The O.C. (terza stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

1leftarrow.pngVoce principale: The O.C..

The O.C., terza stagione.

Episodio 1, La resa dei conti[modifica]

  • Però devi ammetterlo Coop...comunque finirà Ryan che affronta Trey per vendicare il tuo onore è una di quelle ficate stratosferiche che in giro non se ne vedono! È a metà tra un eroe biblico e un samurai dell'epoca moderna... (Summer) [A Marissa]
  • Seth: Ha detto che vuole essere lasciato da solo...
    Summer: Ma dai, così diventa matto, portiamogli uno spuntino...che mangia di solito?
    Seth: Cereali a secco accompagnati da caffè amaro!
    Summer: Ah...magari possiamo uscire al volo e comprargli un regalo!
    Seth: Sì e senza badare a spese!
    Summer: Va bé...tu che suggerisci?
    Seth: Mh...
    Summer: Ha film preferiti, hobby...
    Seth: Eh...
    Summer: Cohen...è il tuo migliore amico!
    Seth: Oh, lo conosci tanto quanto me e di perle di saggezza non ne hai sfoderate!
    Summer: Non possiamo lasciarlo da solo così, è terribile!
    Seth: Hai ragione...ma tanto che gli diresti scusa, in fondo non è mai stato arrestato...non per tentato omicidio... [Suona il campanello ed è Marissa]
    Marissa: Dov'è Ryan?
    Seth: Ehm, non riceve visite fino a nuovo ordine...
    Summer: Vogliamo lasciargli il suo spazio... [Marissa prende e va verso la casetta in piscina]
    Seth: Nuovo ordine...
    Summer: Aspettaci Coop...
    Marissa: Che fai?
    Ryan: Indovina...
    Seth: Canottiera, felpa grigia, giubbotto di pelle...il kit da fuggiasco di Ryan Atwood!

Episodio 2, Nuove prospettive[modifica]

  • Summer: Come fate ad essere così superficiali, le vacanze sono state uno schifo è vero...
    Marissa: Schifo è niente!
    Summer: Però siamo sopravvissuti, nessuno è in riformatorio con la casacca a strisce!
    Seth: A te starebbe addosso da dio! Scommetti? Ti donano i tagli classici...
    Summer: Il punto è che siamo di nuovo uniti...verso il grande salto. Quindi non ci saranno altre occasioni per creare istanti da ricordare.
    Seth: Mh!
    Ryan: Mica ha sbagliato!
    Seth: È diventata la nostra musa ispiratrice!
    Marissa: Ok, hai vinto! Quest'anno sarà il migliore dell'universo!
  • Mi perdoni...lei ha presente mia figlia? È alta e bionda e veste Chanel. Non ha la stoffa del gangster! (Julie) [Alla preside]
  • [Dopo aver fatto un giro in una giostra]
    Summer: Come ti senti?
    Seth: Il mio stomaco è troppo ebreo per girare così. Me lo sento quasi in gola!
  • [Sono sulla ruota panoramica]
    Seth: Un altro giro e giuro che vomito! Ryan ho lo stomaco che grida vendetta!
    Summer: E dai, lasciali in pace non vedi quanto sono teneri?
    Seth: Volevo mettervi in guardia in caso gli involtini primavera si riproponessero, siete in traiettoria!

Episodio 3, La fine dell'innocenza[modifica]

  • [La famiglia Cooper ha deciso di trasferirsi alle Hawaii]
    Seth: È evidente. Tu e Marissa scapperete insieme.
    Ryan: Nah, l'ultima volta che ci ho provato...
    Seth: Stanati dalla polizia, negativo e di nascondervi in un'abitazione tipo non se ne parla!
    Ryan: Le soluzioni che preferisco devono escludere il rischio di arresto!
    Seth: È colpa mia se tutti i miei piani di fuga sono miseramente naufragati e mio padre ci ha tirato fuori a suon di cauzioni?
    Ryan: Direi di sì!
    Seth: D'accordo, allora nuovo piano! [Gli passa il caffè]
    Ryan: Grazie!
    Seth: I Cooper vanno alle Hawaii? Ci vai anche tu e ti metti a fare l'istruttore si sub, in alternativa ti impieghi in una piantagione di macadamia, impazzisco per quelle noci!
    Ryan: E se Marissa venisse qui?
    Seth: Rilancio l'idea delle piantagioni!
    Ryan: Perché no? Almeno potrebbe diplomarsi a Newport, altre scuola valide ce ne sono. Qui da noi le stanze non mancano, le vostre famiglie sono amiche da sempre...
    Seth: Julie Cooper ti pugnalerebbe alle spalle...
    Ryan: Dov'è Sandy?
    Seth: Al Newport Group...Ryan, non vuole neanche che la vedi, figurati ospitarla qui! [Ryan lo guarda] Ok, portati le munizioni! [Gli passa una ciambella]
    Ryan: Grazie!
  • Summer: Ok, il piano è stato approvato e deve partire alle 21 e 00, sincronizziamo gli orologi!
    Seth: Scusa, questo è il mio piano!
    Summer: Va bé, decidi tu!
    Seth: Quel 21 e 00 era di grande effetto...e anche sincronizziamo gli orologi...peccato che io non ce l'ho!
  • Kirsten: Facciamo un riassunto. Tuo nonno era in banca rotta!
    Seth: Ryan e Marissa sono stati espulsi!
    Ryan: Jimmy Cooper è scappato di nuovo.
    Seth: E io ho due mesi di pomeridiane.
    Sandy: Che noia la nostra famiglia, non succede mai niente!

Episodio 4, L'ultimo valzer[modifica]

  • Seth: Ciao!
    Ryan: Ciao.
    Seth: I Dead or Alive suonano al Lido e noi, fedeli come Yakuza non ce li perdiamo!
    Ryan: Ah, scusa ma non posso...la prof mi ha riempito di compiti devo stare al chiodo.
    Seth: Non mi freghi, secondo me c'è qualche problema sentimentale. Coraggio raccontami tutto, è l'ora delle confidenza da casetta in piscina!
    Ryan: Ok, se ci tieni...ma te la faccio breve. Ieri sono andato a prendere Marissa a scuola...
    Seth: [Con tono sarcastico] A Marissa...questa sì che è una novità! Continua...
    Ryan: Grazie. Ho visto uno che...insomma diciamo che ho frainteso la situazione...e così, ho reagito male...e c'è la possibilità che l'abbia messa in imbarazzo. Anzi, la certezza!
    Seth: E adesso ti stai tormentando perché pensi di aver compromesso il suo delicato inserimento nella nuova scuola e forse il vostro rapporto.
    Ryan: Più o meno.
    Seth: Eh, un bel problema! [Fa per andare via]
    Ryan: Allora? Niente consigli?
    Seth: Uno solo: chiama e chiedi scusa, no. Mica ci vuole una scienza infusa! Pazzesco, studiare a casa ti ha reso imbranato!
  • [Seth e Ryan sono andati a prendere Marissa e Summer. Marissa sta per uscire con i suoi nuovi amici]
    Seth: Sbaglio o doveva studiare?
    Ryan: Sì, infatti...
    Seth: Vedi il problema delle sorpese è che ti sorprendono!
  • Io vado a prendere Summer, evitate spargimenti di sangue! (Seth) [A Ryan e Marissa]

Episodio 5, La tempesta perfetta[modifica]

  • [Kirsten ha fatto la colazione]
    Kirsten: Dovete abituarvi alle novità. Fra un anno all'università ce ne saranno tante!
    Seth: Dovremo abituarci a festini, sesso e abuso di alcool. Non credo che la cucina francese serva da allenamento!
  • [Stanno aspettando Ryan che non vedono da tutto il giorno]
    Seth: E se fosse entrato nella Legione Straniera? O in qualche setta? Forse a quest'ora...è diventato membro di un tempio di culto gestito da un gruppo di indemoniati che organizzano...suicidi collettivi!
    Kirsten: Riprovo al cellulare... [Arriva Ryan]
    Ryan: Ciao!
    Kirsten: Ciao!
    Seth: Eccolo...l'emergenza è rientrata, possiamo richiamare i cani!
  • Seth: Riceverà un invito. Ho preso una camera al Marmain.
    Summer: Dove Ryan potrebbe aver concepito il figlio di Theresa e dove la madre di Marissa ha approfittato di Luke?
    Seth: Un antro di vizi e perversioni!
    Summer: Che schifo...ma eccitante!
  • Senti...non so qual'è il mio futuro...ma so che...che è con te...qui. Non su un peschereccio nell'Oceano. (Ryan) [A Marissa]
  • Seth: Ah, ho buone notizie per te, a dire il vero una buona e una cattiva, quale vuoi?
    Ryan: Sentiamo quella buona.
    Seth: Sei stato riammesso alla Harbor.
    Ryan: Ma va...
    Seth: Sì, papà ha bleffato con Hess e lui c'è cascato!
    Ryan: Quella cattiva?
    Seth: Beh, sei stato riammesso alla Harbor, è un guaio!

Episodio 6, Onda lunga[modifica]

  • [Vedendo arrivare Taylor]
    Seth: Oh, no, di prima mattina no!
    Taylor: Signori! Sapete del Tutti dentro di domani sera? Le classi dell'ultimo anno passeranno la notte in palestra, rinchiuse!
    Summer: Oh, non possiamo venire!
    Seth: Eh no! Ho preso appuntamento dall'esorcista!

Episodio 7, Fuori controllo[modifica]

  • Seth: Per domenica mi sono liberato e t'aiuto volentieri! Sempre che un fulmine non mi incenerisca in settimana...
    Kirsten: Grazie Seth, sei un angelo!
  • Seth: Ma sì, dammi retta, sei appena stato riammesso alla Harbor...mica vorrai trovarti di nuovo a studiare a casa?!
    Ryan: Ho detto che non ho intenzione di venire alle mani con lui!
    Seth: Ho sentito e vorrei crederti ma conosco Kid Chino...e quando lo mettono spalle al muro, i suoi pugni indomiti sono in grado di...
    Ryan: Kid Chino è andato in pensione, ha appeso i guantoni al chiodo...quindi rilassati!
  • Taylor: Ce l'hai un minuto?
    Seth: Sì, scarso però prima di tutto...
    Taylor: Tu mi piaci!
    Seth: Ah, perfetto...
    Taylor: Sì, lo so...mi sono sorpresa anch'io perché di solito mi fanno schifo i fumettari alla Robert Crumb però...il cuore segue una logica tutta sua!
    Seth: Mh...mh...sarà ma sto insieme a Summer, quindi...
    Taylor: Non vi siete mollati scusa?
    Seth: Scherzi? Chi te l'ha detto?
    Taylor: Me lo sono inventato! Ma come ti sei sentito quando te l'ho detto? Sollevato?
    Seth: No!
  • Ryan: Ok, ce l'hai un minuto per me?
    Sandy: Anche due!
    Ryan: C'è uno che ho conosciuto che se le sta inventando tutte per provocarmi...
    Sandy: È stato questo ragazzo a ribattezzare il mio fuoristrada Little bitch?
    Ryan: Volevo portarlo a riverniciare...
    Sandy: Oh lascia perdere. Basta e avanza per denunciarlo alla polizia!
  • [Si è incontrato con Volchok che ha preso Marissa]
    Ryan: [Rompendo una bottiglia di vetro] No, è mio!
    Marissa: Ryan!
    Volchok: Ma che fai, buono, buttala via! Sei fuori? Ma che ti dice il cervello? Tanto non ne hai il coraggio!
    Ryan: Ne sei convinto? [Gli passa una trave di legno in segno di sfida] Scommettiamo? Dove guardi, sono qui! Che aspetti?
    Marissa: Ryan...
    Ryan: Non avvicinarti!
    Volchok: Tu non ti rendi conto...non sai che rischi corri!
    Ryan: Ne ho stesa tanta di gente come te, che c'è, vuoi spaccarmi la faccia perché la tua vita è una merda? Ok, provaci...ma per uscirne vivo devi ammazzarmi! Coraggio sono pronto. Forza!
    Volchok: No, fermo! Ok, andiamo via. Quello è matto.

Episodio 8, Il piano di studi[modifica]

  • Seth: Come è andata con Marissa?
    Ryan: Ha accusato me e Johnny di complottare contro di lei e si è incavolata!
    Seth: Ah, non poteva andare meglio!
    Ryan: Che ne so, forse dovevo aspettarmelo. L'anno prossimo ci divideremo, siamo tutti nervosi.
    Seth: Ma perché focalizzarsi sul negativo, c'è da festeggiare al quadrato. Finalmente lasceremo Newport!
    Ryan: Beh, guarda che non tutti sono felici di andarsene...
    Seth: Vuoi stare a Orange County in eterno? Invecchiare giocando a golf parlando del NASDAQ?
    Ryan: No, dico solo che...tutto sommato Newport non è male.
    Seth: Dimmi una cosa di Newport non negativa.
    Ryan: [Vedendo arrivare Summer e Marissa] Te ne posso dire due.
    Summer: Cohen, ciao, in camera tua! Al volo!
    Seth: Di ai miei che li ho amati...

Episodio 10, Tutto per amicizia[modifica]

  • [Stanno scegliendo l'albero di Natale]
    Marissa: Quindi scartiamo anche quello.
    Ryan: D'altronde siamo qui solo da tre ore!
    Seth: E dai, fatti prendere dallo spirito...è Chrismukkah, la festa che preferisco!
    Marissa: Sì, lo sappiamo!
    Seth: È l'invenzione migliore che potevo inventarmi! I bambini ebrei non lo festeggiano il natale e io mi sono riadattato.
    Summer: Ai cristiano che manca della tradizione ebraica?
    Seth: Facile, il bar mitzvah!
    Ryan: A me non è mancato!
    Seth: Perché non sai che ti sei perso!
  • [Stanno cercando qualcosa per accumulare dei soldi da dare a Johnny per il suo intervento]
    Seth: Se qualcuno di voi fosse vagamente ebreo suggerirei di devolvere i soldi del bar mitzvah, però...porca miseria ci sono!
    Summer: Nel senso?
    Ryan: E no, scordatelo! Non esiste, no!
    Seth: Sì...
    Ryan: È assurdo!
    Summer: Cosa?
    Seth: Invece è logico!
    Ryan: No!
    Seth: E giusto!
    Ryan: Giusto un corno, non ci sto e non lo faccio!
    Seth: Scommetti?
    Ryan: Neanche morto!
    Marissa: Di che parlate?
    Seth: Del bar mitzvah!
    Summer: Ma dai! [Ride] Tu che fai il bar mitzvah, questa è fenomenale!
    Ryan: Hai visto? L'idea la far ridere...
    Seth: No, scorreggiava...comunque non sarebbe un comune bar mitzvah, sai come lo chiameremo? Ispirazione...ispirazione...Chrismukkah bar mitzavhakkah! E prova a ripeterlo se ci riesci!
    Ryan: Tu sei fuori!
    Seth: Altro che! Così fuori che scommetto che funziona!
    Marissa: Organizziamo una mega festa!
    Summer: È vero! Ryan raccoglie un bel mucchio di quattrini con la sua bella esibizione...
    Marissa: E ci paghiamo l'intervento di Johnny.
    Ryan: Ma dai, mi ci vedete a cantare in ebraico davanti a mezza Newport?
    Seth: Sei pure intonato, ti ci vedo alla grande!
  • [Sfogliando l'album delle foto del bar mitzvah di Seth]
    Ryan: Pazzesco, sei davvero tu?
    Seth: Essì! Ero diafano e magrolino, incredibile no?
    Ryan: Fammi capire, ti sei fatto vedere in pubblico così?
    Seth: Quello è uno dei tristi risvolti del bar mitzvah, Ryan. Per un adolescente ebreo è il giorno più atteso ma anche quello più fotografato!
    Ryan: Mh...c'è anche un filmino?
    Seth: Non lo vedi neanche se mi uccidi!
  • Seth: Comunque, guarda che dico sul serio, è un bel gesto per Johnny con tutto quello che è successo.
    Ryan: Mh, magari mi faranno santo!
    Seth: Non ci credono gli ebrei ai santi...preferisco i bravi cabarettisti!

Episodio 11, Marissa[modifica]

  • Summer: E se invece non finisse?
    Ryan: Cosa, la vacanza?
    Summer: No, il nostro magico quartetto! Insomma è l'ultima occasione, le foto dei diplomandi saranno scattate venerdì. Ci pensi, la nostra classe verrà immortalata nell'annuario scolastico per sempre, Marissa ci deve stare in quella foto!
    Ryan: Dove vuoi arrivare?
    Summer: Facile! Jack Hass se n'è andato, giusto? E in fondo la preside è sempre stata molto ragionevole...
    Ryan: Sì, però Marissa è stata espulsa dal consiglio di istituto, su richiesta dei genitori.
    Summer: E allora? Il tempo guarisce tutte le ferite! Lontano dagli occhi, lontano dal cuore! Se ami qualcuno lascialo libero...no è?
    Ryan: Cosa?
    Summer: Magari se lo sono scordato!
    Ryan: Sì, questa è una città che dimentica!
  • Seth: Io sono tuo amico. Così come Summer, come Ryan e se tornasse anche Marissa ti sarebbe amica!
    Taylor: Seth tu non capisci! Mia madre è un procuratore sportivo!
    Seth: Ma va, non mi dire! La facevo più una snob annoiata...
    Taylor: È una snob annoiata con le palle! È abituata a trattare con giocatori di football di 120 chili...minaccia di togliermi la macchina...
    Seth: Ti portiamo a scuola noi!
    Taylor: Di non pagare l'università!
    Seth: Esistono le borse di studio!
    Taylor: Non posso davvero...
    Seth: D'accordo ma come amico mi sento in dovere di dirti una cosa. Cerca di non diventare come tua madre, sei una persona troppo in gamba!

Episodio 12, Sorelle[modifica]

  • Ryan: Che c'è, hai perso qualcosa?
    Seth: Ieri sera prima di andare al letto avevo un brufolo sotto pelle pronto ad affiorare...oggi mi sveglio e ho la faccia liscia come un culetto di un bambino.
    Ryan: E allora? Meglio così!
    Seth: Ryan tu non cogli i segnali!
    Ryan: Di mattina no!
    Seth: Va tutto liscio come l'olio, strano no?
    Ryan: Perché?
    Seth: Marissa che è tornata alla Harbor, voi due che superate il triangolo con il surfista, la mia ragazza che ottiene un punteggio da favola al LSAT...pensa che facciamo pure i piccioncini!
    Ryan: È l'ultimo anno di liceo...è tempo di raccolta!
    Seth: No, non farti illusioni. Quando le cose si mettono al meglio, la rovina è dietro la porta Ryan!
    Ryan: La rovina...
    Seth: La senti? È nell'aria! [Suona il campanello della porta] Eccola è arrivata! Ne ero sicuro, no no no, dove vai? Non vorrai aprire la porta al male?
    Ryan: Se fosse il lattaio? [Apre la porta ed è Kaitlin, la sorella di Marissa, che è cresciuta]
    Ryan: Miseria ladra...
    Seth: Miseria ladra! Kaitlin Cooper?
    Kaitlin: Vicino soggetto, come stai?
    Seth: Sei diversa! Insomma...cresciuta!
    Kaitlin: Di tette?
    Seth: No, che dici...[A Ryan a bassa voce] sì!! Visto...la rovina è donna!

Episodio 13, Salto nel buio[modifica]

  • [Ryan sta aiutando Seth per il colloquio per la Brown]
    Ryan: Dove ti vedi fra 10 anni?
    Seth: Dunque...dove mi vedo fra 10 anni...interessante direi...ehm, ma sa più di tutto a cos'è che aspiro? Vorrei avere la felicità che ho adesso. Certo non sarà facile, quasi un'utopia, d'altronde si cresce quando ci si ferma a pensarci...sono due o tre al massimo i momenti dorati in cui ci si è sentiti realmente felici, anche se quando li hai vissuti non li hai neanche apprezzati perché scivolano via così, no? Si figuri...in ogni caso, dove mi vedo fra 10 anni...ah, beh, in teoria inseguendo un sogno direi...che vorrei essere qui, nel senso qui come adesso a bocce ferme! E non è perché temo l'incertezza perché non ne ho paura però...nella vita ho imparato che se incroci sulla tua strada qualcosa di buono è un peccato mortale se te lo lasci sfuggire, segue il concetto? Te lo devi tenere bello stretto e se qualcuno si insinua e cerca di portartelo via tu lo devi impedire fino alla morte e devono passare sul tuo cadavere! Altroché...
    Ryan: Facciamo una pausa...
    Seth: Mi sono bevuto il cervello...
    Ryan: Tranquillo, capita...
  • Ryan: Hai fumato?
    Seth: [Ridendo] Fumato io? Non esiste! No! Sei una sagoma quando la butti sull'umoristico ma se fossi in te, io non lo lascerei il lavoro diurno di castigatore...dell'umanità...[Ryan trova lo spinello] io non c'ero e se c'ero dormivo!

Episodio 15, Il momento della verità[modifica]

  • Seth: Summer si merita un vero uomo.
    Sandy: Summer ha un vero uomo!
    Seth: Ma va?
    Sandy: Sì!
    Seth: E perché non me lo hai detto? Chi è? Da quanto lo sai?
    Sandy: Dimostraglielo.

Episodio 16, Il guerriero della strada[modifica]

  • Ryan: E lui che ci fa qui?
    Volchok: Che strano pensa che stavo per fare la stessa identica domanda.
    Ryan: Sei sempre stato un po' lento.
    Volchok: Ma non a prenderti a calci in culo!
    Ryan: Di solito scappi se non ricordo male!
    Volchok: Ah, davvero? Beh, mi piacerebbe molto tornare sul ring!

Episodio 17, Viaggi[modifica]

  • Kirsten: Domenica vuoi qualcosa di speciale per festeggiare il tuo compleanno?
    Seth: Dai, è domenica?
    Ryan: Simpatico!
    Sandy: Beh, mica è uno qualunque, compi 18 anni! Diventerai una pedina sullo scacchiere del grande esperimento democratico che definiamo America!
    Seth: Ok, lo sappiamo che hai studiato giurisprudenza...ci vuole una mega festa!
    Ryan: No, è fuori discussione, scordatelo!
    Seth: Mica vorrai diventare maggiorenne in sordina!
    Ryan: È un compleanno come un altro!
    Sandy: Ma figurati, scherzi? Quando li ho compiuti io 18 anni, non vedevo l'ora di presentarmi a votare!
    Kirsten: Ce l'avevi nel sangue la giustizia.
    Seth: Pensa un po', se infrangi la legge te le scordi le gioie ovattate del riformatorio, ti sbattono tra gli ergastolani!
    Ryan: E vuoi ancora festeggiare?
  • Seth: Disturbo? Hai da fare?
    Ryan: E se fosse?
    Seth: Me ne fregherei! In qualità di sommo capitano del compleanno ho prenotato tutto il Baite Shop per domenica!
    Ryan: Non si parlava di una cenetta intima?
    Seth: Sì ma ho cambiato idea. Li vuoi vedere gli inviti? Li stampano 100 a 100 in tipografia, gliel'ho detto che hai solo quattro amici ma non c'è stato verso!
  • Ryan: Senti questa gente da dove è uscita?
    Seth: Per dare corpo alla festa erano necessari corpi in carne ed ossa, d'altronde tu hai invitato una sola persona che tra l'altro ha pure dato buca!

Episodio 18, L'ipoteca[modifica]

  • Seth: Un'informazione confidenziale...quando eri con mamma all'università hai mai...avvertito un'insofferenza per la monogamia, insomma ti sei mai annoiato?
    Sandy: Tua madre era un fuoco d'artificio!
    Seth: Ecco fatto...
    Sandy: Gli amici dicevano se vedi ballare un furgone parcheggiato sono loro!.
    Seth: Non dovevo chiedertelo, non dovevo...
  • Seth: Ryan e le complicazioni fanno coppia fissa da sempre!
    Sadie: E a me non sono mai piaciuti i triangoli...
    Seth: Senti, tu gli piaci, te lo dico io. E se tieni duro sono certo che voi due siete destinati ad avere...una magnifica e...pallosissima relazione, ma non devi stargli addosso perché il poveretto ha subito due anni di "tsunami" Marissa e quando una volta ne ha trovata una più normale...ha poi scoperto che era la figlia illegittima del mio povero nonno! E con questo ho detto tutto, no? (Seth)

Episodio 19, Il segreto e le bugie[modifica]

  • [Ryan entra in cucina fischiettando]
    Ryan: Allora, in palla?
    Seth: Ma sentilo, siamo di buon umore oggi.
    Ryan: Sì, che vuoi he ti dica, mi sono divertito ieri, mi piace quel posto. Il Bait Shop vero? Dovremmo andarci più spesso!
    Seth: Tu dici? Mh...
    Ryan: Sì, perché no, magari anche stasera! A Sadie è piaciuto il dj e ho sentito che vuole costringermi a scendere in pista...
    Seth: Questo no!
    Ryan: Non eri tu che mi diceva di aprirmi al mondo? Di uscire più spesso...
    Seth: Teso. Tormentato e introverso, è così che ti voglio, chiaro? Alla Boo Radley nel Buio oltre la siepe, via dal Bait Shop e dai suoi malsani avventori! [Arriva Sandy]
    Ryan: Ah, buongiorno! Come va? [Gli da un colpetto sulla spalla]
    Sandy: Oh, di buon umore eh...
    Ryan: Direi! [E mostra un sorriso a Seth]
    Sandy: Allora funziona con questa ragazza.
    Seth: Ryan ha appena sorriso...
    Sandy: Bene, a me piace.
  • [Parlando di Marissa e Volchok]
    Summer: Che ci troverà in quel cretino è sempre sporco e viscido...
    Seth: Ha gli addominali scolpiti...come piacciono alle ragazze...un po' come i miei, non so se hai presente!
    Summer: Cohen quelle sono le costole, guarda bene!
  • [Seth cerca di entrare nella casetta in piscina e Ryan è da solo con Sadie]
    Seth: Ma che ca...è chiusa? Da quando in qua c'è una serratura?
    Ryan: ...scusa ho da fare!
    Seth: Ho capito e non sei l'unico. Non mi piace dirtelo attraverso la porta ma Marissa è uscita insieme a Volchok! [Si vede Ryan aprire la porta con forza] Oh, ciao...ah, ci sei tu...chiedo scusa, non volevo...
    Sadie: Fa niente...buonanotte Seth.
    Ryan: Ciao.
    Sadie: Chiamami...
    Ryan: Sì!
    Sadie: Ciao.
    Seth: Ti ho tolto il buon umore è?
    Ryan: No! L'hai devastato!
  • Volchok: Chiamalo sesto senso ma lo sapevo che mi saresti tornato davanti presto o tardi!
    Ryan: Voglio solo parlare...
    Volchok: Di che? Della tua ragazza o della mia? So parecchio di tutte e due pensa...
    Ryan: Sì, sì...
    Volchok: Allora vuoi dirmi di lasciarla perdere perché è troppo in gamba per me?
    Ryan: No, Marissa può stare con chi vuole...non spetta a me giudicare. Però l'ho vista incartata ieri a scuola...
    Volchok: Quando l'ho vista io, stava una meraviglia!
    Ryan: A parte che beve, lo sai che per lei è un problema.
    Volchok: Beve un goccio, si lascia andare. Dov'è questo problema?
    Ryan: È che ormai starle dietro non tocca più a me...ora tocca a te. Trattale bene, se lo merita...
  • Seth: Così storia chiusa...niente più sorrisi, scappatelle, balli sfrenati...
    Ryan: Mh, tanto non ti piace ballare!
    Seth: Ma così non avrò più modo di rivedere la mia posizione.
    Ryan: In ogni caso non le posso chiedere di cambiare tutta la sua vita...
    Seth: Va bé, trasferirsi a Newport non è mica così dura!
    Ryan: Lo so, ma saremmo sotto pressione...nel rapporto dico.
    Seth: Ryan Atwood ci sguazza sotto pressione...e non è contento finché non s fa schiacciare come un budino sotto un macigno!
    Ryan: No, non è vero.
    Seth: No è? Tornasti a Chino per sostenere una ragazza incinta di un figlio forse nemmeno tuo!
    Ryan: Aveva bisogno di aiuto!
    Seth: Ti sei fatto torturare da Marissa per due anni! È normale?
    Ryan: Un rapporto costruttivo...
    Seth: E che devi fare quando è in gioco la tua felicità con una ragazza fantastica e relativamente senza problemi?
    Ryan: Le chiedo di restare?
    Seth: Il signore ha indovinato!
    Ryan: D'accordo!
    Seth: Lo conosco quel sorriso...finta vittima!

Episodio 20, L'alba del giorno dopo[modifica]

  • Basta abbracci, il contatto fisico mi urtica! (Seth) [A Sandy e Kirsten]
  • Ryan: Seth...con sincerità. Ci sei entrato alla Brown?
    Seth: Come t'è venuta...dai...che c'è, ti sei messo a fumare pesante anche tu? L'unica materia in cui non ho voti da panico è educazione fisica! E il mio tema sulla solitudine che pervade Superman ha commosso la professoressa Rushfield, quindi figurati se...ah, perché non ci sono riuscito?
    Ryan: Perché non l'hai ammesso?
    Seth: Per Summer.
    Ryan: Rischia di notare la tua assenza a settembre!
  • Qualcuno in te ci ha sempre creduto. (Summer) [A Marissa]

Episodio 21, L'invito[modifica]

  • [Seth espone i piani ideati per riconquistare Summer]
    Seth: Piano A. Insceno il mio suicidio. Il potere della compassione è strabiliante davanti a un cadavere!
    Ryan: C'è un piano B?
    Seth: Si che c'è. Emh... bypassare il firewall della Brown, raggiungere l'archivio-dati della segreteria e trasformare in sì il no all'ammissione.
    Ryan: Questa sì che è un'idea! Saresti in grado?
    Seth: No.

Episodio 23, L'ultimo ballo[modifica]

  • Ryan: E intanto apprezzo che non m'hai parlato di andarci con Marissa in amicizia.
    Seth: Dai è storia vecchia, l'ho capito! E poi è scontato che ci andrà col nazista del surf se non avrà da fare a vendere crack a bambini ciechi...[Vede Volchok al pontile] o a pomiciarsi un'altra sul pontile! Chissà magari è la cugina...la cugina maialina!
  • Volchok: Per te sono un coglione, vero? Ho fatto lo stronzo con Marissa, ho rubato sapendo che mi avrebbero beccato...
    Ryan: Non ci perdo tempo a giudicarti. Comunque sì, sei un coglione!

Episodio 24, L'uomo dell'anno[modifica]

  • Kirsten: Complimentiamoci tutti in coro con il novello uomo dell'anno!
    Seth: Sapevo che prima o poi Newport avrebbe riconosciuto il mio contributo alla comunità!
    Ryan: Ha detto uomo, non infante! Evviva Sandy!

Episodio 25, I diplomati[modifica]

  • Seth: Grazie.
    Sandy: Ti voglio bene!
    Seth: Non ci riesco davvero a dirlo ad un uomo. Ma posso dirti che ho tanto affetto per te!
  • Ryan: Grazie ancora per la macchina! [Alla madre]
    Dawn: Ma figurati!
    Seth: Gliel'ha regalata? Davvero? Insomma io l'aspetto da una vita...quello viziato qui dentro ero io!
  • Summer: Come sarebbe stata la nostra vita se Ryan non fosse venuto?
    Marissa: Io non avrei mai parlato con Seth!
    Summer: Ah, nemmeno io figurati! [Seth fa una risata isterica]
    Ryan: Quindi sei in debito con me!
    Seth: Mai quanto lei! Starebbe ancora con uno che si rade il petto!
    Summer: Ma vi rendete conto, quella prima sera ero attratta da Ryan! [Tutti la guardano] Ehm, senza offesa è!
    Ryan: Figurati befana!
    Marissa: Poi però hai scoperto che veniva da Chino!
    Summer: Esatto!
    Ryan: Mi avevi pure invitato a quella folle festa nella villa di Holly!
    Summer: Porca miseria...
    Seth: Avevi detto che aveva invitato me! [Ridono tutti] Ci esco da scemo in questo viaggio nella memoria!
  • [Sono nell'abitazione tipo che aveva incendiato tempo prima e vede Marissa piangere]
    Ryan: Ce la fai?
    Marissa: Sì...
    Ryan: Certo che a ripensare a quella sera...ero io che volevo andarmene e adesso parti tu.
    Marissa: L'avresti detto...che avremmo chiuso il capitolo insieme?
    Ryan: Dici che è finita? Che ne sai...magari un giorno!
    Marissa: Mi dispiace tanto...per le follie che t'ho scaricato addosso!
    Ryan: Non ne cancellerei neanche una...cioè a parte Oliver!
    Marissa: Anch'io!

Altri progetti[modifica]

The O.C.
prima stagione · seconda stagione · terza stagione · quarta stagione