Yoko Ono

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Yōko Ono)
Yoko Ono

Yoko Ono (1933 – vivente), artista e musicista giapponese naturalizzata statunitense.

Citazioni di Yoko Ono[modifica]

  • I miei rapporti con Julian sono ottimi. Siamo tutti una grande e unita famiglia. Certo, ci sono state delle incomprensioni, ma dovute più alla sua condizione di adolescente inquieto che a motivi finanziari. Del resto ho avuto problemi anche con Sean, che ora suona nella band con me e andiamo molto d'accordo. (da Yoko: "Com'è difficile fare la vedova", Corriere della sera, 22 maggio 1996)
  • McCartney non è Mozart. Il genio di Paul è stato quello di aver organizzato il talento di Lennon. Il ruolo di Paul era di telefonare agli altri componenti della band per radunarli in studio di registrazione. Paul sta a John come Salieri a Mozart. Quando John morì nella gente aumentò il sentimento di ammirazione per lui, ignorando Paul. Quello che so è che John e io non siamo tornati insieme perché Paul ha detto qualche parola. (da Yoko contro McCartney "Lennon genio, lui no", Corriere della sera, 28 dicembre 1997)
  • Mi hanno chiesto molte volte un'opinione riguardo a quella notte e all'omicidio di mio marito e ho sempre risposto di non aver mai più pensato a quel giorno. Ho sempre detto che volevo guardare al futuro per non ricordare quell'orribile momento. Ma in verità il ricordo di quella notte non mi ha mai abbandonato in vent'anni. All'inizio rifiutavo l'idea che fosse morto. All'inizio lui non era morto. Non volevo neppure il funerale. Ma quando ho visto la gente, tutto intorno, impazzire per la sua fine, ho capito che non era il momento di chiudermi in me stessa. Era il momento di agire e di organizzare una preghiera, il momento di vigilare perché il mondo capisse cos'era accaduto. (da Yoko Ono: rivivo ogni giorno la morte di John, Corriere della sera, 27 novembre 2000)
  • Le cose non sono mai permanenti. Non si deve mai stare al centro. È molto meglio stare di lato perché si vedono meglio le cose. Io sono da sempre un'outsider, credo sia una condizione di privilegio. Non so come sono riuscita a sopravvivere. Forse perché ho imparato a far ridere il mio cuore. Ogni giorno fate qualcosa per far ridere il vostro cuore e cercate di pianificare il meno possibile. La depressione rimarrà a distanza di sicurezza. (da Yoko Ono: rivivo ogni giorno la morte di John, Corriere della sera, 27 novembre 2000)

Citazioni su Yoko Ono[modifica]

  • A differenza della maggior parte dei fans dei Beatles, io la ritengo una grande artista. E penso che la sua influenza su Lennon sia stata infinitamente più importante di quella dei tre compagni. (Guido Harari)
  • Sarà capitato anche ai Beatles, Beatles, Beatles | di avere un casino in famiglia, | la nippona che il gruppo scompiglia | è quella famigerata Ono, Ono, Ono, | di te il complesso ha paura: | Ono, Ono, Ono, | meritavi una doccia scura! | Doppio manager | Doppio camerino | Doppio cathering | Doppio ufficio stampa | Doppio ingresso | Molto luminoso | Libero subito | In stabile signorile. (Elio e le Storie Tese, "Litfiba tornate insieme", Cicciput)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]