Theodor Mommsen

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Medaglia del Premio Nobel
Premio Nobel
Per la letteratura (1902)
Theodor Mommsen

Christian Matthias Theodor Mommsen (1817 – 1903), storico, numismatico, giurista epigrafista e studioso tedesco.

Citazioni di Theodor Mommsen[modifica]

  • Di seguito, colui che infestò e macchiò tutta l'epigrafia del Regno di Napoli e in particolare il tesoro letterario delle lapidi campane, Francesco Maria Pratilli, canonico di Capua [...].
Sequitur qui infestavit et maculavit cum universam regni Neapolitani epigraphiam tum maxime litteratorum lapidum thesaurum Campanum Franciscus Maria Pratillius canonicus Capuanus [...].[1]

Incipit di Storia di Roma[modifica]

Sui lidi di quel mare Mediterraneo che, insinuandosi nella terraferma, forma il più vasto golfo dell'Oceano ed or restringendosi per mezzo di isole o promontori, ora estendendosi ampiamente, unisce e separa ad un tempo le tre parti del mondo antico, fin dai tempi remoti si stabilirono genti varie le quali, se sotto l'aspetto etnografico e linguistico appartengono a stirpi diverse, storicamente formano un unico complesso.

Note[modifica]

  1. Da Corpus Inscriptionum Latinarum, vol. X, p. 373; citato in Le Lettere di Theodor Mommsen agli Italiani.

Bibliografia[modifica]

  • Theodor Mommsen, Storia di Roma, traduzione di Antonio G. Quattrini, Roma, Aequa, 1938.

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]