Metal Gear Rising: Revengeance

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Metal Gear Rising)
Jump to navigation Jump to search

Metal Gear Rising: Revengeance

Immagine Metal Gear Rising logo.png.
Titolo originale

メタルギア ライジング リベンジェンス
Metaru Gia Raijingu: Ribenjensu

Ideazione Yuji Korekado,
Hideo Kojima
Sviluppo Platinum Games
Pubblicazione Konami
Anno 2013
Genere azione
Tema fantascienza
Piattaforma PlayStation 3, Xbox 360, Microsoft Windows
Serie Metal Gear
Preceduto da Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots
Personaggi

Metal Gear Rising: Revengeance, videogioco del 2013 della serie Metal Gear.

Incipit[modifica]

N'mani: Tre anni... Siamo arrivati così lontano in soli tre anni...
Consigliere: Il segno di un forte leader, signore.
N'mani: No. È la volontà di un forte popolo.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Raiden... Non pensare a me. Devi fermarlo. (N'mani) [ultime parole]
  • Gente che terrorizza e uccide innocenti per soldi. Hanno stabilito il loro destino quando hanno accettato il loro lavoro. Io sono solo il loro giudizio finale. (Raiden)
  • [Solid Snake] In termini di pura abilità di combattimento, è uno dei più grandi soldati che abbia mai visto. Ma non è solo quello... Lui sa quel che è giusto e lo fa e basta. Punto. Nessuno può fermarlo. Ho imparato molto da lui... Mi ucciderebbe se mi sentisse parlare così di lui. (Raiden)
  • La tua reputazione ti precede. Liberiano, ma bianco come la neve... Un assassino nato, anche da bambino... (Mistral) [a Raiden]
  • I miei nemici sono caduti come mosche, uno dopo l'altro. Non mi sono mai sentita in pericolo. Ero persa... Senza una sfida... Senza una meta... A volte, invidiavo persino le mie prede. Almeno loro avevano una causa per cui morire. E poi ho incontrato lui. [...] E ho scoperto che cosa mi era mancato. I suoi ideali hanno dato significato alla mia vita. (Mistral)
  • Io t'amo... con tutto il mio cuore. (Mistral) [ultime parole]
Je t'aime... de tout mon coeur.
  • Costruito con soldi russi, per fare soldi russi. Non è un impianto per gli abcasi... è la loro prigione! Ma ora... saranno liberi! (Dolzaev) [ultime parole]
  • [Guadalajara] È sempre frenetica: è divertente anche solo fermarsi un attimo a guardare i locali. Camminando per Libertad, prendere il sole con una cerveza in mano, ascoltando il gruppo di mariachi lì vicino... Non c'è modo migliore per passare il fine settimana, credimi. [...] Inoltre, se vuoi saperlo, le ragazze laggiù sono le più calienti di tutto il Messico. Non mi crederesti se ti raccontassi di tutte le chicas con cui mi sono fermato a parlare per strada, nei centri commerciali, nei bar... (Kevin)
  • Se il corpo è in pericolo, il dolore notifica il cervello in modo che esso possa eseguire le azioni necessarie per la sopravvivenza. [...] le probabilità di sopravvivenza sono direttamente proporzionali alla sensibilità al dolore. Anche il contrario è provato: chi è incapace di sentire o di comunicare il dolore ha meno possibilità di sopravvivere. Quindi l'uomo si è sviluppato come un animale sociale e nel processo il dolore è diventato più pronunciato, più viscerale. (Doktor)
  • La razza umana ha volontariamente abbracciato tutte le sue altre invenzioni fino ad ora. Macchine a vapore, elettricità, internet, cyborg... Forse arriverà il giorno in cui parlare con le IA sarà considerato perfettamente normale. (Wolf)
  • Fermati... Ora! Lo uccido, lo giuro! (scienziato) [ultime parole]
  • Solidus addestrava i bambini soldato in Liberia mentre lavorava come un paramilitare CIA. Non... non è una memoria felice. Tutte le droghe, la violenza continua... Ha completamente distrutto il mio senso di giudizio. (Raiden)
  • Cosa succede quando l'apparenza cessa di avere significato? Non si può più dire "vedere per credere", dopo tutto. (Doktor)
  • Non importa quanti bambini messicani facciamo a pezzi o quanti africani seppelliamo, il primo mondo si gira sempre dall'altra parte. Non gliene frega un cazzo a nessuno. Non importa ai media e non importa ai politici. Di certo non importa all'uomo medio. È troppo impegnato a preoccuparsi dei soldi, del sesso... della religione... del successo... (Sam)
  • Chi salva i deboli dall'uomo che dovrebbe salvare i deboli? (Monsoon)
  • La guerra è un genitore crudele, ma è un'insegnate pragmatica. La sua ultima lezione è incisa permanentemente nella mia psiche: questo mondo e tutta la sua gente sono malati. La libera volontà è un mito. La religione è uno scherzo. Siamo tutti pedoni controllati da qualcosa di più grande. Dai meme. Il DNA dell'anima. Danno forma alla nostra volontà. Sono la nostra cultura. Sono tutto ciò che tramandiamo. Esponi qualcuno alla rabbia per abbastanza tempo e imparerà a odiare. E diventerà un trasmettitore. Invidia, avidità, disperazione... Tutti meme. Tutti trasmessi. (Monsoon)
  • Il massacro... continuerà... Ora ritorno... alla terra... Il vento soffia, la pioggia cade... i forti... si cibano... dei deboli... Tutto... come deve... essere... (Monsoon) [ultime parole]
  • I meme sono i geni della cultura, dalla moda alla progressione di accordi nella musica... fino alle espressioni politiche. E proprio come i normali geni, i meme si replicano. Crescono, infettando sempre più gente. (Kevin)
  • I bambini sono crudeli. Tutte le persone lo sono per natura, poi ne perdono un po' invecchiando. Cominciano a credere di sapere cos'è giusto e cos'è sbagliato. [...] Ma con i bambini, puoi manipolarli, farli crescere per commettere ogni tipo d'atrocità. E non c'è nulla come un po' di buona atrocità per far proseguire una guerra. (Sundowner)
  • Quelli là [i Patriots] gestivano l'economia di guerra, ma non l'hanno inventata. O pensi davvero che ogni battaglia della storia faccia parte di un grandissimo complotto? Stronzate! La guerra è parte di noi. Perché avversarla? (Sundowner)
  • Come ho detto, i bambini sono crudeli, Jack. E io sono molto vicino al bambino dentro di me. (Sundowner)
  • È bravo... molto bravo... Sapevi che sarebbe successo, non... Beh, otterrai ciò che vuoi... Tocca a te ora... Sam... (Sundowner) [ultime parole]
  • Meraviglioso... "La terra è la culla dell'umanità, ma l'umanità non può rimanere nella culla per sempre."[1] (Doktor)
  • La tristezza non è come l'oceano: un giorno la puoi mandar giù tutta d'un sorso... È un detto russo... (Boris)
  • I Patriots... sapevano che la guerra faceva bene all'economia. [...] Ci hanno lasciato i grandi "ismi"! Il nazionalismo! L'unilateralismo! Il materialismo! Meme accoglienti per chi non ha fede, per chi non ha dei propri principi. Diventa parte della massa. Non hai bisogno di migliorarti, perché sei americano! Sei già il numero uno! E allora l'unico valore rimanente è il valore del dollaro, l'economia. Quindi faremo qualsiasi cosa necessaria per aiutarlo a resistere. Anche la guerra. Specialmente la guerra. (Armstrong)
  • Il materialismo scorre rampante fra l'élite finanziaria. Vedono lo sfruttamento dei poveri come un segno di successo. Sono entrati in compagnie che non producono nulla se non interessi per se stessi. Voglio dire, è un fatto che i lavori manifatturieri stiano sparendo dai paesi del primo mondo [...]. Ma quella non è colpa degli immigrati. È colpa dei banchieri e dei finanziatori... È colpa di chi ha spinto la globalizzazione per poter gonfiare i bilanci trimestrali. [...] Anche se i meme che si diffondono hanno la stessa probabilità di essere buoni o cattivi, spetta a noi scegliere quelli buoni e diffonderli un po' di più... (Kevin)
  • Il solito politico... grandi promesse, ma tutto fumo. [...] "Far ripartire l'economia"? Tutte stronzate! Tutto ciò che t'importa sono i tuoi soldi. Quelli e il tuo indice di gradimento. Non hai alcun principio, proprio come tutti gli altri. Se l'America è finita nella merda, tu sei solo un altro verme che si ciba nel mucchio. (Raiden) [ad Armstrong]
  • Sto usando la guerra come un business così da poter essere eletto, e mettere fine al business della guerra! Nella mia nuova America, la gente morirà e ucciderà per quello in cui crede. Non per i soldi. Non per il petrolio. Non per ciò che gli viene detto che è giusto. Ogni uomo sarà libero di combattere le proprie guerre. (Armstrong)
  • Ho lavorato due anni per questo, e l'ultimo giorno il biondino m'ha fatto dubitare dell'intera cosa. Lasceremo che il fato decida, eh, Wolfy? Un duello mortale, che vinca il migliore. Lo uccido e finisce qui. Ritorniamo al nostro incidente internazionale come da programma. Ma se lui mi batte... se io muoio qui... il blocco della mia blade verrà disabilitato dopo un paio d'ore... Quel che succede dopo... spetta a te, Wolfy. (Sam) [voce registrata prima del duello con Raiden]
  • Quando Samuel è caduto mi mancavano i parametri per giudicare... ma questo è cambiato. Ho delle linee guida ora. Ho creato le mie direttive personali. (Wolf)
  • In fondo in fondo noi... siamo spiriti affini... Tu e io... (Armstrong) [ultime parole, rivolte a Raiden]
  • Io conosco il suo passato. Ha passato una vita dura, e ha fatto del male a molte persone. Ma quello non è il Raiden che conosco io. Il Raiden che conosco io... è un eroe. (Sunny)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

Cosplayer di Raiden
  • Raiden: C'è un detto che mi piace: "Una spada ne tiene un'altra nel fodero."[2] A volte, la minaccia di violenza può essere un deterrente. E a volte, togliendo una vita, se ne salvano altre. È il codice d'onore seguito dai samurai...
    N'mani: Uhm... Un soldato e un filosofo. Sei pieno di sorprese, Mister Lightning Bolt.
  • Sam: Non lasci che la tua arma serva il suo scopo. Brama di bagnarsi nel sangue dei tuoi nemici... Ma tu la trattieni.
    Raiden: No... La mia spada è uno strumento di giustizia.
  • Raiden: È la mia nazionalità, ma non ho mai pensato a me stesso come un americano.
    Doktor: Oh? Ah... Beh, sì, credo di capirti, vista la tua storia. Ma allora cosa? Di certo non t'identifichi come un liberiano?
    Raiden: Non m'identifico con nessuno. Nessuna nazione, nessun gruppo etnico. Sono io e basta.
  • Raiden: Beh, ti ho detto da dove ho preso il nome "Raiden", no? Seconda guerra mondiale, l'aeroplano giapponese chiamato "Raiden"? Che poi gli alleati hanno soprannominato "Jack"?
    Kevin: Sì, mi ricordo.
    Raiden: E il mio vero nome è Jack, così... Loro mi hanno dato nome in codice Raiden.
    Kevin: Per "loro" intendi i Patriots.
    Raiden: Non m'è mai andato a genio. Ma è sempre meglio che... "Jack" mi ricorda troppo del passato.
    Kevin: Ti capisco...
    Raiden: Una volta qualcuno mi disse: "Puoi trovare il tuo nome e il tuo futuro".[3]
  • Wolf: Possiedo un intelletto molto oltre le capacità umane.
    Raiden: Davvero. Allora dimmi: qual è il significato della vita? Perché siamo qua?
    Wolf: Io sono qui per ucciderti.
    Raiden: Tutto qui? Un ragionamento piuttosto semplice per un intelletto tanto portentoso.
    Wolf: Posso analizzare gli ordini, ma non posso disubbidirli. Se dovessi disobbedire a un ordine diretto, la mia memoria verrebbe cancellata. Devo distruggerti.
    Raiden: A che serve un intelletto se non puoi usarlo?
  • Raiden: Io... proteggo i deboli. [...] Se devo uccidere per proteggerli... così sia.
    Mistral: Abbiamo meno in comune di quanto pensassi.
    Raiden: Lo prendo come un complimento.
    Mistral: Se puoi uccidere per i tuoi ideali, allora puoi anche sicuramente morire per essi!
  • Raiden: Mistral ha parlato di qualcuno dal suo passato... Hai idea di chi potesse essere?
    Kevin: No. Ho ricontrollato le informazioni su di lei e non ho trovato nulla. Sicuramente non era Dolzaev... E probabilmente nemmeno Sundowner.
    Raiden: No. Dal modo in cui ne ha parlato, non sembrava nessuno che abbiamo incontrato finora. Forse qualcuno coinvolto nel supporto a Desperado.
    Kevin: Se è così, allora forniscono più che semplice supporto finanziario. Condividono la stessa filosofia.
    Raiden: Sarebbe una brutta cosa. Gente disposta a morire per i suoi leader... non è così facile da prevedere.
  • Courtney: Penso che i cyborg siano davvero eccezionali. Così tanta potenza e velocità...
    Raiden: Non è tutto positivo. [...] all'inizio, quando ho subito la prima modifica, tenere il sangue artificiale libero dalle impurità era una gigantesca scocciatura. [...] Ed era ancora peggio prima, ai tempi in cui il dott. Clark stava ancora sperimentando. Le connessioni nervose bacate interagivano con i recettori di dolore dei soggetti. Era una tortura. In confronto, a me è andata anche bene.
  • Courtney: La gente pensava che questi 12 tizi [i Patriots] controllassero la politica e l'economia globale nell'ombra.
    Raiden: E avevano ragione. Eccetto che non erano 12 e non erano tizi... e nemmeno umani. Erano gigantesche reti di IA.
  • Wolf: Ho l'intelligenza ma mi manca un tratto essenziale di qualsiasi combattente.
    Raiden: E cos'è?
    Wolf: La brutalità. Non sono umano. E quindi mi manca la brutalità inerente all'umanità.
  • Sundowner: Abbiamo già iniziato l'addestramento RV.
    Scienziato: Il Programma Sears?
    Sundowner: Sì, lo stesso che il vecchio George usava sui bambini in Liberia. Ovviamente ora è collegato direttamente al cervello.
  • Wolf: Ogni persona è diversa.
    Raiden: Non come le IA? Siete tutti uguali, eh? Tu e i tuoi fratelli. Manipolate l'umanità per il vostro profitto.
    Wolf: [...] ci adattiamo imparando. Proprio come qualsiasi altro intelletto, sia esso umano o macchina.
  • Raiden: E cos'è successo ai ricercatori che ti hanno allevato?
    Wolf: Sconosciuto. Probabilmente sono stati trasferiti ad altri progetti.
    Raiden: Non senti mai il bisogno di rivederli?
    Wolf: ...A volte sì. Ma non si può rimanere degli studenti per sempre. Arriva il momento in cui bisogna diventare degli individui. Bisogna trovare il proprio posto nel mondo.
  • Kevin: Un tizio vede i suoi compatrioti uccisi dal terrorismo, così diventa egli stesso un terrorista per vendicarsi... È un circolo infinito.
    Raiden: Penso sia la stessa cosa per i soldati bambino. I genitori dei bambini vengono uccisi dagli altri bambini e così entrano in guerra per uccidere i genitori dell'altra gente.
  • Raiden: Chiedi a qualsiasi soldato: un po' di frivolezza può avere effetti miracolosi quando devi affrontare la morte. Non importa che sia divertente o meno. Se aiuta te e i tuoi compagni a rilassarsi, allora aiuta.
    Courtney: Sì... Sì, ti credo. [...] Ok, ho una barzelletta per te allora: tre pomodori camminano per strada...[4]
    Raiden: L'ho già sentita, Courtney. E grazie per il pensiero, ma andrà tutto bene...
  • Raiden [parlando di Sunny]: Chi lo sa che esperimenti hanno fatto [i Patriots] sul suo cervello?
    Courtney: E alla fine l'ha usato per distruggerli. Ironico, eh?
  • Sam: La guerra è una grossa ricompensa. [...] Non parlo di soldi, Jack. Parlo di ideali.
    Raiden: Scusa?
    Sam: Non fa niente. Abbiamo già sentito anche troppi discorsi impegnati ultimamente.
  • Raiden [dopo aver sconfitto Sam]: Aveva a malapena dei miglioramenti cyborg...
    Wolf: Era necessario ucciderlo? Evidenza: inconclusiva.
    Raiden: Evidentemente anche le IA non sanno tutto.
    Wolf: Non esiste una sola risposta corretta. Inoltre, il conflitto umano nasce dagli ideali e dalle norme sociali contrapposte. Non sono stato programmato con queste linee guida.
  • Raiden: Ehi, allora come sta Otacon? Sarebbe anche ora che iniziasse a pensare al matrimonio, no?
    Sunny: Non so se si stia dando da fare o meno, ma per il momento sembra di no. Gli piace lamentarsi che nessuno potrebbe sopportarlo per un lungo periodo di tempo... Ma sembra che non abbia troppi problemi a tenersi impegnato il sabato sera... Non so se mi spiego.
    Raiden: Sì, beh, credici o no, è sempre stato un grosso geek[5] quando era più giovane. [...] Ma è cambiato molto dopo i trent'anni. È diventato più affascinante.
  • Boris [parlando di EXCELSUS]: Non è equipaggiato nuclearmente, ma Metal Gear è lo stesso nel nome del prodotto. [...] Il termine è stato coniato perché dovevano servire da "gear", ingranaggi... ingranaggi di collegamento fra la fanteria e le armi, da?
    Raiden: Anche RAY non aveva le atomiche.
    Boris: Da. Sarebbe inutile con quel tipo di equipaggiamento come arma tattica. Una volta entrati nell'era del conflitto asimmetrico, dopo la guerra fredda... L'idea della forza deterrente è uscita di stagione.
    Raiden: Esatto, la gente ha iniziato a preferire delle armi con le quali si potesse veramente uccidere la gente.
  • Kevin: Fin dal movimento Occupy, Wall Street ha manipolato i media... Sai, usando gli interessi internazionali come capro espiatorio per distogliere l'attenzione del pubblico. [...] Se essere un americano è l'unica cosa di cui andar fiero... È facile iniziare a incolpare i non americani per tutti i problemi che devi affrontare.
    Raiden: E non è una cosa che succede solo negli USA... Hai visto come sono contro l'immigrazione tutte le nazioni del primo mondo al giorno d'oggi. Sempre il solito "ci rubano il lavoro". È una storia facile da digerire.
  • Sunny: La scienza viene sempre usata per la guerra.
    Raiden: No, è come con le armi: la scienza è solo uno strumento. Dipende da chi la controlla.
  • Armstrong: "Ho un sogno."[6]
    Raiden: Cosa...?
    Armstrong: Che un giorno ogni persona in questa nazione possa controllare il PROPRIO destino. [...] Dove le leggi cambiano per adattarsi all'individuo, non il contrario. [...] Fanculo all'orgoglio americano. Fanculo ai media. Fanculo a tutti! L'America è malata. Marcia nell'anima. Non c'è modo di salvarla... Dobbiamo sradicarla. Fare tabula rasa. [...] E dalle ceneri rinascerà una nuova America. Evoluta ma indomabile. I deboli saranno epurati e i più forti prospereranno: liberi di vivere come meglio credono, rifaranno grande l'America.
  • Armstrong: Stiamo facendo la madre di tutte le frittate, Jack. Non possiamo preoccuparci del singolo uovo.[7]
    Raiden: Non quando stai "epurando i deboli", giusto? Che ne sai tu dei "deboli"? Non sei nato povero. Non hai mai patito la fame. Non sai cosa vuol dire combattere e rubare e uccidere solo per sopravvivere...

Explicit[modifica]

Pubblicità del gioco, con il protagonista Raiden, su un palazzo

Boris: Il programma d'acquisizione dei cervelli è terminato, ma, purtroppo, la compagnia è ancora in vita. Qualcuno li acquisterà. Le PMC sono nuovamente richieste.
Raiden: Sì. Combattendo per ragioni che non capiscono, per cause in cui non credono...
Boris: Scusami?
Raiden: No, nulla.
Boris: Così... hai fatto la tua scelta? Non tornerai?
Raiden: Spiacente, Boris.
Boris: Capisco. Ma allora... cosa farai?
Raiden: Ho la mia guerra da combattere.

Citazioni dai DLC[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

Storia-DL-01: JetStream[modifica]

  • Monsoon: Uhm, ciliegi in fiore. [...]
    Armstrong: Mi danno il voltastomaco. [...]
    Monsoon: Li trovi davvero così orrendi? Sono solo alberi.
    Armstrong: Passano dalla fioritura completa a essere completamente spogli in una sola fottutissima settimana. E dappertutto a Washington si sente dire: "Oh, com'è fuggevole e bello..." Patetico. Cosa ne pensi tu?
    Monsoon: La natura è solo la natura. Né bella, né brutta.
  • Vago per la terra, amministrando giustizia. Ma solo a coloro che la meritano... (Sam)
  • Le organizzazioni come le nostre... Sono degli organismi viventi. Non puoi distruggerle con la sola violenza. Puoi ucciderne una parte... Un arto, forse due. Ma il corpo principale sopravvive. (Monsoon)

Storia-DL-02: Blade Wolf[modifica]

  • Mistral, la nostra missione è... portare la libertà? Se è così, perché a me non è mai stata offerta una scelta? (Wolf)
  • Wolf: Non si può imporre a qualcuno la libertà. Bisogna guadagnarsela da soli.
    Khamsin [ultime parole]: Rognoso... dannato... figlio di una...
  • Mistral: Questa guerra non ha nulla a che fare con la libertà...
    Wolf: E allora... perché?
    Mistral: Tu capisci solo la logica e la ragione... Tu... non capirai mai.
  • Wolf: Come me, anche lui [Raiden] è stato obbligato a uccidere. Ha visto il lato più oscuro della natura umana. Ma ora lo usa per combattere per ciò in cui crede.
    Sunny: Sì... Ed è per questo che io credo in lui. Continuerà su questa strada e non l'abbandonerà mai.

Note[modifica]

  1. Cfr. Konstantin Ėduardovič Ciolkovskij: «La Terra è la culla dell'Umanità, ma non si può vivere per sempre in una culla».
  2. Cfr. George Herbert: «Una spada costringe l'altra a rimanere nel fodero».
  3. Cfr. Solid Snake in Metal Gear Solid 2: «Puoi trovare il tuo nome. E il tuo futuro...».
  4. Cfr. Pulp Fiction: «Tre pomodori camminano per la strada. Papà pomodoro, mamma pomodoro e il pomodorino. Il pomodorino cammina con aria svagata e papà pomodoro allora si arrabbia e va da lui, lo schiaccia e dice: "Fai il concentrato!"».
  5. Cfr. la voce Geek su Wikipedia.
  6. Cfr. Martin Luther King: «Io ho un sogno, che un giorno questa nazione si leverà [...]».
  7. Cfr. Lenin: «Per fare una frittata bisogna rompere delle uova».

Altri progetti[modifica]