Thomas Young

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Thomas Young

Thomas Young (1773 – 1829), scienziato inglese, egittologo.

  • Confesso di titenere che sarebbe in una certa misura degradante sia nei miei confronti, sia nei confronti della [Royal] Institution il fatto che il salario, a mio avviso già in precedenza moderato, debba essere ora ridotto di un quarto, mentre l'impegno e la responsabilità dell'incarico risultano aumentati anziché diminuiti.[1]
  • Giacché è qusi impossibile ammettere che ogni punto sensibile della retina possa contenere un numero infinito di particelle, ognuna capace di vibrare in perfetto unisono con ogni possibile ondulazione, diventa necessario ipotizzarne un numero limitato, per esempio, ai tre colori principali, rosso, giallo e blu, le cui ondulazioni stanno tra di loro quasi esattamente come i numeri 8,7 e 6.[1]
  • Se il calore non è una sostanza, allora dev'essere una qualità; tale qualità non può che essere il moto.[1]
  • Un uomo che abbia a cuore la propria dignità, per quanto la sua sensibilità possa talvolta essere risvegliata dalle ingiuste invettive dettate da una malevolenza interessata, condidererà in genere più appropriato sopportare in silenzio i temporanei effetti di un'ingiurua, piuttosto che interrompere le proprie attività nel tentativo di ribattere all'invettiva e di punire gli aggressori.[1]

Citazioni su Thomas Young[modifica]

  • SACRO ALLA MEMORIA
    DI THOMAS YOUNG, MEDICO,
    FELLOW E FOREIGN SEGRETARY DELLA ROYAL SOCIETY
    MEMBRO DELL'ISTITUTO NAZIONALE DI FRANCIA:
    PRIMO ELABORÒ LA TEORIA ONDULATORIA DELLA LUCE
    E PER PRIMO SOLLEVÒ IL VELO
    CHE PER SECOLI AVEVA CELATO
    I GEROGLIFICI D'EGITTO. (targa in onore di Young in Westminster)[1]
  • Senza le notturne ispirazioni della solitaria notte, sarebbero prive le lettere de' tristi e grandiosi sentimenti di Young, e l'amore dell'umanità non avrebbe acquistato gli ornamenti dell'entusiasmo, e le sorprendenti vaghezze della sensibilità. (Domenico Cirillo)  Vedi discussione Vedi discussione

Note[modifica]

  1. a b c d e Citato in Richard J. Weiss, Breve storia della luce: arte e scienza dal Rinascimento a oggi, traduzione di Elisabetta Maurutto, edizioni Dedalo, Bari 2005.

Altri progetti[modifica]