Thomas Pynchon

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Thomas Pynchon (1937 − vivente), scrittore statunitense.

  • Un grido attraversa il cielo. Non è la prima volta, ma ora è quasi inaudito... (da Gravity's Rainbow, 1973)[1]


Incipit di L'incanto del Lotto 49[modifica]

Un pomeriggio d'estate Mrs Oedipa Maas, rincasando da un party Tupperware in cui la padrona di casa aveva messo forse un po' troppo kirsch nella fonduta, scoprì che lei, Oedipa, era stata nominata esecutore o – meglio, a suo parere – esecutrice testamentaria di un certo Pierce Inverarity, un magnate immobiliare californiano che una volta nel tempo libero aveva perso due milioni di dollari, ma possedeva ancora beni in quantità, e abbastanza aggrovigliati da renderne l'inventariazione tutt'altro che una passeggiata. (da L'incanto del Lotto 49, Einaudi, trad. Massimo Bocchiola)

Più vicino a te, o mio divano[modifica]

Incipit[modifica]

Nella classica discussione sull'argomento, nella Summa theologiae Tommaso d'Aquino definì l'accidia, o acedia, uno dei sette peccati capitali. Disse che usava "capitale" nel senso di "primario", di "alla testa di", in quanto quei peccati ne originavano altri, ma sotto la superficie risuonava in modo sinistro un ulteriore e più oscuro significato, che non contrastava con la potenza di quell'argomentazione: tale parola significava infatti anche "meritevole di punizione capitale". Da qui il termine equivalente di "mortale", o quello più incisivo inglese di "deadly".

Citazioni[modifica]

  • Gli scrittori sono considerati gli esperti dell'accidia. Vengono interpellati di continuo per parlare su questo tema, e non soloper consigli gratuiti, ma anche per dissentarne ai simposi, per capeggiarne le larie unità operative, per rendere competenti testimonianze in udienze sull'accidia. (p. 33)
  • Al pari degli altri sei peccati capitali, l'accidia era considerata al pari progenitrice di un'intera famiglia di peccati minori, o veniali, tra i quali l'ozio, la pigrizia, l'irrequietezza del corpo, l'instabilità e la verbosità. (p. 33)
  • Nel corso dei secoli che seguirono l'Aquinate [Tommaso d'Aquino], l'accidia come argomento letterario ha avuto un paio di grossi successi, in particolare in Amleto [di William Shakespeare], ma l'ulteriore passo fondamentale nella sua evoluzione lo fece solo quando approdò sui lidi americani. (p. 34)
  • Forse il futuro dell'accidia risiede nei peccati contro ciò che oggi pare connotarci sempre di più – la tecnologia. (p. 37)

[Thomas Pynchon, Più vicino a te, o mio divano, traduzione di M. Premoli, in Aa.Vv., Otto peccati capitali, Archinto, Milano 1993, in Geografie del controllo. Saperi, corpi, territori di William Burroughs, Millepiani, n. 19, Milano]

Note[modifica]

  1. citato inCharles Shaar Murray, Jimi Hendrix. Una chitarra per il secolo (Grosstown Traffic: Jim Hendrix and post-war pop), traduzione di Massimo Cotto, Giangiacomo Feltrinelli Editore, Milano 1992. ISBN 88-07-07025-1

Altri progetti[modifica]