Umberto Bozzini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Al 2014 le opere di un autore italiano morto prima del 1944 sono di pubblico dominio in Italia PD

Umberto Bozzini (1876 – 1921), drammaturgo italiano.

Incipit di Fedra[modifica]

Il peristilio della casa di Teseo in Atene.
Gira intorno un ordine di colonne doriche: in fondo, tra due ante sopportanti un cornicione s'apre la prostate, dove sono alcuni seggi ed il focolare domestico.
Nel centro del peristilio è eretto l'altare ottagonale, scolpito di fregi in forma di ghirlande, teste taurine e litui sacrificali.
Su di un piccolo tavolo, poco discosto, sono i canestri d'oro con i doni votivi, il lituo con il manico d'avorio; e a terra, vicino, un orciolo pieno d'acqua lustrale, e due idrie più piccole. Un Sacerdote in preziosa veste purpurea, avvolto il capo di bianche bende, celebra il sacrifizio col ministerio di garzoni e fanciulle vestite del corto chitone bianco; sulla scena sono pure l'antica nutrice di Fedra e alcune ancelle della casa.
È l'alba: ed Espero ride nel cielo sereno.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]