Giuseppe Conte

Матеріал з Wikiquote
Перейти до навігації Перейти до пошуку
Giuseppe Conte

Giuseppe Conte (1964 – vivente), politico e giurista italiano.

Citazioni di Giuseppe Conte[ред.]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • L'Italia ha un programma di ripresa incredibile. C'è tanto entusiasmo e tanta fiducia da parte dei cittadini e c'è tanta determinazione da parte del governo. Ci sono tutte le premesse per un bellissimo 2019 e per gli anni a venire. (da un'intervista a Povera Patria, Rai 2, febbraio 2019[1])
  • [Dopo aver ricevuto l'incarico di formare il Governo.] Sono professore e avvocato, nel corso della mia vita ho perorato le cause di tante persone e mi accingo ora a difendere gli interessi di tutti gli italiani, in tutte le sedi, europee e internazionali, dialogando con le istituzioni europee e con i rappresentanti di altri Paesi. Mi propongo di essere l'avvocato difensore del popolo italiano, sono disponibile a farlo senza risparmiarmi, con il massimo impegno e la massima responsabilità.[2]
  • [Dopo aver ricevuto la fiducia al Senato per formare il Governo.] Un mese fa non ci avrei mai creduto.[3]
  • Le forze della maggioranza hanno sottoscritto un contratto che costituisce un rafforzamento dell'autonomia del presidente del Consiglio. Mi assumo la responsabilità di indirizzare la politica di questo esecutivo.[4]
  • [Sulla riforma delle regole di Dublino] Pensiamo a un approccio con i paesi di transito in primis che consenta alle persone di evitare di prendere rischi sconsiderati.[5]
  • [Dopo che il Ministro dell'interno Matteo Salvini ha dichiarato di voler procedere con un censimento della popolazione rom residente in Italia, aggiungendo che "i rom italiani purtroppo te li devi tenere a casa".] Qui nessuno ha in mente di fare schedature o censimenti su base etnica, che sarebbero peraltro incostituzionali in quanto palesemente discriminatori. Il nostro obiettivo [del Governo Conte] è individuare e contrastare tutte le situazioni di illegalità e di degrado ovunque si verifichino, in modo da tutelare la sicurezza di tutti i cittadini.[6]
  • [Confondendo il suo incarico.] Io come presidente della Repubblica sono il garante della coesione nazionale.[7]
  • Siamo - dovremmo essere - innanzitutto un popolo, il popolo europeo. Il progressivo avanzamento nel percorso di integrazione ci ha reso realmente popolo, comunità di destino, al di là di ogni finctio giuridica? (...) Abbiamo sempre più integrato i nostri sistemi economici, i nostri modelli educativi, le nostre legislazioni sociali, cedendo spazi di sovranità e trasferendo competenze via via sempre più importanti dagli Stati all’Unione.[8]

Comunicazioni al Senato, 20 agosto 2019[9]

  • Quando una forza politica si concentra solo su interessi di parte, non tradisce solo la vocazione più nobile della politica, ma finisce per compromettere interesse nazionale. Quando si assumono così rilevanti incarichi istituzionali, peraltro sottoscrivendo un contratto e dando avvio al governo del cambiamento, bisogna essere consapevoli che si assumano specifici doveri e responsabilità nei confronti dei cittadini e dello stato che non possono essere accantonati. Far votare i cittadini è l'essenza della democrazia, sollecitarli a votare ogni anno è irresponsabile.
  • Le scelte compiute, i comportamenti adottati in questi ultimi giorni dal Ministro dell'Interno, rivelano scarsa sensibilità istituzionale e grave carenza di cultura costituzionale, perché aprire la crisi in pieno agosto, quando ormai da molte settimane l'esito delle elezioni europee era chiaro e l'insofferenza per la prosecuzione dell'esperienza di governo giudicata limitativa per le ambizioni di chi ha chiesto pieni poteri, la scelta di rinviare fino a oggi la comunicazione di una scelta assunta da tempo, è un gesto di grave imprudenza istituzionale irriguardoso nei confronti del parlamento e suscettibile di precipitare il Paese in una spirale pericolosa di incertezza politica e instabilità finanziaria. La decisione è stata annunziata subito dopo aver incassato l'approvazione con la fiducia del decreto sicurezza bis con una coincidenza temporale che suggerisce opportunismo politico. Palesemente contraddittorio appare infine il comportamento di una forza politica che, pur dopo aver presentato al parlamento una mozione di sfiducia, non ritiri i propri ministri. È difficile oggettivamente direi che è difficile conciliare la presentazione e il mantenimento di una mozione di sfiducia con la permanenza in carica dei propri ministri.
  • [Rivolto a Matteo Salvini] In molte occasioni hai invaso le competenze degli altri ministri creando sovrapposizioni e interferenze che hanno finito per mirare l'efficacia dell'azione. Hai criticato pubblicamente l'operato di singoli ministri, incrinando la compattezza della squadra di governo, quando io stesso ti avevo pregato, all'indomani delle elezioni europee, di riferirmi direttamente e riservatamente qualsiasi osservazione in ordine alla composizione della squadra. La cultura delle regole, il rispetto delle istituzioni non si improvvisano ma sono qualità fondamentali per aspirare al ruolo di Ministro dell'Interno e Presidente del Consiglio, cercando soluzioni credibili senza sollecitare le reazioni dei cittadini.
  • [Rivolto a Matteo Salvini] Chi ha compiti di responsabilità dovrebbe evitare, durante i comizi, di accostare agli slogan politici i simboli religiosi. Questi comportamenti non hanno nulla a che vedere con il principio di libertà di coscienza religiosa, piuttosto sono episodi di incoscienza religiosa che rischiano di offendere il sentimento dei credenti e, nello stesso tempo, di oscurare il principio di laicità, tratto fondamentale dello Stato moderno.

Citazioni su Giuseppe Conte[ред.]

  • È doveroso dare un'apertura di credito a un presidente del Consiglio e nel caso, a Giuseppe Conte. (Valter Mainetti)
  • [Nel 2018] Il professore si è fatto aiutare dalle citazioni, l'avvocato ha fatto la relazione sul contratto, il politico ha guadagnato qualche punto nella replica. Ma è evidente che con Giuseppe Conte, il 65° governo della Repubblica cambia registro rispetto alle stagioni dei presidenti del consiglio leader unti dal popolo. (Norma Rangeri)
  • Mi domando per quanto tempo ancora lei sarà il burattino mosso da Matteo Salvini e da Luigi Di Maio. (Guy Verhofstadt)
  • E' uomo di apparato e di potere. (Massimo Cacciari)

Note[ред.]

  1. Visibile su Twitter, 13 aprile 2019.
  2. Citato in Alberto Custodero, Conte è il premier incaricato per il governo M5s-Lega: "Sarò l'avvocato difensore degli italiani", Repubblica.it, 23 maggio 2018.
  3. Citato in Conte ottiene la fiducia al senato?, Euronews.it, 5 giugno 2018.
  4. Citato in Governo, Conte: "Scarsa autonomia rispetto a Salvini e Di Maio? Sono io che indirizzo la politica dell’esecutivo", Ilfattoquotidiano.it, 10 giugno 2018.
  5. Citato in Conte e Macron: "Soluzione europea al tema migranti", Tpi.it, 15 giugno 2018.
  6. Citato in Salvini: "Sul censimento dei rom non mollo". Poi cambia idea: "Non è una priorità", Repubblica.it, 19 giugno 2018.
  7. Da un colloquio con i giornalisti a Potenza dell'11 febbraio 2019; citato in Giuseppe Conte si è confuso sul suo incarico, Il Post.it, 11 febbraio 2019.
  8. Estratto del discorso tenuto al parlamento europeo di Strasburgo, il 12 Febbraio 2019 https://youtu.be/A1L8CgLd2O4?t=224 (dal min 3:44 al min 4:56)
  9. Visibile in Comunicazioni del Presidente Conte al Senato, YouTube.com, 20 agosto 2019; citato in Comunicazioni del Presidente Conte al Senato, Governo.it, 20 agosto 2019.

Voci correlate[ред.]

Altri progetti[ред.]