Scrubs - Medici ai primi ferri (quarta stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Scrubs - Medici ai primi ferri.

Scrubs - Medici ai primi ferri, quarta stagione.

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

Episodio 1, La nuova amica della mia vecchia amica[modifica]

  • Dott. Cox: Immagino che potrei sciorinare una lista delle cose di cui m'importa quanto la nostra ultima settimana insieme, vediamo... Le diete ipocaloriche, Michael Moore, il congresso nazionale dei repubblicani, la Cabala, tutto ciò che ha a che fare con la Cabala, la TV al plasma, le figlie di Bush, le connessioni wireless, la serie OC, l'ONU, il riciclaggio, Danny Gans, i Grammys latinoamericani, i Grammys veri, quel dormiglione di Jeff dei Wiggles, le paghe degli Yankees, tutti i repubblicani, tutti i democratici, tutti gli ospiti dei talk show, tutto quello che c'è sulla Terra, tutto nell'Universo, tutto tutto tutto tutto tutto tutto tutto, tutto ciò che esiste passato presente e futuro, in qualunque dimensione nota e sconosciuta... Oh, e anche Hugh Jackman.
    J.D.: Hugh Jackman è Wolverine... Come osa?
  • [Rivolto a Carla, Turk e J.D.] Oh, i neosposini... e c'è anche Carla! (Dott. Cox)
  • [Rivolto a J.D.] Buon Dio Fantàsia, non crederai sul serio che io abbia finito di insegnarti vero? L'unica differenza tra oggi e domani è che quando domani ti sveglierai per venire qui a uccidere pazienti nessuno potrà più dire è solo un assistente, invece sicuramente si chiederanno chi diavolo è il responsabile del tuo tirocinio e quando punteranno il dito accusatore su di me spero di essere ancora in coma per la rabbia che mi ha preso l'ultima volta che hai cercato di abbracciarmi! (Dott. Cox)

Episodio 2, Il mio ufficio[modifica]

  • [Rivolto a J.D. dopo avergli annunciati che insieme a Elliot saranno i nuovi supervisori] Be', Scarlett, siccome lei è così preparata sulla teoria, sa essere priva di qualunque abilità interpersonale e tu sei così affettuoso quanto un cucciolo non svezzato di Labrador e utile in situazioni di emergenza quanto un cucciolo non svezzato di Labrador, insieme voi due fate un quasi passabile dottore barra cucciolo di Labrador! (Dott. Cox)
  • Dott. Kelso: Che ne pensi, Perry? [mostrando al dott. Cox la radiografia di un paziente con una lampadina infilata nel retto]
    Dott. Cox: Non lo so, Bob: o ha una lampadina infilata su per lo sfintere o il suo colon ha appena avuto un'idea geniale!

Episodio 3, Il mio nuovo gioco[modifica]

  • Non ci vuole uno psichiatra per capire che se prima eri felice e ora non lo sei più, devi rimettere le cose com'erano prima. (Molly Clock)
  • Il fatto è che ogni rapporto ha bisogno di attenzioni, può trattarsi di un piccolo gesto o riprendere da dove si era rimasti. In fondo se tieni davvero ad una persona è facile sacrificarti per lei. (J.D.)

Episodio 4, Il mio primo omicidio[modifica]

  • J.D. [pensando]: Essere un nuovo dottore all'ospedale può essere difficile, così può essere piacevole che qualcuno faccia amicizia con te.
    Nuovo dottore: Salve, sono Ron, sono un nuovo dottore.
    J.D.: Sì, il cartello "Non me ne importa niente" è là in fondo.
  • Ciascuno di voi riuscirà più o meno ad uccidere un paziente. Prima o poi nel vostro tirocinio farete un errore, loro moriranno e questo brucerà nella vostra coscienza per sempre. (Dott. Cox)
  • [Riferito a Doug] Quel ragazzo ha ucciso tanti di quei pazienti che potrebbe fare l'agente governativo. (Dott. Cox)
  • Lo so che ti sei spaventato e che spesso ti sei sentito come una ragazzina nel corpo di una donna, ma sta qui il segreto: la paura è buona! Ti tiene lontano dall'essere un dottore a metà. Il trucco è non lasciarsi paralizzare. (Dott. Cox)

Episodio 5, La sua storia III[modifica]

  • [Pensando] C'è il dottor Kelso, bene, ora che sei supervisore puoi essere più cordiale, ma non fermarti perché improvvisare non è la tua specialità. [Si ferma e si rivolge al dott. Kelso] "Ehi, dott. Kelso! Ehm... Vedo che ha tagliato i peli del naso!" (Elliot)
  • Diamo uno sguardo alla mia vita privata: io sto insieme a una donna che odio, mio figlio di due anni mi chiama Perry e... soprattutto, quello che ancora non sono mai riuscito a confessare a nessuno, è che il sabato sera mi piace indossare un bel vestito da donna e andare in giro coi tacchi alti per i bar a farmi chiamare "la merciaia". (Dott. Cox)
  • La prima volta che ti incontro da solo ti strappo il cuore. (Dott. Cox)
  • Ho capito quanto è importante qualcuno che ti stia vicino. (J.D.)

Episodio 6, La mia torta[modifica]

  • Quando qualcuno mi tocca più di due volte, la mente mi si annebbia e non mi rimane altro che un cieco furore. (Dott. Cox)
  • Cerchiamo di lasciare da parte la nostra infanzia perduta, è passata, per me, narcisista dalle emozioni distorte, e... se n'è andata anche per te, un altro narcisista distorto, che non sa fare niente di meglio che bere birra ammollo nella sua urina! (Dott. Cox)
  • È sorprendente come poche semplici parole possano cambiare tutto, che siano di scuse, o un'ammissione. A volte non è importante quello che dici, ma che ci sia qualcuno ad ascoltare. (J.D.)

Episodio 7, Il mio nemico comune[modifica]

  • [Rivolto alla psicologa Molly Clock, che vede il mondo tutto rose e fiori] Sai di che è fatto il mondo? Di bastardi! Bastarda la glassa, bastardo il ripieno. (Dott. Cox)
  • [Rivolto a Cox e Kelso che decidono come tormentare Molly] Io ne scelgo uno e lo tormento continuamente senza alcun motivo. Se fosse qui vi farei vedere. [Arriva J.D. alle sue spalle, ma ascoltando le sue parole furtivamente torna indietro. L'inserviente lo percepisce, ma non lo vede.] È vicino! (Inserviente)
  • Le relazioni hanno una fragilità intrinseca: possono essere rafforzate da una scusa comune o possono rompersi per la mancanza di un nemico comune. (J.D.)

Episodio 8, La mia ultima chance[modifica]

  • J.D.: Sai, Elliot, da quando ti ho spezzato il cuore ho lasciato correre le tue saccenterie, ma ora che sei andata a letto con mio fratello siamo pari, quindi da oggi subirai il mio contro-sarcasmo, preparati!
    Elliot: J.D...
    J.D.: Anche la tua faccia!
    Elliot: Ma non ha nessun senso!
    J.D.: "Anche la tua faccia" ha sempre senso!
    Carla: È una stupidaggine!
    J.D.: Anche la tua faccia! Vai! Sono scatenato!
  • A volte basta una bella bionda per farti scavare a fondo dentro te stesso, e scoprire chi sei davvero. (J.D.)
  • Quando avevo cinque anni sorpresi i miei genitori a fare sesso in una posizione che mio padre definì in maniera scherzosa "il martello pneumatico"... Subisco abusi verbali dal mio mentore alla minima occasione, e provo l'impulso irrefrenabile di raccontare continuamente la mia vita. [...] Molly, io sono narcisistico, pessimistico, sono ossessivo e insicuro, e ho una tale paura dell'intimità che ogni mia relazione è un continuo autosabotaggio, che inevitabilmente sfocia in un vuoto di aspettative tradite e disperazione. (J.D.)
  • Inserviente: Ehi! È tuo questo sangue cerebrale sul muro?
    J.D.: Sono disperato, ho la possibilità di fare sesso con una donna bellissima, ma non ho i mezzi per raggiungerla.
    Inserviente: [volto da eroe indicando il camioncino] Cosa aspettiamo? Monta su!
  • Il modo più facile per perdere qualcosa è volerlo troppo. (J.D.)

Episodio 9, La mia difficile decisione[modifica]

  • [Barzelletta] Sai quella del chiodo che non giocava mai a scacchi? Perché lo battevano sempre. (J.D.)
  • Nina ti ha preso in giro, recordman dell'astinenza sessuale. Se posso saperlo quant'è passato esattamente dall'ultima volta che hai sgombrato il letto da tutti i tuoi peluche, hai lanciato le gambette in aria e hai ringraziato il tuo Dio di non aver indossato i mutandoni ascellari quella mattina? (Dott. Cox)
  • Tesoro, è divertente che tu pensi di essere anche solo un bip sul mio radar. (Dott. Cox)
  • Oh mio dio! Sto soffocando e vomitando al tempo stesso. Sto soffomitando! (Dott. Cox)
  • Mentre mi godevo il lunghissimo bacio di Nina con la giusta quantità di lingua, pensavo che le decisioni difficili possono dare risultati, come la sicurezza che acquisti quando trovi la tua strada e se hai deciso per ragioni sbagliate paghi le conseguenze. La cosa migliore è decidere in base ai propri principi. (J.D.)

Episodio 10, I miei guai con le donne[modifica]

  • Siamo tutti figli di Dio nell'oscurità. (Turk)
  • La vita è inutile, Ghandi, e voglio svelarti un piccolo segreto: l'unica cosa più insensata della vita stessa è essere un medico. Insomma a conti fatti ci vogliono 8 anni e 200.000 dollari per ottenere la laurea e poi cosa ti resta? Te lo dico io: un diploma appeso al muro e un bersaglio sulla schiena. Le persone sono cattive, molto cattive. Non farti ingannare: anche le simpatiche vecchiette non vedono l'ora di portarti in tribunale. (Dott. Cox)
  • Le donne forti se le provochi ti fanno capire come la pensano. (J.D.)
  • Le donne forti avranno sempre potere su di noi. Che si battano per ottenere rispetto o per il loro uomo o per il semplice gusto di farlo, ci fanno sentire tutti nello stesso modo. [J.D., Turk e il dottor Cox appaiono come bambini] (J.D.)

Episodio 11, Il mio unicorno[modifica]

  • [Parlando dell'immagine sulla copertina del suo diario] Non è un unicorno, è un cavallo con una spada in testa e protegge i miei sogni e le mie speranze. (J.D)
  • [Durante un silenzio imbarazzante dovuto a una gaffe di J.D.] Questo momento è così bello che ci farei sesso. (Dott. Cox)
  • Questo momento è talmente bello che vorrei mettere le corna a quello di prima, sposare questo e procreare tanti piccoli momentini! (Dott. Cox)

Episodio 12, Il mio momento migliore[modifica]

  • J.D.: Allora, sembra che lei abbia una forma severa di mononucleosi infettiva.
    Milligan: Non è la malattia del bacio? [in un sogno ad occhio aperti J.D. rivive un episodio del suo passato: tante coppie ad una festa si stanno baciando, mentre lui se ne sta da solo su un divano, quando ad un tratto una ragazza gli starnutisce in faccia]
    J.D.: Ci sono altri modi per prenderla...
  • Pivello, mai promettere ad un paziente che guarirà. (Dott. Cox)
  • Dio odia i medici, te lo garantisco. (Dott. Cox)

Episodio 13, Le mie diagnosi[modifica]

  • Dott. Cox: Non ti sembrava di essere già abbastanza indisponente senza aggiungerci una delirante mania di grandezza? Perché te lo giuro: tu sei già abbastanza indisponente! E anzi, sei il pretendente alla corona degli indisponenti pesi medi.
    J.D.: E lei è il geloso... numero uno per il titolo di gelosi... pesi gelosi.
    Dott. Cox: Ce l'ho fatta! CE L'HO FATTA: DORIAN È IL PIU' GRANDE INDISPONENTE MAI VISTO AL MONDO!
  • Molte cose ti fanno sentire di schifo: capire d'improvviso cosa ti riserva il futuro o capire che hai fatto la cosa più imbarazzante della tua vita... ma c'è qualcosa di ancora peggiore: è quando ti rendi conto di fare compassione ad un amico. (J.D.)
  • La tua colpevole angoscia è deliziosa. È come un mini-spuntino tra il pranzo e la cena. Mi trattengo a stento dal macinarti il pepe in testa. (Dott. Cox)

Episodio 14, Il mio portafortuna[modifica]

  • [Rivolto al dott. Cox che confessa di essersi appena fatto la vasectomia] Perry, sono fiero di darti il benvenuto in quello che chiamo il "club delle olive snocciolate". (Kelso)
  • Ragazzi, dormirete quando sarete morti. Uscite per strada, parlate con gli sconosciuti, bevete birra a colazione, accompagnate a casa la brutta della festa. Andatevene in Texas a ballare la quadriglia con una donna sposata. Non sapete che vi mette in grembo la vita quando aprite le braccia. (Billy)
  • Non bisognerebbe mai dare la vita per scontata. (J.D)
  • Permetti che ti dica una cosa: per anni sono stato addestrato a ignorare le emozioni che provavo a richiuderle nel profondo, e quindi liberarle bevendo a dismisura e urlando ai giocatori di football nel mio televisore. Io credevo di aver fatto tombola quando ho finalmente incontrato una donna che era svitata almeno quanto me. Però adesso voglio di più, lo dico davvero. Voglio che ci raccontiamo le cose, ma non tutto... assolutamente non intendo che ci dobbiamo dire tutto. Ad esempio, non voglio che mi informi quando picchi una donna al parco perché ha la borsetta dello stesso colore della tua. Le cose importanti, quelle che sono importanti per noi come famiglia. E io lo so... io lo so che alcuni uomini portano i fiori, altri uomini scrivono canzoni d'amore, ma davanti a te c'è un uomo con un doppio intervento genitale che vuole far parte di una coppia che comunichi in modo normale. (Dr. Cox)

Episodio 15, Il mio ippocratico dilemma[modifica]

  • [Barzelletta] Allora, arriva uno in uno studio di un dentista, e fa: «Credo di essere una falena». Il dentista dice: «Se crede di essere una falena, perché è entrato da un dentista?» e quello gli risponde: «C'era la luce accesa». (Turk)
  • Ascoltate! Per mia sventura stasera sono costretto a lavorare con voi teste di legno e quindi la partita dovrò registrarla. E visto che nella storia di questo scatolone infetto non ho mai finito un turno senza che qualcuno dicesse: «Oh mio Dio! Oh mio Dio! Hai visto che è successo a Ciccioni sfatti d'America? Una donna di trecento chili ha perso mezzo chilo e ha pianto mezz'ora», vi avverto se dite una parola sul punteggio della partita, sarà l'ultima che direte. (Dott. Cox)
  • E che fai quando vuoi dire disperatamente una cosa, ma sai che non puoi? (J.D.)
  • Perché le ragazze giuste hanno sempre fidanzati gonorroici, ma non puoi diglierlo perché sei il medico di lui? (J.D.)
  • Qualcuno ha detto che i cattivi vincono sempre. A volte il cattivo è un fidanzato bastardo. A volte il cattivo è l'uomo contro cui combatti fin da quando hai memoria. E a volte il cattivo è una malattia contro cui non avevi la minima chance. E tu puoi solo tornare al lavoro e sperare che prima o poi essere buoni paghi. (J.D.)

Episodio 16, La mia quarantena[modifica]

  • Tutte le cose orribili prima o poi finiscono. (J.D.)
  • Le bugie ti perseguitano. Anche le piccole bugie. (J.D.)

Episodio 17, La mia vita come una sitcom[modifica]

  • [Battendo Carla a braccio di ferro, fiero di sé] Hai visto che cosa succede, Carla? Hai visto che cosa succede quando ti metti contro il guerriero? (Turk)
  • Scusami, J.D., ho appena passato tre ore a esaminare 212 ipocondriaci, la metà dei quali non parlava inglese. Hai idea di quanto sia imbarazzante mimare la diarrea? (Elliot)
  • Jordan, il tuo unico talento è illegale in ventisei stati. (Dott. Cox)
  • Purtroppo le cose qui non finiscono sempre in bellezza come nelle sitcom. I rapporti non si aggiustano magicamente in mezz'ora, bisogna lavorarci, e le soluzioni non sono sempre facili... e qui le brave persone non guariscono sempre. In momenti come questi è bello sapere che c'è qualcosa che può tirarti su il morale. (J.D.)

Episodio 18, I miei compagni di stanza[modifica]

  • Ammettere un problema è come averlo risolto a metà, anche se è qualcosa che non ti aspetti. (J.D.)
  • [A J.D. che gli chiede ospitalità] Entra pure! Ho un letto matrimoniale enorme! Sarà un piacere avere un divisorio tra me e la mamma! (Ted)
  • A volte la cosa peggiore è ottenere proprio ciò che vuoi. (J.D.)
  • La cosa migliore che puoi fare per gli amici è esser sincero. (J.D.)
  • Se ci tieni a qualcuno, sei disposto a qualunque cosa per renderlo felice. (J.D.)

Episodio 19, La mia botte piena[modifica]

  • Dicono che anche il piano più perfetto possa andare storto. (J.D.)
  • [All'inserviente] Questa, sì, che è una cosa appagante e gustosa. Credo che non riuscirò a mangiare altro per stasera. In effetti non riuscirei a mandare giù un altro boccone della tua umiliazione. (Dott. Cox)
  • Se cerchi di avere la botte piena e la moglie ubriaca, rischi di non avere nessuna delle due, basta un piccolo errore. (J.D.)

Episodio 20, Il mio nostalgico capo[modifica]

  • Il mio primo paziente oggi era un piccoletto con la puzza sotto al naso che non si lasciava fare l'esame rettale se prima non gli chiedevo: «per favore». E non mi è mai piaciuto supplicare uno sconosciuto per potergli infilare una mano sù per il sedere... Neanche nel mio tempo libero! (Dott. Cox)
  • Lei vuole prendere la strada comoda dell'intervento chirurgico perché ha paura, perché se ci prova e fallisce può prendersela solo con se stessa, be', signorina mi permetta di esporle il mio punto di vista: la vita fa paura. Ci si abitui. Non esiste nessun rimedio miracoloso, dipende tutto da noi. Quindi metta i piedi a terra esca da qui e cominci a impegnarsi sul serio. [...] Nella vita le cose che contano non si ottengono mai con facilità. (Dott. Kelso)
  • Non si può tornare indietro nel tempo, ma bisogna provarci, perché, come disse un dottore incarcerato di recente, le cose che contano non si ottengono con facilità. (J.D.)

Episodio 21, Le mie labbra sono cucite[modifica]

  • [ A Turk che sta mettendo i punti a Jack] Vacci piano... perché quel pezzetto di pelle sulla fronte di mio figlio per me è più importante della tua intera esistenza... di rasoi per capelli, dammi il cinque, neo sul labbro, teste pelate e insulino-dipendenza... tutte cose che ti garantisco subiranno una fine repentina e innaturale! (Dott. Cox)
  • [Rivolgendosi a Elliot mentre parla di un paziente che ha preso il viagra] Oh! Che cos'è? È uno scemogramma ed è indirizzato a te, Barbie! Vediamo un po' che cosa dice... Sei intollerabilmente ingenua. STOP. Quasi l'80 per cento dei farmaci per erezione è assunto per fini ricreativi. STOP. |Fischia| Tutti gli uomini che hanno provato le pillole della felicità prendano la forchetta e la battano sul bicchiere, per favore! Grazie! (Dott. Cox)
  • Turk: Ehi, J.D., guarda che ho trovato nel cassonetto? [gli mostra un cappello]
    J.D.: È il cappello più ridicolo che abbia mai visto... [pensando] E lo devo avere.

Episodio 22, La mia grande mossa[modifica]

  • [Riferito ad una giovane paziente] Bene, fiorellino, l'uccellino mi ha detto che hai di nuovo gli attacchi perché non prendi più la medicina. Se questa storia continua, tu morirai. Non intendo "morire" del tipo "oddio, non sono stata invitata al ballo, voglio morire", intendo morire morire. È abbastanza chiaro? Perché altrimenti te lo posso scrivere con il mio Blackberry o Blueberry o Chuck Berry, anche se tecnicamente Chuck Berry è un black berry. Il punto è: piantala di far perdere tempo agli altri e cresci, capito, tesoruccio? (Dott. Cox)
  • Possibile che nessun uomo riesce mai a capire che ogni donna, che abbia 16 o 60 anni, ha dentro di sé una ragazzina insicura, una timida adolescente imbranata? (Elliot)

Episodio 23, La mia fede nell'umanità[modifica]

  • Ouh, sbagliato! La risposta giusta è EGO GI-GAN-TES-CO. Ho un ego gigantesco! (Dott. Cox)
  • Elliot: Lei non capisce la gravità della situazione! Sono pericolosamente ad un passo dal rinunciare per sempre agli uomini!
    Dott. Cox: A nome di tutti gli uomini, anche di quelli che vivono in capanne di fango, lascia che sia il primo a dire: grazie ed alleluia!
  • Congratulazioni, Barbie, una portentosa combinazione di diarrea verbale e silenzio attonito. (Dott. Cox)
  • Turk: La terapia di coppia mi uccide.
    Todd: Non so come fai: fare l'amore con la tua donna davanti ad un vecchio che ti filma?
    Turk: Non è questa la terapia di coppia!
    Todd: Allora cos'ho fatto?
    Turk: Porno amatoriale.
    Todd: Figo!
  • Un gesto disinteressato può influenzare molte persone: vedi un altro che non scappa da un problema e trovi il coraggio di fare lo stesso, vieni spinto a prendere la decisione giusta e ti accorgi che per una volta puoi anche comportarti umanamente. (J.D.)
  • È bello fare la cosa giusta. (J.D.)

Episodio 24, Il mio scooter a quattro ruote[modifica]

  • [Mentre è circondato da infermieri e dottori] Dott. Cox: Il signor Blake, lì, nel letto n.° 3, è venuto qui con quello che sembrava un semplice blocco cardiaco, ma qualcuno ha scoperto che era stato in campeggio e l'ha diagnosticata correttamente come malattia di Lyme complicata da miocardite. Sicuramente alcuni di voi penseranno che è una cosa stupida, ma vorrei che quel qualcuno si facesse avanti ed alzasse la mano così che tutti possano dare il giusto riconoscimento al suo lavoro. [Tutti si guardano.] Questo non è il momento di essere modesti... andiamo! [Il dott. Cox alza pian piano la mano.] Ohoh, mio Dio! Sono stato io! È così, sono un genio, sono un cervello enorme in un corpo piegato, sono il dottor Jesus Cox! Per voi!
  • Elliot: Cosa ti fa pensare che ci sia andata a letto?
    Dott. Kelso: Lo conosci da più di 10 minuti!
    Elliot: ...lei è un uomo malato ed irascibile!
  • Paziente: Perché ho una calcolosi?
    Dott. Cox: Perché ha ingoiato una calcolatrice e l'è rimasta sullo stomaco.
  • La sola ragione per cui chiunque fa qualcosa è per nutrire il proprio ego perché è questo ciò che siamo: egomaniaci. (Dott. Cox)
  • Per farla breve, in medicina il segreto è essere convinti che sei il medico più bravo e tosto che abbia mai messo piedi qui dentro. (Dott. Cox)
  • L'ego influenza ogni cosa. Senza una sana dose di ego non puoi trovare il coraggio di agire; naturalmente troppo ego può farti perdere qualcosa a cui tenevi, ma con la dose giusta nessuno ti può fermare. (J.D.)
  • Estrarrò quella colecisti talmente in fretta che la sua milza chiederà ai reni: che diavolo è successo a Jenny?! (Turk)

Episodio 25, I miei cambiamenti[modifica]

  • Hooch è pazzo! (J.D.)
  • J.D.: [pensando] Turk non si era reso conto di avermi ferito, perciò la cosa da fare era spiegargli i miei sentimenti. Scelsi una strada "indiretta"...
    [rivolto a Turk] È occupato, faccia di culo!
  • Hooch è pazzo! (Turk)
  • [Parlando di Jordan a Kelso] Tutti hanno una vita privata e una vita professionale. Di solito questi due inferni rimangono ben separati. Ad esempio, io non so un granché della tua vita personale se non che tratti tua moglie come un cane, il tuo cane come una moglie e tuo figlio come un buono a nulla androgino che ha prosciugato i tuoi risparmi per aprire un negozio di filati a Minneapolis. E scommetto che ci è riuscito perché la sua dolcissima metà Clarence non lo segue tutto il giorno su e giù per il negozio dicendogli quale colore va di moda questa stagione o dimostrando a tutti gli altri dipendenti che lui in realtà non è padrone della propria vita! Quella donna è ovun­que! È lì quando scendo giù dal letto, è lì quando salto in auto per venire qui, è lì quando entro da quella porta, sem­bra pro­prio che non rie­sca a semi­narla! E riu­scivo a sop­por­tarla fin­ché veniva qui solo 5 minuti al mese per farci uno spun­tino con la mia dignità. Ma ora, in tutta sin­ce­rità, Bob, mi ammaz­ze­rei se non fossi con­vinto che Jor­dan sarebbe già lì ad aspet­tarmi nell'aldilà! Sai, tipico di lei, ha già pre­no­tato un tan­dem per peda­lare eter­na­mente insieme sulle rive del fiume Stige. (Dott. Cox)
  • Quello che non cambia mai fa risaltare quello che cambia come quando qualcuno arriva qui per rimanere o una vecchia amica se ne va per davvero, a volte i cambiamenti più grandi arrivano da decisioni impulsive. Sì, i cambiamenti fanno paura, ma sono inevitabili, sta a te tirarne fuori il meglio. Voglio dire, le occasioni non piovono dal cielo. (J.D)

Altri progetti[modifica]