Dario Franceschini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Da sinistra: Dario Franceschini e Gennaro Migliore

Dario Franceschini (1958 – vivente), politico italiano.

  • Di Pietro pare più impegnato a far concorrenza al PD che a fare opposizione al centro-destra. (da Il Sole 24 Ore, 12 maggio 2009)
  • Il voto per Di Pietro è solo un voto di protesta. (da Il Sole 24 Ore, 12 maggio 2009)
  • L'unico modo per prevenire le tensioni sociali è intervenire con misure concrete e efficaci. (da Corriere della sera, 18 maggio 2009)
  • Noi in liquidazione? Berlusconi confonde i desideri con la realtà, ormai vive in un'altra dimensione. A volte lo guardo e mi sembra un uomo di plastica che vuole farci vivere in un mondo di plastica, ma l'Italia non è così. (da Il Mattino, 25 maggio 2009)

Incipit de La follia improvvisa di Ignazio Rando[modifica]

Si alzò all'improvviso, strisciando le gambe della sedia metallica contro il pavimento di palladiana. Il rumore stridulo tagliò il silenzio perenne della Regia Conservatoria delle Ipoteche. Tutte le persone che affollavano l'ufficio nell'ora di punta, levarono lo sguardo e lo videro salire in piedi prima sulla sedia, poi sulla sua scrivania ed infine sul lungo bancone dove stavano sfogliando pagine pesanti di grandi volumi impolverati. Si abbottonò la giacca, guardò in basso verso una signora con la bocca spalancata, le sorrise come per scusarsi e si incamminò verso l'uscita, calpestando senza cattiveria i fogli di carta bollata, le ipoteche, i pignoramenti e i rogiti ingialliti che riempivano il piano. Arrivato in fondo si inchinò appena, e con una leggerezza che i presenti giudicarono straordinaria per la sua età, saltò giù dal bancone, si riaggiustò la giacca e uscì dall'ufficio in cui aveva passato ogni mattina, per trentasette anni, cinque mesi e quattro giorni. Nel grande salone restarono tutti immobili a guardare la porta che lentamente si richiudeva, frenata dal braccio metallico.

Bibliografia[modifica]

  • Dario Franceschini, La follia improvvisa di Ignazio Rando, Bompiani, 2007.

Altri progetti[modifica]