Roberto Maroni

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Roberto Maroni

Roberto Maroni (1955 – vivente), politico italiano.

Citazioni di Roberto Maroni[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Le organizzazioni criminali guardano più che all'aspetto militare a quello patrimoniale. Cento o duecentomila miliardi provenienti dalle attività criminali possono conquistare l'economia di tutto il Paese.[1]
  • Ci hanno accusato di razzismo quando lottavamo per l'indipendenza e continuano ora che parliamo di devolution. È scandaloso. Noi guardiamo con affetto e simpatia al Meridione, ma non a quello assistenzialista e mafioso di De Mita e Mastella.[2]
  • [Alla domanda: «la musica la compra o la scarica da Internet?»] La scarico illegalmente, è ovvio. Non sono mica come Bono degli U2 che fa grandi proclami per la pace nel mondo e contro lo strapotere delle multinazionali e poi si compra le azioni di Microsoft o di Forbes, così diventa ricco. Io sono per la libera scaricabilità della musica. [Alla domanda: «sa che è un reato, vero?»] Eccome, è per questo che mi autodenuncio e spero che ci legga qualcuno della Guardia di Finanza. Così, finalmente, il caso finisce in Parlamento.[3]
  • [Sulla candidatura di Renzo Bossi alle elezioni regionali 2010] Purtroppo non posso votare a Brescia, comunque il nome Bossi è una garanzia e lo voterei.[4]
  • Un intervento militare in Libia significherebbe la terza guerra mondiale.[5]
  • La Lega fin dall'inizio è stata criticata, ci hanno definito xenofobi perché, in alcuni casi, abbiamo mandato dei messaggi espliciti e a volte forti. Ma questo ci ha portato consenso e, non nego, che in qualche modo ci abbiamo marciato sopra. Dire che siamo razzisti è però un pregiudizio del quale non riusciremo a liberarci tanto facilmente.[6]
  • [Dopo la nomina a segretario federale della Lega Nord] Riuniremo in settimana il consiglio federale, e in settimana, e in settimana lo dico solo adesso, non l'ho detto prima per scaramanzia, nominerò la squadra che mi affiancherà in questo difficile, complicato, affascinante e meraviglioso nuovo incarico. Tre vice segretari con un vice, il vicario, il numero due, che sarà naturalmente del Veneto. Cominciamo a lavorare subito, non c'è tempo da perdere. Io sono uno di voi, voglio che mi consideriate uno di voi. La mia porta sarà sempre aperta. Sono a disposizione dei militanti: ho cominciato come militante e voglio che mi consideriate un semplice militante della Lega momentaneamente incaricato di un compito che fa tremare le vene ai polsi, dopo tanto tempo di Umberto Bossi. Per me è mio fratello, lo porterò sempre nel cuore. Ma oggi inizia una fase nuova: stiamo tutti insieme, statemi vicino, statemi vicino perché ho bisogno di sentire il calore e la passione dei militanti, i nostri meravigliosi militanti: non c'è niente che valga di più nella Lega, voi siete i nostri diamanti, voi siete la nostra ricchezza, voi siete la nostra forza e il nostro futuro. Grazie a tutti amici, grazie! Viva la grande Lega Nord![7]
  • Nelle ultime settimane il Pdl ha tolto di fatto la fiducia al governo, ma fino ad oggi ha approvato tutte le norme e i provvedimenti che Berlusconi contesta, a partire dall'Imu. Quindi mentre in Lombardia c'è un'alleanza che ha sin qui dato buoni risultati e che non avrebbe motivo di venire meno, la situazione sul fronte nazionale è più complicata. Io non subordino le due cose, come fa Berlusconi. In ogni caso siamo pronti anche ad andare da soli e non escludo che le cose poi vadano davvero così. Non ho ansie di alleanze, non ho problemi o timori: ho costruito una coalizione in Lombardia abbastanza forte per vincere anche senza il contributo di Berlusconi.[8]
  • Anno nuovo Lega nuova, da domani si cambia marcia. Pulizia, largo ai giovani e #primailnord. Buon 2013 a tutti.[9]
  • Sicurezza, ennesimo fallimento di Monti: nel 2012 aumentati furti e rapine in casa. Prevedibile, quello di Monti è un governo senza Maroni.[10]
  • È un accordo che mi soddisfa molto [l'alleanza con il Pdl], perché con quest'accordo posso ragionevolmente affermare che in Lombardia si vince. Andare da soli sarebbe una inevitabile sconfitta. Capisco qualche mal di pancia, ma ricordo a tutti quanti che se non ci fosse stato l'accordo con il Pdl allora, più di 400 Comuni sarebbero a rischio con i sindaci che dovrebbero dimettersi. Ci sono quindi tutte le ragioni per considerare l'accordo utile, positivo e coerente con il disegno illustrato nell'ultimo congresso. Non temo malumori territoriali, c'è qualcuno che non era d'accordo, in Veneto, come in Piemonte, ma a questi ricordo che, nel Veneto siamo al governo della Regione con il Pdl". Cosi' Roberto Maroni ha risposto a chi gli chiedeva se teme i mal di pancia dei veneti sull'accordo raggiunto tra Pdl e Lega. Ci sono tutte le ragioni per aver stretto questo accordo che è utile, positivo e soprattutto coerente col disegno che ho fatto approvare al congresso federale. L'accordo con il Pdl serve per vincere in Lombradia. Con questo accordo vincerò in Lombardia con buona pace dei miei avversari. Albertini mi sembra destinato ad un modesto piazzamento. Aveva detto che se avessi vinto mi avrebbe regalato una Ferrari. Bene, allora gli dico di prenotarla. L'accordo per le politiche è conseguenza dell'accordo per la Regione, ma funzionale all'accordo per la Regione. Per questo nell'accordo si dice esplicitamente che Berlusconi non sarà il premier. È un fatto rilevante ed esprimo riconoscenza per questo gesto a Silvio Berlusconi. Ho sentito che Silvio Berlusconi ha indicato Angelino Alfano come candidato premier. È una persona che stimo, con cui ho lavorato, non mi dispiace. Ma io mi permetto di indicare Giulio Tremonti.[11]
  • Con grande emozione assumo una responsabilità importante. Voglio continuare l'esperienza di buon governo di chi mi ha preceduto [il governo di Roberto Formigoni], valorizzare le eccellenze che ci sono e migliorare il lavoro svolto. Ho infatti l'ambizione di fare meglio.[12]
  • Ho sentito Berlusconi e mi pare molto preoccupato. Mi auguro che tolga il sostegno al Governo, sostenuto da una maggioranza dove c'è un partito, il Pd, che lo sta trattando come all'epoca fu trattato Craxi. La legge [la legge Severino] va rispettata ma non può violare i principi cardine dell'ordinamento costituzionale, come il principio della irretroattività della legge penale.[13]
  • Giulia Bongiorno dice: "Questa Lega nazionale l'avrebbe approvata anche Andreotti". È davvero cambiato il mondo: io e Bossi quelli come Andreotti li abbiamo sempre combattuti.[14]

Citazioni su Roberto Maroni[modifica]

  • Bah! Ogni volta che gli chiedono se ambisce a prendere il posto di Bossi, lui smentisce... Secondo me, però, il suo piano è proprio quello di prendersi la Lega. (Rosi Mauro)
  • Bobo Maroni è un leghista bifronte, che si mostra ragionevole ed equilibrato quando indossa i panni ministeriali, ma che si trasforma quando deve parlare alla pancia della Lega. (Gianni Barbacetto)
  • La stessa ragione per cui Roberto Maroni, esponente di un partito privo di legami clientelari con il Sud, è risultato un ministro degli Interni più efficiente di altri nella lotta contro la criminalità organizzata. (Angelo Panebianco)
  • Maroni ha il merito di avere iniziato un'azione indubbiamente più forte di quanto sia stato fatto in precedenza. E sul fronte antimafia è uno dei migliori ministri degli Interni di sempre. (Roberto Saviano)

Note[modifica]

  1. Citato in Per Maroni la mafia inquina l'economia, La Stampa, 20 ottobre 1994.
  2. Da Polo-Lega, a Teano un «patto» per il Sud, Corriere della Sera, 12 aprile 2000.
  3. Citato in «Scaricare senza pagare è giusto», Corriere.it, 4 febbraio 2009.
  4. Citato in Regionali/ Maroni: Renzo Bossi, nome è una garanzia, lo voterei, Informazione.it, 25 marzo 2010.
  5. Citato in Corriere.it, 8 marzo 2011.
  6. Citato in Maroni in cattedra all'Insubria: "Volevo fare il giornalista", VareseNews.it, 13 marzo 2012.
  7. Dal Finale del discorso di Roberto Maroni, V congresso federale, Milano, 1º luglio 2012.
  8. Citato in Maroni: «Niente diktat da Berlusconi. In Lombardia possiamo vincere anche da soli», Corriere.it, 12 dicembre 2012.
  9. Da un tweet, 1º gennaio 2013.
  10. Da un post sulla pagina ufficiale Facebook.com, 4 gennaio 2013.
  11. Citato in Berlusconi: "Siglato patto Pdl-Lega" Maroni: "Non temo malumori, così in Lombardia si vince", Il giorno.it, 7 gennaio 2013.
  12. Dal discorso d'insediamento; riportato su regione.lombardia.it, 18 marzo 2013.
  13. Citato in Berlusconi trattato come Craxi, mi auguro che tolga sostegno al governo, ilfattoquotidiano.it, 3 settembre 2013.
  14. Citato in Maroni: "Giulia Bongiorno? Io e Bossi quelli come Andreotti li combattevamo", Corriere.it, 19 gennaio 2018.

Altri progetti[modifica]