Barbara Pym

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Barbara Mary Crampton Pym)
Jump to navigation Jump to search

Barbara Mary Crampton Pym (1913 – 1980), scrittrice britannica.

Incipit di alcune opere[modifica]

Per guarire un cuore infranto[modifica]

Ci sono vari modi per guarire un cuore infranto, ma forse partecipare a un dotto convegno è uno dei più insoliti.
Quando comprese che il fidanzato non intendeva affatto sposarla – o che non era degno del suo amore, secondo la versione di lui – Dulcie Mainwaring sopportò diversi mesi di quieta infelicità prima di riuscire a scuotersi dal proprio stato. Il convegno, quando ne giunse l'annuncio, sembrò proprio il genere di cosa raccomandata alle donne nella sua posizione – un'opportunità per incontrare gente nuova e per divertirsi osservando la vita degli altri, seppure per un fine settimana e in circostanze un poco inusuali.

Un sacco di benedizioni[modifica]

Sarà stato lo choc di sentire squillare il telefono, apparentemente dentro la chiesa, a farmi voltare la testa e scorgere Piers Longridge dietro di me in una delle navate laterali. Aveva un suono acuto e particolarmente insistente sullo sfondo della musica dell'organo, ed è probabilmente dovuto al fatto che non avevo mai sentito squillare un telefono in chiesa che fui subito distratta dai miei pensieri e mi trovai a chiedermi dove potesse essere e se qualcuno avrebbe risposto.

Una questione accademica[modifica]

«Che gioielli metterai stasera, mamma?»
La domanda era tipica di Coco ed era altrettanto naturale che Kitty Jeffreys la prendesse sul serio.
«Avevo pensato alla collana di topazi,» disse, «ma forse è un po' troppo... meglio le perle – quelle che mi ha regalato tuo padre quando eravamo fidanzati.» «Ah... non quelle nere, allora.» Coco fece trasparire la sua delusione, eccessiva per un uomo di quarantadue anni.

Bibliografia[modifica]

  • Barbara Pym, Per guarire un cuore infranto, traduzione di Cinzia Pieruccini, La Tartaruga, Milano, 2003. ISBN 8877383895
  • Barbara Pym, Un sacco di benedizioni, traduzione di Cinthia Rucellai, La Tartaruga, Milano, 1995. ISBN 8877381922
  • Barbara Pym, Una questione accademica, traduzione di Monica Pastorelli, La Tartaruga, Milano, 1996. ISBN 8877382295

Altri progetti[modifica]