Akbar Imperatore dell'India

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Jalaluddin Muhammad Akbar, meglio conosciuto come Akbar il Grande (1542 – 1605), imperatore dell'India dalla sua ascesa al trono nel 1556 fino al 1605.

  • Che nessuno si intrometta nelle faccende altrui in riferimento alla religione, e che a ciascuno sia consentito di accostarsi alla religione che gli aggrada. (citato in Amartya Sen, Identità e violenza, III, p. 52)
  • La ricerca della ragione e il rifiuto del tradizionalismo sono tanto brillantemente manifesti che non c'è necessità di argomentarne i meriti. Se il tradizionalismo fosse appropriato, i profeti si sarebbero limitati a seguire ciò che dicevano i loro predecessori (invece di proporre messaggi nuovi). (citato in Amartya Sen, Identità e violenza, VIII, p. 163)

Altri progetti[modifica]