Walter Zenga

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Walter Zenga

Walter Zenga (1960 – vivente), ex calciatore ed allenatore italiano.

Citazioni di Walter Zenga[modifica]

  • [Famosa gaffe] I miei giocatori sono mentalizzati per vincere lo scudetto.[1]
  • Il giorno in cui l'Inter mi chiamerà, potrò pure morire.[2]
  • Nella mia carriera di allenatore ho sempre preferito non il portiere che fa il miracolo ogni tanto ma chi dà tranquillità sempre. Handanovic ha semplicità e serenità, è efficace, ha presenza e personalità.[3]
  • [Dopo Atalanta - Inter 2-1 del 26 novembre 1989] Potrei discolparmi per i due gol ma dovrei citare un proverbio cinese che non si può dire in televisione![4]
  • [Famosa gaffe] Sì, questa è una delle storie più belle della pagina dell'Inter.[5]
  • [Famosa gaffe] "Speriamo" è un aggettivo che non voglio utilizzare parlando del rientro di Ronaldo.[6]

Attribuite[modifica]

Citazioni su Walter Zenga[modifica]

  • Zenga, dicono che esci poco: quando sei a Milano, la sera stai a casa? (Jacopo Volpi)

Note[modifica]

  1. Durante la conferenza stampa di presentazione come nuovo allenatore del Palermo; citato in Zenga: "Io voglio vincere il campionato. Quest'anno", Sport.sky.it, 8 luglio 2009.
  2. Citato in Zenga: "Quando l'Inter mi chiamerà potrò pure morire", Fcinternews.it, 11 gennaio 2012.
  3. Citato in Zenga su Handa: "Di lui mi piace anche il nome!", Fcinternews.it, 10 ottobre 2012.
  4. Citato in Le più belle barzellette sull'Inter, Sonzogno, 2004, p. 117, ISBN 88-454-1202-4.
  5. Citato in Palla lunga e pedalare. Dalai Editore, p. 29.
  6. Durante la telecronaca di una partita di Coppa Italia del 2001; citato in Le più belle barzellette sull'Inter, Sonzogno, 2004, p. 116, ISBN 88-454-1202-4.
  7. Citato in Palla lunga e pedalare. Dalai Editore, p. 41.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]