Xavier de Montépin

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Xavier de Montépin, 1899 ca.

Xavier Henri Aymon Perrin, conte di Montépin, noto come Xavier de Montépin (1823 – 1902), scrittore francese.

La bella Angiolina[modifica]

Incipit[modifica]

Era appena sonata l'una del mattino all'orologio della Piazza d'Armi, a Digione, nella notte dall'11 al 12 dicembre 1883. Il termometro segnava cinque gradi sotto zero: spazzata dal vento del nord che soffiava violento, la neve turbinava e si ammonticchiava a strati irregolari nelle vie della città, ma nonostante il freddo e la tormenta, il teatro ancora illuminato indicava che la rappresentazione era finita.

Citazioni[modifica]

  • [...] una cattiva azione, per quanto rimonti a un lontano passato, lascia sempre una scia d'involontariato turbamento, un malessere morale di cui si ha una vaga coscienza e che non è altro se non rimorso. (p. 59)

Bibliografia[modifica]

  • Xavier de Montépin, La bella Angiolina, traduzione di Claudio Siniscalchi, Editrice Lucchi, Milano 1969.

Altri progetti[modifica]