Harlem

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Bambini che giocano ad Harlem, 1930 circa.

Citazioni su Harlem.

  • – Complimenti per il suo travestimento.
    – Quale travestimento?
    – Faccia bianca ad Harlem. (Agente 007 - Vivi e lascia morire)
  • Gli edifici si facevano sempre più alti, nascondevano il cielo. Mi inoltravo nel fitto di una foresta di case. Alcune abitate, altre abbandonate, l'unica differenza erano le finestre sbarrate da assi o da panni stesi. Bucati che sventolavano sulle scale antincendio, ogni centimetro di muro coperto di graffiti. Nell'aria un sapore che conoscevo bene, quello della povertà. (Leslie Feinberg)
  • In culo ai negri di Harlem. Non passano mai la palla, non vogliono giocare in difesa, fanno cinque passi per arrivare sotto canestro, poi si girano e danno la colpa al razzismo dei bianchi. La schiavitù è finita centotrentasette anni fa. E muovete le chiappe, è ora! (La 25ª ora)
  • Mi sono preso cura di Harlem e Harlem si prenderà cura di me, mi devi credere. (American Gangster)
  • Nei quartieri di Harlem ha lanciato una rosa a qualche giovane, fortunato matador. (Bruce Springsteen)
  • Non per farmi gli affari suoi, ma quando un bianco se ne sta su un marciapede di Harlem con un cartello che dice "io odio i negracci", o ha delle serie motivazioni personali, o ha il cervello incrostato di fuliggine! (Die Hard - Duri a morire)
  • Oh, ma non esistono persone non violente ad Harlem? (Shaft)
  • Questo Flatbush reale quanto le vellutate strade di Harlem | dove il jive riempie i juke-box nel giugno del '56. (Stephen King, Incubi & deliri)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]