Al 2019 le opere di un autore italiano morto prima del 1949 sono di pubblico dominio in Italia. PD

Enrichetta Caracciolo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Enrichetta Caracciolo (1821 – 1901), patriota e scrittrice italiana.

Incipit di Misteri del chiostro napoletano[modifica]

Non per menar vanto della chiarezza de' miei natali, ma per debito di narratore, e per fare maggiormente conoscere in quali modi veniva dal governo borbonico avvilita l'indigena aristocrazia, senza che le classi inferiori ne riportassero alcun vantaggio, dico che una delle prime e più cospicue famiglie di Napoli è la Caracciolo, alla quale mi onoro di appartenere.
Mio padre, secondogenito di Gennaro Caracciolo, principe di Forino, nacque nel 1764. Abbracciò la carriera delle armi (ben tenue e scarso, per la legge allor vigente dei fedecommissi, essendo l'appannaggio de' secondi nati), e sposò di quarant'anni una giovanetta palermitana, che ne contava appena quattordici. Teresa Cutelli (così chiamavasi la donzella) mi metteva alla luce il giorno 17 gennaio 1821, dopo quattro altre femmine, e mi dava il nome d'Enrichetta, nome d'una monaca zia paterna: una delle innumerabili offerte, che all'ordine di san Benedetto consacrò la mia stirpe.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]