Quello è "pretenzioso"!
  • Seth: Ciao ragazzi. Ah! Fritto misto anche voi, da panico, vero?
    Luke: Sparisci checca!
    Seth: [Ride] Almeno... io non mi rado il petto...
    Luke: Come, scusa?
    Marissa: Luke, lascia stare...
    Seth: Ho detto che hai una bellissima maglietta, era un complimento.
    Luke: Ma sentilo, io ti spacco la faccia, Cohen!
    [Arriva Ryan]
    Ryan: Piantala!
    Luke: Chi si rivede! Il nostro ridicolo amico, soprattutto col look alla 8 Mile!
    Marissa: Dài, smettila!
    Luke: Che ti prende? Hai fondato un partito in difesa degli sfigati d'America? [Ridono]
    Ryan: [Ridendo] Sai cosa mi piace dei figli di papà?
    [Gli molla un pugno che lo fa volare sul tavolo]
    Ryan: Niente!
  • Sandy: L'ho capito appena sei nato, sai? Non potrò mai più dormire sonni tranquilli senza avere la certezza che sei al sicuro...
    Seth: Sono un incubo!
    Sandy: Ti avverto, se scapperai... Io verrò con te.

Episodio 3, Una casa sicura[modifica]

Frasi[modifica]

  • [Congedandosi da "Le Pettegole", le amiche di Kirsten] Beh, vado a fare il mio lavoro: a cercare un altro pericoloso elemento da portare qui. Forse un ragazzo di colore, o un asiatico! Arrivederci! (Sandy)
  • [A Tarin, parlando di Ryan] È incredibile, la polizia mette dentro i criminali e Sandy Cohen li rimette fuori e ce li porta qui! (Julie)

Dialoghi[modifica]

  • Sandy: Andrà tutto bene, vedrai!
    Ryan: Mia madre mi ha mollato, ho distrutto una casa, come può andare tutto bene?!
    Sandy: Troveremo tua madre.
    Ryan: Ne è sicuro?
    Sandy: Faremo tutto il possibile.
    Ryan: Sì, certo... E se io non volessi trovarla?!
  • Sandy: Ma lo sai questo tuo essere casalinga e donna d'affari è veramente...
    Kirsten: Fastidioso?!
    Sandy: Eccitante... Fastidiosamente eccitante!
  • Kirsten [Parlando di Ryan]: Non siamo i suoi genitori, non sono sua madre...
    Seth: Buon per lui!
  • [Jimmy accompagna Seth in camera di Marissa]
    Jimmy: Allora?! Come sta tua madre?
    Seth: Molto... Sposata!
  • [Seth arriva in camera di Marissa mentre lei è con Summer e si fermano a parlare all'ingresso della stanza]
    Seth: Vado da Ryan. Pensavo che forse ti andava di venire... Sarebbe contento.
    Marissa [A voce alta, per farsi sentire da Summer]: Ehm, come hai detto, Seth? Che stai andando a una convention di Guerre stellari?!
    Seth: Una convention di Guerre stellari?! Ma sei cretina! Che figura ci faccio?! Potevi almeno dire X-Men!
  • Ryan: Ho lavorato nel campo edile, avrei voluto fare l'architetto.
    Kirsten: E ora che vorresti fare?
    Ryan: Il diciassettenne...
    Kirsten [Ridendo]: Eh, anch'io!
  • Julie: Non immagini quello che Sandy Cohen ha osato dirmi! Mi ha fatto fare la figura della pezzente, ha detto a tutti che vengo da River Side.
    Jimmy: Tesoro, tu vieni da River Side!
  • Dawn Atwood [Parlando di Ryan]: S'imbarazza davanti a me...
    Kirsten [Alludendo a Seth]: Benvenuta nel mio mondo!

Episodio 4, Il ballo[modifica]

Frasi[modifica]

  • [A Ryan, di cui Sandy e Kirsten hanno appena assunto la responsabilità legale] Qua la mano, ora sei un Cohen! Benvenuto nel mondo dell'insicurezza e del dubbio paralizzante! (Seth)
  • [A Ryan, che colpito da Luke non reagisce per non mettersi nei guai] Ti ha steso e tu non hai nemmeno reagito, sei veramente un Cohen! (Seth)

Dialoghi[modifica]

  • Kirsten: Seth, dobbiamo parlare con Ryan...
    Seth: Va bene... Ma se riguarda la storia del vaso voglio dirvi che Ryan non c'entra niente...
    Kirsten: Quale vaso?
    Seth: Sì, io vado...
  • [a proposito dei vestiti di Ryan] Kirsten: Dovremo andare a comprati qualcosa al centro commerciale, intendo maglie e slippini...
    Seth: Mamma, non li chiamare slippini...
  • Kirsten: Il ballo annuale delle debuttanti è l'evento più importante qui da noi.
    Seth: Fino alla prossima settimana!
    Kirsten: È il giorno in cui le ragazze di buona famiglia di NewPort fanno il loro ingresso formale in società.
    Seth: Una buona scusa per sfondarsi d'alcol e vomitarsi addosso!
    Kirsten: E dai... L'ho fatto anch'io. Ho debuttato in questo Country Club neanche molti anni fa.
    Seth: Correva il secolo...
    Kirsten: Ehi! Attento a te, eh!
  • Summer: Mi piace il genere teppista tormentato, deve ambientarsi... E posso aiutarlo.
    Marissa: Ma c'hai mai scambiato due parole almeno?! Guarda che non è affatto un teppista.
    Summer: Davvero?! Aspetta che me lo sarò lavorato per bene!
  • Sandy [Invitando Seth e Ryan ad uscire dalla cucina]: Ragazzi, vi spiace?
    Seth: Ehm... Ecco, se è per il vaso...
    Sandy: Quale vaso?
    Seth: Niente! Vieni Ryan... Su, andiamo!
  • Julie: Ah, Kirsten! Jimmy non mi ha detto che venivi qui.
    Jimmy: È passata a chiedermi un parere di lavoro, svelto-svelto.
    Julie: Una sveltina!
  • Sandy: Jimmy Cooper è il classico rampollo viziato di NewPort che ha sempre avuto la vita facile.
    Kirsten: Come me?
    Sandy: No! Tu non mentiresti mai, tu non ruberesti mai!
    Kirsten: In condizioni normali, ma se fossi nei guai farei qualsiasi cosa per salvare la mia famiglia.
  • Sandy [Parlando del ballo delle debuttanti]: A quel ballo chiunque si sente fuori-posto: hanno tutti qualche segreto e sono terrorizzati che il loro vicino di casa lo scopra.
    Ryan: E il suo qual è?
    Sandy: Certe volte, quando il sole sta sorgendo... E sono sul surf... E non ho fatto imbestialire mia moglie tanto quanto oggi... Questo posto mi piace!
  • Anna: Si può essere più patetici?! Ma guardati: un essere amorfo seduto per terra che si domanda se rimarrà solo per tutta la vita!
    Seth: Hai una sensibilità praticamente... Inesistente.
    Anna: Vuoi sapere qual è il tuo grande problema?! Che non sei un uomo!
    Seth: Ribadisco, non apprezzo la brutale sincerità.
    Anna: Sai cosa trovano sexy le ragazze?!
    Seth: No. Provo a indovinare, i... Pallanuotisti palestrati?!
    Anna: La sicurezza!
  • Sandy [Arrivando al ballo]: Cinquecento canali e non c'era niente da vedere.
    Kirsten: Non potevi metterti lo smoking?
    Sandy: Potresti anche accontentarti!
  • Seth: Insomma... Credi che potrò rivederti?
    Anna: Uhm... No.
    Seth: Ah, ok!
    Anna: No, è che... So che può sembrare un po' assurdo, però passerò tutta l'estate viaggiando in barca a vela... Verso Taiti.

Episodio 5, L'outsider[modifica]

Frasi[modifica]

  • [A Ryan, che gli chiede perché fissano l'acquario delle aragoste] Dobbiamo calarci nel ruolo del samurai, dobbiamo rispettare l'avversario prima di entrare in battaglia. E mangiare un'aragosta è una battaglia! (Seth)
  • [A Ryan, presentandogli il locale in cui lavorano] I clienti sono schizzati persi: mangiano cibi da trenta dollari in piatti di plastica, bevono vini da sessanta in dei walkie-cup e devi servirli col sorriso smagliante. Benvenuto a NewPort, dove tutto sembra informale! (Donnie)
  • [Ryan dice a Seth di andare via dal party a Long Beach]
    Possiamo restare ancora un po'? Sto andando forte con quella ragazza, senti che roba: è appena arrivata con la sorella dall'Uzbekistan e stanno cercando un appartamento. Mi ha colpito dritto al cuore! Ha una storia seria con uno di trent'anni, ma mi ha detto che lo molla se le prometto di... [Ryan lo guarda male e Seth si rivolge alle ragazze] In bocca al lupo ragazze! (Seth)
  • [A Seth, per convincerlo ad imbucarsi ad una festa in spiaggia] La vita è come te la fai! (Donnie)
  • [A Ryan, per convincerlo che non c'è nulla di pericoloso ad invitare Donnie al party da Holly]
    Questa volta gioco sul mio territorio. A dire il vero non ce l'ho, ma se ce l'avessi sarebbe quello... (Seth)
  • [A Kirsten, in limousine] Da bambina, quando vedevo passare una limousine, cercavo sempre di guardare attraverso i finestrini oscurati e mi chiedevo che tipo di vita facesse chi c'era dentro. Una vita da favola... Non lo sapevo, ma tu sì. Magari c'eri tu in quella macchina e mi guardavi. È come se t'invidiassi da quando avevo otto anni... Quando ho conosciuto Jimmy non avevo niente, ero povera... Non voglio tornare ad essere una nullità. (Julie)

Dialoghi[modifica]

  • [A proposito dei nuovi vestiti di Ryan]
    Seth: A proposito, dammi un consiglio, dovrei rinnovarmi? Cambiare look...
    [Ryan guarda Seth con uno dei suoi sguardi eloquenti]
    Seth: Ricevuto: tu hai il tuo stile e io ho il mio!
  • Ryan: Da quando sto con voi, i tuoi mi pagano tutto e non mi piace per niente...
    Seth: Sono genitori, lavorano per noi!
  • Ryan [Parlando del programma di Seth di passare la serata con Donnie]: Tu non ci vai.
    Seth: Va bene, mamma, ma ci vado lo stesso!
    Ryan: Quella è una zona tipo quartiere a luci rosse.
    Seth: E dai, è Long Beach, non la Cecenia!
  • Jimmy: Se non conoscessi la mia età giurerei di avere sedici anni.
    Sandy: Io ne ho ancora ventidue, l'anno più bello della mia vita!
    Jimmy: Già... E perché proprio ventidue?
    Sandy: Ho incontrato Kirsten. E perché sedici?
    Jimmy: Oh, è stato quando... Anch'io ho incontrato Kirsten...
  • [Ryan e Marissa nella casetta in piscina, dopo aver fatto un bagno in piscina vestiti]
    Ryan: Vuoi una maglia?
    Marissa: No, vorrei uno dei tuoi toppini, così sarò attraente come te!
    Ryan: Oh, devo ributtarti in piscina?!

Episodio 6, La fidanzata[modifica]

Frasi[modifica]

  • [A Ryan, parlando di Gabrielle] La miseria, rischio di doverla chiamare nonna! (Seth)
  • [A Ryan] Hai la tristezza negli occhi... Pagherei per avere il tuo aspetto, sai?! Perché, se ricordo bene, è così che ci si sente quando si ama qualcuno. (Gabrielle)

Dialoghi[modifica]

  • Sandy [Aprendo il portabagagli, carico di spesa per Caleb]: Tuo padre non mangia da settimane, per caso?!
    Kirsten: Patti chiari: d'ora in avanti niente battute su di lui.
    Sandy: Era una considerazione innocente, vero?
    Seth: Altroché, come quando l'hai definito "spietato bastardo"!
    Sandy: Questo è un colpo basso...
    Seth [A Ryan]: Visto?! Sono marionette e io sono il loro mangiafuoco!
  • Kirsten: Come sarà la sua nuova compagna?
    Sandy: Ben pagata, su questo non c'è il minimo dubbio!
  • Ryan [Parlando di Caleb]: Gli ho incendiato una casa...
    Seth: Sì, ma è stato un incidente, con tutte quelle che possiede non se ne sarà neanche accorto! Tranquillo, non fartene un problema, ultimamente ha affidato la compagnia a mia madre, ha una compagnia nuova di zecca, è molto malleabile!
    [Pochi secondi dopo, all'arrivo di Caleb]
    Seth: Ti presento il mio amico Ryan...
    Caleb: È quello che m'ha bruciato una casa?!
  • Caleb: Non giochi ancora a football, eh?!
    Seth: Ehm, no... No, preferisco vivere!
  • Seth [Parlando di Gabrielle]: È da pervertiti trovare la propria potenziale nonna una sventola?!
    Ryan: Non direi, viste le circostanze!
  • Gabrielle [Parlando di Marissa e Luke]: È una noia stare con uno che hai conosciuto quando mangiava le merendine...
    Seth: Per me le mangia ancora!
  • Jimmy: Ti garantisco che sono dispiaciuto anch'io...
    Julie: E chi se ne frega.
    Jimmy: Ma che devo fare? Che cosa vuoi da me?!
    Julie: Il divorzio, ecco che cosa voglio.
  • Gabrielle [Parlando di Marissa]: Come va con quella ragazza? Guai con "mangiamerendine"?
    Ryan: Mi sa che le mangiano insieme...
  • Summer [Parlando di Ryan]: È cresciuto in mezzo a gente che fa gare di velocità, che si accoltela, che fa sesso per le strade.
    Marissa: È la trama di Fast and Furious...
    Summer: In fondo è basato su una storia vera!
  • [Ryan e Seth stanno andando a mangiare sul molo quando vedono da lontano Summer e Marissa, sedute nel locale in cui stavano per andare anche loro]
    Seth: Questo è un segno del destino, piace anche a noi il burrito!
    Ryan: Andiamo da un'altra parte?
    Seth: Sono pettinati i capelli?
  • Summer: Allora, m'inviti o no alla festa di compleanno?
    Seth: Perdonami, Summer, ti spiace ripetere?!
    Summer: Ho saputo che tuo nonno dà una festa da sballo, a casa tua e... Visto che siamo amici...
    Seth: Fammi capire, mi hai chiesto di invitarti perché ci vuoi venire con me o solo per venirci?! [Dopo un secondo d'imbarazzo da parte di Summer...] Fa niente, ti aspetto alle otto!
  • Sandy [A Caleb, parlando di Kirsten]: Si sente perfettamente a suo agio fra pentole e fornelli!
    Seth: Ma quando mai, non sa nemmeno fare il caffelatte!
    Kirsten: Grazie, Seth.
    Seth: Ti voglio bene!
    Kirsten: Di solito anch'io!
  • Caleb: Che c'è, hai ripreso a farti le canne?!
    Kirsten: Papà...
    Seth [Entrando in cucina]: Dai, ti fai le canne?
    Kirsten: Fuori, all'istante! Sono discorsi fra adulti.
    Seth [Urlando, uscendo dalla cucina]: Ryan, indovina chi si fa le canne?!
  • Seth [Parlando di tutti gli invitati alla festa di Caleb che Summer ha voluto presentati]: Quella gente non ti conosce, se ne frega altamente di come sei. Quelli non sanno che in terza elementare dividevi la merenda col criceto magrolino che si lasciava fregare il cibo dal criceto grasso.
    Summer: Sì, restava sempre a bocca asciutta...
    Seth: Quelli non sanno che quando toccò a te leggere la poesia davanti alla classe avevi il terrore di fare una brutta figura e ti tremavano le mani.
    Summer: La poesia?! Quale poesia?
    Seth: Eh... "Vorrei essere una sirenetta".
    Summer: Me l'ero dimenticata... Avremmo avuto sì e no dodici anni...
    Seth: Diceva Vorrei essere una sirenetta | Che sguazza in fondo al mare | Dei pesci l'amichetta | e ridere... [Summer lo bacia] e baciare... ballare...

Episodio 7, La fuga[modifica]

Frasi[modifica]

  • [A Summer, che gli chiede cosa fa mentre Seth è davanti alla televisione senza antenna della loro stanza al motel]
    Immagino di guardare la Tv! Questa è l'ultima serie dei Simpson, o CSI... (Seth)
  • [A Rachel, salutandola all'arrivo ad un incontro di lavoro] Dove sono i soci?! Ah, dimenticavo, i vampiri odiano la luce del Sole! (Sandy)
  • [Arrivando in discoteca a Tijuana] Adoro l'autentica cultura messicana! (Seth)

Dialoghi[modifica]

  • Seth: In vita mia non ho mai sgarrato una volta, quindi i miei hanno un provvidenziale senso di fiducia.
    Ryan: E te lo vuoi giocare per vedere Summer che sfila con la maglietta bagnata?
    [Si guardano negli occhi alcuni secondi]
    Seth: Scusa, mi sembrava una domanda recorica... Sì, Ryan! Sì! Nell'ultimo week-end prima della scuola si va a Tijuana, è una tradizione, un rito irrinunciabile. E sai una cosa?! Quello che succede in Messico resta in Messico.
    Ryan: E che succede in Messico?
    Seth: Non lo so! Perché resta lì, per questo dobbiamo andarci!
    Ryan: Ehm, non mi va di dire balle ai tuoi.
    Seth: Ok, lo posso capire, gliele dirò io!
    Ryan: Perché non andiamo alla convention?
    Seth: Perché è piena di mezzi sfigati che sbavano davanti a una pornostar vestita da Cat-Woman.
    Ryan: Tu non ci andavi sempre?!
  • Rachel: Sandy Cohen! Come hai superato la vigilanza?!
    Sandy: Ciao Rachel!
    Rachel: Ciao.
    Sandy: Ti trovo benissimo, fare la schiava dei potenti ti mantiene giovane!
    Rachel: Sei secondi alla prima battuta offensiva, perdi copi! Fai ancora surf?
    Sandy: Sì, mi aiuta a mantenere la mente fresca... Come non lavorare in un posto così!
    Rachel: Già... Orari civili, compenso adeguato. Non so perché ho lasciato l'ufficio del procuratore?!
    Sandy: Se non sbaglio perché continuavi a perdere con un collega geniale...
    Rachel: E presuntuoso!
    Sandy: Esatto! Ero proprio io!
  • Jimmy: Ridipingemmo in due ore la mia camera all'università, te lo ricordi?!
    Kirsten: Sì, ma era piccola come la cella di una prigione.
    Jimmy: Magari ridipingeremo anche una di quelle!
  • Summer: Chi si fa superare da un furgone pieno di suore?! Ah, ecco chi, Cohen!
    Seth: Ma loro hanno Dio dalla loro parte! Non posso superare Gesù!
  • Ryan [Parlando del motel in cui sono arrivati]: Ho visto di peggio...
    Summer: Non è una cosa di cui vantarsi!
  • Summer [Parlando della notte da passare al motel]: Comunque mi verrà di sicuro una malattia venerea...
    Seth: Ah, stanotte hai deciso di arrotondare?!

Episodio 8, Il salvataggio[modifica]

Frasi[modifica]

  • [A Ryan, dopo il tentato suicidio di Marissa] Non so cos'avete fatto in Messico, però ti dico quello che so. Da quando ti conosce Marissa sta male: torna a casa in lacrime, non vuole andare alle feste, ha problemi col suo ragazzo. Adesso puoi aggiungere un altro trofeo alla tua lunga lista di successi, perché oltre a rubare macchine, incendiare case e frequentare potenziali assassini, hai quasi ucciso mia figlia. (Julie)
  • [A Ryan, all'arrivo alla Harbor] Ah, la settimana delle iscrizioni. È il periodo che mi piace di più: non ci sono in giro studenti! A parte i nuovi... (Seth)
  • [Scorrendo le materie di quell'anno] Matematica, storia, letteratura, fisica e francese... Mica male, fortuna che non ho una vita privata! (Seth)
  • [A Rachel, che vuole convincerlo a patteggiare invece di portare i casi in aula] Io voglio andare in aula, voglio punire questa gente, farla condannare, specie questo bastardo che non vuole che le siepi del vicino crescano sopra il suo steccato! (Sandy)

Dialoghi[modifica]

  • Ryan: Ci sono i campi da tennis e la piscina?!
    Seth: Nella tua vecchia scuola non c'erano, vero?!
    Ryan: Beh, c'era un canestro per il basket...
  • [Sandy e Rachel subito dopo la foto per il tesserino alla Patridge, Savage and Khan]
    Sandy: A quando lo scan della retina?
    Rachel: Venerdì.
    Sandy: Scherzavo!
    Rachel: Anch'io! Credevo avessi più senso dell'umorismo...
    Sandy [Indicando la foto sul tesserino]: Beh, non si può certo avere tutto!
    Rachel: Vieni, ti presento il tuo team. Avrai a disposizione un ricercatore, due praticanti e un impiegato che faranno tutto il lavoro pesante. A proposito, ti faccio vedere la nostra palestra.
    Sandy: Avete una palestra?!
    Rachel: All'ufficio del procuratore non c'era?!
    Sandy: Avevamo il canestro da basket!
  • [Qualcuno bussa alla camera di Seth]
    Seth: Sono nudo mamma, e sto studiando.
    Summer: Che schifo!
    Seth: Summer?! Entra pure.
    Summer: Non se ne parla nemmeno!
    Seth: Non sono nudo...
    Summer: Ok, che schifo... In che razza di familgia vivi, Cohen?
    Seth: In una famiglia in cui siamo sempre vestiti. Sempre, anche nella doccia!
    Summer: E questo?! Che sarebbe, eh?
    Seth: Boh, mai visto in vita mia!
    Summer: Come si chiama?
    Seth: Non lo so... Capitan Avena.
  • Summer: Devo fare qualcosa, Cohen. Un'azione radicale... Mi serve Ryan!
    Seth: È a scuola per il test di ammissione. Ci sono io, non sono abbastanza radicale?!
    Summer: Beh, dipende. Affronteresti Julie Cooper?!
    Seth: Ci serve Ryan!
  • Seth: Quello è il mio letto...
    Summer: Ah, bello!
    Seth: È comodo sai?! Ti va di provarlo?
    Summer: Sì, in un'altra vita!
  • Rachel: In mezza giornata hai già fssato le udienze per cinque dei sette casi che ti erano stati assegnati...
    Sandy: Vinco un set di coltelli da bistecca?!
  • Seth: Tu pensi ancora che, dopo tutto quello che è successo oggi, quando riapre la scuola riuscirai ad ignorarmi?
    Summer: Beh, ci posso provare.
    Seth: Ammiro la tua volontà!
  • Sandy: Tu e Summer mi sembravate in sintonia ieri!
    Seth: Papà... In sintonia?!
    Sandy: E dai, puoi confidarti con me!
    Seth: Preferirei evitare!
    Sandy: Beh, se non lo fai con me, con chi puoi farlo?!
    Seth: Ecco, non lo so... Ryan, la mamma, quell'albero là in fondo!
    Sandy: Ti mancherò quando non ci sarò più.
    Seth: Perché, parti?!
  • [Dopo che la preside annuncia che Ryan è stato ammesso alla Harbor]
    Seth: Adesso sei un pirata!
    Ryan: Vi chiamate i pirati?
    Seth: Si lo so è un po' smielato! [Si battono "l'uncino"]
  • Seth: Papà, hai delle sopracciglia esorbitanti!
    Sandy: È un segno di potenza, sai?!
    Seth: Beh, allora devi essere l'uomo più potente del mondo!
    Sandy: Beh, rassegnati figliolo, è ereditario!
    Seth: Se mi vengono come le tue giuro che mi faccio la ceretta tutti i giorni!

Episodio 9, I sentimenti[modifica]

Frasi[modifica]

  • [A Sandy, parlando del caso contro il New Port Group] Cosa scegli?! La tua vita sentimentale o la rosa delle paludi? (Rachel)
  • [A Marissa, a proposito delle sue letture estive] Devo leggere almeno 500 anni di letteratura... (Ryan)
  • [Tutta la famiglia è a tavola, Seth prima si rivolge a Ryan] L'allenamento? [Ryan lo guarda storto] Papà, com'è il nuovo lavoro? [Lo guarda assorto, senza rispondere nulla] Mamma, che ne dici se... [Lo guarda storto] Ok, la smetto e mangio in silenzio. (Seth)
  • [A Ryan, parlando di lei e Seth] Tanto non mi considera una donna... Quando guarda Summer vede labbra, capelli e tette, quando guarda me vede... Una compagna di scuola. (Anna)
  • [Ad Anna, parlando di lei e Seth] Anna, i ragazzi voglio essere corteggiati da quelle che non se li filano! (Ryan)
  • [Ad Anna, che l'ha appena baciato] Anche questo fa parte del piano?! Brava! Sembra che funzioni! (Seth)

Dialoghi[modifica]

  • Kirsten: Primo giorno di scuola... Emozionato?
    [Seth la guarda male]
    Kirsten: Vedi, se ti faccio delle domande è perché mi aspetto che tu mi dia delle risposte.
    Seth: Il mio sguardo non è più eloquente?!
    Kirsten: Il tuo sguardo è adorabile?
    Seth: No...
    Kirsten: Carino?
    Seth: No...
    Kirsten: Spento?
    Seth: No...
    Kirsten: Svanito?
    Seth: Per favore, mi metti in imbarazzo!
    [Pochi secondi dopo, con l'ingresso di Ryan in cucina]
    Sandy: Primo giorno... Emozionato?
    [Ryan lo guarda male]
    Sandy: Come non detto!
    Seth: Senti un po', ma come fai a farti capire con uno sguardo?!
    [Ryan lo guarda male]
    Seth: Ecco, ancora!
  • Jimmy [A Summer e Marissa]: Sentite... Il forno è nuovo... Non sono riuscito a capire come fare il pane tostato...
    Summer: Non nel forno, tanto per cominciare!
  • [A Seth, parlando del suo rapporto con Summer]
    Anna: Le ragazze vogliono essere corteggiate da quelli che non se le filano!
    Seth: Questo ha l'aria di essere un giochetto da adolescenti, e a me non piace affatto giocare ok? Beh, a meno che il giochetto in questione non sia Jenga o Magic the gathering. Quello mi fa impazzire!
    Anna: Forse non sai come si fa.
    Seth: Beh, tu sei una ragazza, giusto?
    Anna: Sì.
    Seth: Ecco, e siamo amici, giusto?
    Anna: Certo.
    Seth: Ok allora perché non mi insegni come fare con le donne? Consigliami.
    Anna: Le ragazzine come Summer non le capisco.
    Seth: Ti insegno a giocare a Jenga.
    Anna: Sei davvero cotto di lei?
    Seth: Da quando ero piccolo.
    Anna: D'accordo. Ma non ti prometto niente.
    Seth: Credimi, non può andare peggio di come sta andando.
    Anna: Si lo so!
    Seth: E chi ti molla più!
  • Ryan: Seth ha da fare con le sue donne...
    Sandy: Seth Cohen?!
    Ryan: Uh-uhm.
    Sandy: Ok, allora... Davvero?!
  • [A Marissa, bloccati sulla ruota panoramica nervoso perché soffre di vertigini]
    Ryan: Io non sono uno che parla molto... E mi fido anche meno... Ma di te mi fido e voglio che tra noi funzioni... Veramente... Se un giorno scenderemo da qui ne riparlaremo!
    Marissa: Chissà quanto tempi ci vorrà...
    Ryan: No, non dire così!
    Marissa: Hai bisogno di qualcosa che ti aiuti a distrarti...
    Ryan: Siamo a 20 metri da terra, come puoi pretendere che [Marissa lo bacia e la ruota riparte]

Episodio 10, La coppia perfetta[modifica]

Frasi[modifica]

  • [A Sandy, parlando dei suoi programmi di staccare prima dal lavoro per cenare con Kirsten] Mica vorrai tradirmi per una cenetta intima... Con tua moglie! (Rachel)
  • [A Caleb, a proposito dell'aiuto che ha fornito per la beneficienza all'ospedale psichiatrico] Ti rendi conto che sei appena diventato lo sponsor ufficiale del Julie Cooper Rediviva Tour?! (Kirsten)
  • [A Kirsten, che dice di fidarsi di Sandy nella situazione con Rachel] Voi donne dovreste fidarvi solo di vostro padre! (Caleb)
  • [A Ryan, a proposito del suo rapporto con Marissa] Pensavo che non ti facessi le fidanzate! Cioè, che te le facessi in un altro senso! (Seth)

Dialoghi[modifica]

  • Sandy [Parlando della causa contro il New Port Group]: Se saremo fortunati chiariremo tutto all'incontro di domani...
    Kirsten [Con fare allusivo]: Preferirei chiarirci in serata!
    Sandy: Proposta interessante! A che ora?
    Kirsten: Alle otto?
    Sandy: Ehm...
    Kirsten: Nove?
    Sandy: Nove e trenta?
    Kirsten: Se non sarai a casa per le dieci al massimo... Comincerò senza di te!
  • Seth: Tu però... Quella cosa... L'hai già fatta, vero?!
    [Ryan lo guarda male]
    Seth: Scusa! Lo sospettavo, ma vista la mia scarsa esperienza non volevo saltare a conclusioni affrettate... Allora?!
    Ryan: Cosa?...
    Seth: È stato stratosferico?
    Ryan: Quasi sempre...
    Seth: Cioè... Scusa, in che senso? L'hai fatto più di una volta?!
    Ryan: Con la stessa ragazza o con tutte?
    Seth: Oh, l'hai fa... L'hai fatto con più di una ragazza... E quante se non sono indiscreto?
    Ryan [Pensando a voce alta]: Sei, sette... Otto...
    Seth: Oh... Mi sento svenire...
  • Seth: Senti questa che è bella! Anna sostiene che non faccio altro che parlare di Summer! S'è bevuta il cervello, vero?!
    Ryan: Vuoi la verità?!
    Seth: Faccio davvero così?! Non è possibile mi farei schifo da solo! Allora ci credo che Summer non trova interesse in me: in apparenza, e lo sottolineo, non faccio che parlare di Summer... Magari però le fa piacere!
    Ryan: Essere il tuo chiodo fisso?!
    Seth: Forse no...
  • Seth: Ma ti rendi conto, quella rivista non ha voluto pubblicare le mie poesie. Questa è censura!
    Anna: Organizzerò subito un mega sit-in di protesta.
    Seth: Con un rogo simbolico di reggiseni, magari.

Episodio 11, Il ritorno[modifica]

Frasi[modifica]

  • [A Kirsten, tentando di dissuaderla dal suo intento di cucinare per il ringraziamento] Sai cosa immagino quando sogno il Ringraziamento? Il che capita spesso. Immagino di mangiare così tante leccornie che il sangue affluisce tutto allo stomaco e svengo sul tavolo. Ti prego, non negarmi questo piacere! (Seth)
  • [A Seth, prendendo in giro il modo in cui Kirsten maneggia il tacchino per il ringraziamento] Oh... Ti teneva in braccio così da bambino! (Sandy)
  • [Kirsten parla con Sandy, che si occupa delle pannocchie alla griglia] Mamma, scusa, sei pericolosamente vicina alle pannocchie, puoi indietreggiare un pochino?! (Seth)
  • [A Sandy, commentando la giornata] Ho una famiglia che m'impedisce di cucinare il giorno del Ringraziamento, un padre che mi sfrutta per scroccare una cena e abbiamo finito il Merlot! (Kirsten)
  • [A Ryan, commentando la sua situazione con Anna e Summer] Nonostante quello che può sembrare dalle lettere che scrivono a Penthouse, due donne e un uomo... No-no, non è una gran figata! (Seth)
  • [A Summer, per evitare che entri in casa, dove c'è Anna] Ti sconsiglio di entrare in casa, perché mia madre cucina ed è un evento che non dovrebbe avere testimoni! E poi mio padre si è messo il grembiule, il che può shoccare profondamente! (Seth)
  • [All'arrivo di Sandy nella casetta in piscina, dove lei si nasconde] Schifo! Cioè, non volevo dire "schifo". Lei è molto attraente... Per essere un padre... Distinto, ma... Voglio sparire! (Summer)
  • [Ryan e Marissa tornano a casa e vedono Seth disteso per terra con Capitan Avena fra le mani]
    Ryan: Ciao, Seth. Cosa fai?
    Seth: Non sono steso con Capitan Avena!

Dialoghi[modifica]

  • Rachel [Entrando a casa Cohen]: Accidenti! E così questa è la casetta per l'estate?! Per le fughe nel weekend?!
    Sandy [A Kirsten]: Traduco: significa "bella casa"!
  • Sandy [Aprendo la porta a Julie e Caleb]: Ah! Il gatto e la volpe!
    Kirsten: Traduco: significa "buona festa del Ringraziamento"!
  • Sandy [Infastidito dall'atteggiamento di Caleb]: Caleb, ti prego, fa' come fossi a casa tua...
    Caleb: Perché no?! È mia!
  • [Seth ha appena baciato Summer nella casetta in piscina e ora cerca di giustificare l'assenza con Summer senza far incontrare Anna e Summer]
    Seth: Ryan mi ha chiesto di dar da mangiare ai suoi pesciolini rossi.
    Anna: Ryan ha i pesciolini rossi?! Io li adoro!
    Seth: Sì, purtroppo però... Non li puoi vedere... Perché sono morti. Sì, suicidati. La vita in acquario è un inferno!
  • Julie [A Rachel]: Tu sta' zitta, non so nemmeno che cosa ci fai qui.
    Kirsten [A Julie]: L'abbiamo invitata, a differenza di altri [Ovvero di Julie e Caleb]!
  • Anna: Summer?!
    Summer: Anna?!
    Anna e Summer: Seth!
    Seth: È bizzarro... Sì, è molto strano, ma voglio spiegarvi tutto...
    Anna: Io ti ho baciato...
    Seth: Lo so...
    Summer: Anch'io.
    Seth: È vero.
    Kirsten: Sapevo che prima o poi saresti sbocciato!
    Seth: Grazie, mamma.

Episodio 12, Il segreto[modifica]

Frasi[modifica]

  • [A Ryan e Marissa, a proposito della sua situazione con Anna e Summer] Sono due persone che si odiano unite dall'odio ancora più profondo verso di me. È come se Luke Skywalker e Dart Vader si alleassero contro l'imperatore! (Seth)
  • [A tavola, parlando del padre gay di Luke] Lo so, non dovrei. Ma dopo tutti gli anni in cui Luke mi ha dato del gay, non lo so... Trovo fantastico che ora sia lui nei miei panni, che in effetti sono i panni di suo padre! (Seth)
  • [A Summer e Anna, per scusarsi della festa del ringraziamento] Lasciatemi dire che niente nella mia vita, niente... Mi aveva peparato per quello che è successo quel giorno a casa mia. Non cerco delle scuse, voglio solo dire una piccola cosa in mia difesa e cioè... Che non potete biasimarmi se desidero la compagnia di tutte e due... So che ho ferito i vostri sentimenti e mi sento in colpa, davvero, ma vi prego di credermi quando dico che non è stato intenzionale, perché non farei mai niente per rovinare la nostra amicizia, Anna... O la nostra, Summer... Forse non ho il diritto di chiederlo, ma spero che un giorno mi perdoniate entrambe. Vi ringrazio e scusate il disturbo... (Seth)

Dialoghi[modifica]

  • [Seth entra in cucina dicendo di stare male per convincere i genitori a non mandarlo a scuola]
    Ryan: Forse hai la Summerite...
    Seth: Sì, ci avevo pensato. È possibile, sì...
    Ryan: Ti serviranno degli Annabiotici!
    [Intanto Seth cerca di convincere Sandy a farlo restare a casa]
    Sandy: È vero! La "Summerite", certo! Adesso ho capito. [A Ryan] Bravo, è buona!
  • Ryan: E Summer e Anna penseranno che hai troppa paura per affrontarle.
    Seth: Ehi, non ho paura di Summer e Anna, chiaro!? Beh non ho... paura di Anna.
  • Sandy: E tu vai allo Yogalates!
    Kirsten: Ti piace dirlo...
    Sandy: Yogalates? Sì, è vero! [a Ryan] Yogalates...
    Ryan: Yogalates!
    Kirsten: Vorrei sapere perché questi due sono così compiaciuti...
    Seth: Perché non hanno fatto niente di sbagliato!
    Sandy: È vero! [A Ryan, proponendo un brindisi con la tazza di caffè] Alla tua!
    Ryan: Alla tua!
  • Anna: Che cosa fai sabato sera?
    Seth: Beh, visto che devo essere sincero... Esco con Summer... Sì, quindi...
    Anna: E venerdì sera?
  • Kirsten: Julie Cooper ha venduto la sua casa!
    Sandy [Rallegrato]: Ah!
    Kirsten: A mio padre...
    Sandy [Deluso]: Ah... Questo preferivo non saperlo...
  • Luke: Sarà dura...
    Ryan: Sì.
    Luke: Tutti mi fisseranno e sparleranno...
    Marissa: Probabile.
    Luke: Forse potrei evitare questa tortura, allontanarmi un po' e dare a tutti il tempo di dimenticare...
    Ryan: Non funzionerebbe. Sono passati mesi e sono ancora quello di Chino che ha incendiato una casa.
    Marissa: E io quella che ha cercato di suicidarsi in Messico...
    Seth: E io sono... Beh, sono Seth Cohen.

Episodio 13, La festa di tutti[modifica]

Frasi[modifica]

  • [A Ryan, presentandogli il Chrismukkah] Natalmukkah sarebbe stato più comprensibile, ma troppo cacofonico! (Seth)
  • [A Summer e Anna] Un momento, ragazze, per favore, stiamo calmi, non lasciamo che un piccolo sbandamento faccia deragliare il treno, non fasciamoci la testa prima che si sia rotta, non... Chi trova un'altra metafora?! (Seth)
  • [Commentando la situazione con Marissa] Si beve, si piange, ci sono i poliziotti, è proprio Natale... (Ryan)
  • [A Ryan, a proposito dell'ultimatum di Summer e Anna] Nessuna ragazza mi aveva mai dato la possibilità di scegliere, l'unica cosa che so è come gestire un rifiuto... Me la cavo benissimo in quello! (Seth)
  • [A Marissa, imbarazzata nella sala d'attesa delo studio psichiatrico] Per la carica che hai [presidentessa delle attività sociali alla Harbor] non sei molto socievole... Dovrei suggerire a qualcuno che ti rimpiazzino! (Oliver)

Dialoghi[modifica]

  • Seth: Allora?! Vuoi la Menorah o questo dolcetto? Natale o Hanukkah?
    Ryan: Ah... Io non...
    Seth: Ah, non preoccuparti perché in questa casa non devi scegliere! Il sottoscritto ha inventato una festa speciale che si chiama Chrismukkah!
    Ryan: Chrismukkah?!
    Seth: Sì, Ryan! Ha travolto tutti gli Stati Uniti! O per lo meno questa casa...
  • Seth: Per mio padre, nato in una famiglia ebrea nel profondo del Bronx, il Natale era solo un giorno festivo in più. Per mia madre invece, la regina degli snob, l'albero circondato dai regali era di rigore! Non è così?!
    Sandy: Ne siamo orgogliosi!
    Kirsten: Non sono una snob!
    Seth: No, certo! Fondendo le tradizioni ho ottenuto otto giorni di regali più un giorno di super-regali!
  • Sandy [A proposito del Chrismukkah]: La festa è rovinata...
    Seth: Ah, non dirlo neanche per scherzo! Il Chrismukkah non si rovina, è molto più resistente di una festività normale!
  • Seth [A proposito del Chrismukkah]: Ma siete matti, non potete distruggermelo così! Se me lo fate perdere ve ne pentirete... Tutti... Anche tu... Tutti quanti... Tutti...
    Ryan: Cominci a farmi paura...
    Seth: E chi se ne frega.
  • Ryan [A proposito della situazione con Anna e Summer]: Non ti resta che affidarti a un miracolo!
    Seth: Ho Gesù e Mosè dalla mia parte, spero!
  • Seth: Ciao! Cosa fai? Lavori a casa?
    Kirsten: Sono in vacanza...
    Seth: Sì, si vede!
    Kirsten: Controllare i conti di fine anno è molto rilassante!
    Seth: Non è ereditario, vero?!
  • Seth: Il tuo shopping?
    Ryan: Male.
    Seth: Grazie, sei stato esauriente! È come se ci fossi stato!
  • Seth [Ricevendo il regalo di Anna]: "Le avventure di Seth Cohen e Capitan Avena" Volume primo: la sicurezza. L'hai fatto tu?!
    Anna: No, l'ho preso per corrispondenza!
    Seth: Il Seth di questa storia è un bel tipo e anche molto affascinante!
    Anna: Mi sono permessa qualche licenza!
    Seth: È vero, è più stupido di me!

Episodio 14, Conto alla rovescia[modifica]

Frasi[modifica]

Parola di quattro lettere per spiritoso: "papà"; scrivila. (Seth)

Dialoghi[modifica]

  • Marissa: Ti amo...
    [Ryan s'irrigidisce imbarazzato]
    Marissa: Voglio dire... No... Non intendevo... Io non...
    Ryan: Grazie...
    Marissa: Prego, figurati...
  • [Seth trova Ryan che dorme sul divano] Seth: Ciao, che ti è successo Ryan, volevi dormire scomodo?
    Ryan: La casetta in piscina era occupata, tua zia...
    Seth: Hailey è qui?!
    Ryan: Sì, ed è...
    Seth: È un mito!
  • Seth: Che cavolo, separate le sedie, il sesso è bandito a quest'ora della mattina.
    Kirsten: Buongiorno anche a te.
  • Kirsten: Saremmo anche venuti a prenderti all'areoporto o alla stazione...
    Sandy: O alla polizia.
    Hailey: Lo so, era tardi e... mi hanno staccato il cellulare.
    Sandy: Bè, se non lo ricarichi!
  • Hailey: Sei cresciuto, piccolo Seth.
    Seth: Grazie, c'è stata la pubertà
    Hailey: È passato così tanto?
    Seth: Sì, l'ho finita da un pezzo. Guarda che roba però
    Hailey: Oh, peli sul petto.
    Seth: Eh!
  • Hailey: Mi sa che Ryan e Marissa concluderanno poco, per quelle tre paroline a cui Ryan non ha saputo rispondere. Dov'è la marmellata?
    Seth: Queste sono quattro.
    Hailey: Io-Ti-Amo.
    Seth: Davvero? Ryan, Marissa ti ha detto così? E tu cos'hai risposto?
    Ryan: Grazie.

Episodio 15, Il terzo incomodo[modifica]

  • Seth[parlando di Hailey]: Mamma, con l'esperienza di chi ha vissuto fra queste mura per 17 anni posso permettermi di dire che tua sorella non esce mai da casa.
    Kirsten: Non sa dove altro andare.
    Ryan: I suoi amici la prenderebbero a calci in culo. Scusate l'espressione.
    Sandy: Perché!? Anch'io vorrei prendercela!
  • Hailey: Tu sei Jimmy Cooper.
    Jimmy: Accidenti, Hailey! Ti trovo in gran forma, come stai?
    Hailey: Senza lavoro, senza amici e senza prospettive. Lo dico con affetto.
    Jimmy: Allora abbiamo molto in comune.

Episodio 17, Rivali[modifica]

  • Seth: Cosa ha detto di me? Che sono il ragazzo più simpatico che abbia mai incontrato?
    Danny: Sì. Tu e qualche altro chiamato Capitan Avena...chi diavolo è Capitan Avena?

Episodio 18, La verità[modifica]

  • Kirsten: Vuoi me per finirla con lei?
    Caleb: Sapevo che avresti capito, Kiki.
  • Sandy: Dammi le chiavi. [Ryan esita] Dammi le chiavi. [Ryan esita ancora]
    Ryan: Hai detto che se mi serviva il tuo aiuto, sarei potuto venire da te.
    Sandy: Dammi le chiavi, guiderò io.

Episodio 19, Cuore infranto[modifica]

Frasi[modifica]

  • [A Marissa] Non devi fare l'amore per farti perdonare. (Ryan)

Dialoghi[modifica]

  • Summer: Sono occupata. Sto studiando. Nuda.
    Seth [fuori dalla porta]: Allora entro al volo!
    Summer: Cohen? Sei in casa mia!
    Seth: E tu sei vestita! Chi dei due è più deluso?
  • [Sandy e Marissa parlando di Ryan]Sandy: Quando le cose si mettevano male, quelli che aveva intorno lo abbandonavano.
    Marissa: E secondo lei l'ho fatto anch'io?
    Sandy: Sorprendilo, dimostragli che non è vero, che non intendi rinunciare a lui.
    Marissa: Ma è lui che mi costringe!
    Sandy: È convinto che messa alle strette rinuncerai, è pazzesco, l'amore è pazzesco. È una sfida continua, non è mai facile.
    Marissa: E ti fa sentire sempre così male?
    Sandy: Sì, qualche volta. Ma devi tenere duro lo stesso, sia durante la peggior lite del mondo che durante uno stupido battibecco di cui nessuno dei due ricorda il motivo, perché alla fine ne vale la pena.
  • Kirsten: Qualche volta è difficile odiarti...
    Sandy: Lo so.

Episodio 20, La Telenovela[modifica]

Dialoghi[modifica]

  • [Alla bancarella dei baci Seth interrompe tutto]
    Summer: Stai facendo una scenata.
    Seth: Ho bisogno di parlare con te.
    Summer: Ti chiamo più tardi.
    Seth: Ok [Seth sale sul bancone] Parliamo quassù
    Summer: Ti prego no!
    Seth: Summer so che hai paura.
    Summer: Sì, di te!
    Seth: Baceresti tutti questi ragazzi ma non vuoi baciare me! Scopri le carte o tra noi è finita!
    Brad: Tu stai con questo imbranato?!
    Seth: Si Brad, lei sta con questo imbranato. È vero: sono uno stupido, ascolto strana musica e sto con lei.
    Summer: Perché ti umili così?
    Seth: Perché io ho perso la testa per te non lo capisci? E se non te ne frega niente... qualcuno dovrà aiutarmi a scendere perché soffro di vertigini e se cado di sotto sarà imbarazzante... più di quanto già lo sia. [Seth le tende la mano, lei esita ma poi sale sul bancone con lui]
    Summer: Tu sei matto. Non ci posso credere.
    Seth: Ora sei costretta a baciarmi in pubblico. [Si baciano intensamente]
    Summer: Mi devi 10 dollari Cohen.
    Seth: Mai spesi meglio!

Episodio 24, La Proposta[modifica]

Dialoghi[modifica]

  • [Mentre guardano un film strappalacrime al cinema Marissa piange come una fontana]
    Ryan: Stai bene?
    Marissa: Si è solo che è molto triste.
    Ryan: Marissa, era un film. Stai piangendo per questo?
    Marissa: Sì, non ho una crisi di nervi... e comunque non sono l'unica a piangere [Anche Seth è in lacrime]
    Seth: Io non piango... sono allergico, giuro, e qui dentro c'è più polline che aria! È ridicolo!
    Marissa: Tranquillo...
    Seth: [A Summmer] Domani guardiamo il football, va bene!?
    Summer: Mancano 5 mesi all'inizio del campionato!
    Seth: Beh, allora guarderemo le vecchie partite sul canale dello sport!
    Ryan: La prossima volta sarà meglio una commedia...
    Marissa: Cosa?! No! Ce la faccio a reggere i polpettoni!
    Ryan: Se lo dici tu...!
    Seth: Io non li reggo... Sono sensibile!
  • Summer: Guarda! L'annuario del 2002, io adoro gli annuari!
    Seth: Dai mettiamolo via, abbiamo ancora parecchio lavoro da fare...
    Summer: No! Giù le mani! ... E qui ci sei tu! C'era un squadra di vela?
    Seth: Si però non è mai salpata, sai com'è...
    Summer: Tu eri anche nel club dei fumetti.
    Seth: Si ero il presidente e l'unico membro...
    Summer: Associazione per la salvaguardia dei film?
    Seth: C'era anche quella ma risale a tanto tempo fa. Dai lascia perdere, non mi diverte...
    Summer: Ero così cattiva con te?
    Seth: No... per essere cattiva dovevi parlarmi, e tu non mi ha mai parlato...
    Summer: È cambiato tutto in un anno...
  • [Mentre ristrutturano la camera da letto di Marissa, Seth sta piantando un chiodo]
    Seth: Ce l'ho fatta! Guarda!
    Summer: Grande! Hai messo un chiodo, sei il re dei carpentieri!! [con un ultima martellata Seth fa saltare via il chiodo]
    Seth: Ma porca...! Che diavolo! Come cavolo è successo?!
    Summer: Semplice hai fatto cilecca!
    Seth: Non faccio mai cilecca Summer.
    Summer: Tira fuori il trapano.
    Seth: Attenta, se lo tiro fuori rischi grosso.
    Summer: Lo vedi questo martello!?!
    Seth: Ok, troverò quel trapano. Dov'è?
    Summer: Nella cassetta.
    Seth: Quale cassetta?
    Summer: Non sai cos'è una cassetta!
    Seth: Quella che infili nel videoregistratore...
    Summer: Molto divertente, l'attrezzo che non conosce gli attrezzi.
    Seth: HAHAHA. Nella mia famiglia le mani le usiamo poco, non siamo quel che si dice persone pratiche, preferiamo delegare. Perché non chiamiamo un impresa? Magari un'imbiancatina...?
    Summer: Datti da fare o stasera in bianco ci vai tu.

Altri progetti[modifica]

The O.C.
prima stagione · seconda stagione · terza stagione · quarta stagione