L'aereo più pazzo del mondo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

L'aereo più pazzo del mondo

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Airplane!

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1980
Genere commedia
Regia Jim Abrahams, David Zucker
Sceneggiatura Jim Abrahams, David Zucker
Produttore Howard W. Koch, Jon Davison
Interpreti e personaggi

L'aereo più pazzo del mondo, film statunitense del 1980 con Robert Hays, regia di Jim Abrahams e David Zucker.

Frasi[modifica]

  • [Al microfono rivolto ai passeggeri] Abbiamo il 20% di possibilità di precipitare... Di precipitazione! (Capitano Oveur)
  • Chicago: qui volo 2 0 9. Abbiamo problemi. Sgombrate la testa, sgombrate la posta... Voglio dire chiedo priorità per atterraggio immediato a Chicago. (Capitano Oveur)
  • Ted Striker è un fifone, e i fifoni si cacano sotto. E quando uno si caca sotto, non è piacevole stargli vicino. È molto difficile guidare un aereo con il naso tappato. (Kramer)
  • Cascasse il mondo, quell'aereo non deve cascare! (McCroskey)
  • [A Striker] Come potrei dimenticare le notti d'amore con te? Le mattine, i pomeriggi, le sere d'amore. Quella volta che tornai da Tokyo e lo facemmo alla giapponese o quando tornai da Mosca, ricordi? e lo facemmo alla Molotov. O quella volta che tornai da Parigi, e tu eri lì, e io ti dissi: "Dio, come mi ricordi la Torre Eiffel!" (Elaine)
  • Striker, ora ascolta e ascolta bene. Non c'è nessuna differenza tra un aereo e una bicicletta, ma c'è differenza tra un bicicletta e un aereo. Ma per te non fa alcuna differenza perché non sai andare in bicicletta. Se atterri te lo insegnerò. (Kramer)
  • [Imitando un Pellerossa] Mr. Johnny bel cervellone! (Johnny Jacobs)
  • Concentrare... Mi devo concentrare... Ehi! Ecco... Manny Mota sostituisce Pedro Barbam... (Voce nella mente di Striker)
  • Eh lo so, lo so, ma è lui il pilota ora, ha lui il comando, è lui che decide. È il boss, il capo banda, il capo indiano, il capolista, ha vinto le elezioni, è un raccomandato! (Kramer)
  • Ho scelto il giorno sbagliato per smettere di fumare. (McCroskey)
  • Ho scelto il giorno sbagliato per smettere di bere. (McCroskey)
  • Ho scelto il giorno sbagliato per smettere i tranquillanti. (McCroskey)
  • Ho scelto il giorno sbagliato per smettere di annusare coccoina. (McCroskey)

Dialoghi[modifica]

  • Voce maschile annunci aeroporto[1]: La zona rossa è riservata all'imbarco e sbarco dei passeggeri, si prega di non sostare nella zona bianca.
    Voce femminile annunci aeroporto: No, la zona bianca è riservata l'imbarco e sbarco dei passeggeri, si prega di non sostare nella zona rossa.
    Voce maschile annunci aeroporto: La zona rossa è sempre stata riservata all'imbarco e sbarco dei passeggeri, è sempre stato vietato sostare nella zona bianca.
    Voce femminile annunci aeroporto: Adesso vuoi insegnarmelo tu qual'è la zona di imbarco e sbarco e qual'è la zona vietata?
    Voce maschile annunci aeroporto: Senti Betty cerca di trovare una zona dove te ne possa andare a fanculo!
  • Voce maschile annunci aeroporto: Si prega di non sostare nella zona bianca.
    Voce femminile annunci aeroporto: Vernon, non ne posso più, perché fingere, l'hanno capito tutti, è chiaro che vuoi costringermi ad abortire.
    Voce maschile annunci aeroporto: Non ci sono altre vie d'uscita, con il volo 4 2 4 per Londra torni in giornata senza "bagaglio".
  • Anziana passeggera: Nervoso?
    Ted Striker: Sì!
    Anziana passeggera: Ah... È la prima volta...
    Ted Striker: No, mi capita spesso di essere nervoso.
  • Ted Striker: Sai, ho ricevuto degli ordini: la mia squadriglia parte domani, dobbiamo bombardare Daiquiri. L'attacco è fissato alle ore 18. Raggiungeremo l'obbiettivo da nord, evitando i radar.
    Elaine: Ma quando tornerai?
    Ted Striker: Non posso dirtelo tesoro, è un segreto militare.
  • Dott. Rumack: Che abbiamo mangiato stasera?
    Elaine: Be', si poteva scegliere fra la bistecca e il pesce.
    Dott. Rumack: Ah sì, mi ricordo: io ho preso le lasagne.
  • Elaine: Dottor Rumack, i passeggeri che stanno male hanno mangiato del pesce, a bordo ci sono altri cinque casi che presentano gli stessi sintomi.
    Dott. Rumack: Anche il secondo pilota aveva mangiato del pesce. Cos'ha mangiato l'ufficiale di rotta?
    Elaine: Credo del pesce.
    Dott. Rumack: Ah, benissimo, ora sappiamo la causa del malessere: tutti i passeggeri che hanno mangiato del pesce tra meno di mezz'ora staranno male. [Il capitano Ouver guarda i resti della sua cena: una lisca di pesce]
    Elaine: Si tratta di una cosa seria?
    Dott. Rumack: Estremamente grave. Si manifesta all'inizio con aumento della temperatura e secchezza delle mucose. [Il capitano Over accusa i sintomi descritti dal dottor Rumack] Quando il virus entra in circolo il malato ha dei forti giramenti di testa, può anche insorgere un prurito irrefrenabile. Purtroppo l'avvelenamento colpisce soprattutto il sistema nervoso centrale causando gravi spasmi muscolari, senso di nausea e conseguente vomito. A questo punto il paziente viene colpito da un collasso il più delle volte accompagnato da sonore e irrefrenabili flatulenze, fino al momento in cui il povero cristo è ridotto a un ammasso inerme e alquanto puzzolente. [Il capitano Over sviene con una sonora flatulenza]
  • Hostess: C'è qualcosa che non va?
    Ted Striker: Oh... sì... Va tutto terribilmente da schifo...
  • Hostess: Lei se ne intende di aerei?
    Ted Striker: Beh me ne intendevo, intendo... Durante la guerra, intende? Ma non intendo più intendermene.
  • Striker: Certamente non puoi essere serio!
    Rumack: Sono serio… e non chiamarmi Shirley.
Surely you can't be serious!
I am serious… and don't call me Shirley.[2]

Note[modifica]

  1. Nella versione originale le due voci appartengono alla coppia che ha registrato i veri annunci dell'aeroporto di Los Angeles, coppia sposata anche nella vita
  2. Dopo un sondaggio tenuto negli USA nel 2005 dall'American Film Institute, che è andato a comporre l'AFI's 100 Years... 100 Movie Quotes, questa citazione è stata inserita al 79° posto nella classifica AFI delle cento battute più celebri della storia del cinema. Nella versione italiana l'ilarità della frase viene persa in quanto i doppiatori hanno forzatamente dovuto ignorare il gioco di parole nella medesima pronuncia del termine «surely» (certamente) e il nome «Shirley».

Altri progetti[modifica]

L'aereo più pazzo del mondo
L'aereo più pazzo del mondo · L'aereo più pazzo del mondo... sempre più pazzo