Scarpa: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
57 byte aggiunti ,  2 anni fa
nessun oggetto della modifica
(aggiungo nuove ed elimino senza fonte)
Nessun oggetto della modifica
*La differenza tra il vestiario da notte e quello da giorno stava, generalmente, nelle scarpe. ([[Che Guevara]])
*Ma Teresa non era più la stessa, [[Gesù]] le aveva cambiato il cuore! Reprimendo le lacrime, discesi rapidamente la scala, e comprimendo i battiti del cuore presi le scarpe, le posai dinanzi a Papà, e tirai fuori ''gioiosamente'' tutti gli oggetti, con l'aria beata di una regina. Papà rideva, era ridiventato gaio anche lui, e Celina credeva di ''sognare''! Fortunatamente era una dolce realtà, la piccola Teresa aveva ritrovato la forza d'animo che aveva perduta a quattro anni e mezzo, e da ora in poi l'avrebbe conservata per sempre! In quella ''notte di luce'' cominciò il terzo periodo della mia vita, più bello degli altri, più colmo di grazie del Cielo. ([[Teresa di Lisieux]])
*Mi spiegò che essere senza scarpe è una colpa molto grave. Quando c'è la [[guerra]], a due cose bisogna pensare prima di tutto: in primo luogo alle scarpe, in secondo alla roba da mangiare; e non viceversa, come ritiene il volgo: perché chi ha le scarpe può andare in giro a trovar da mangiare, mentre non vale l'inverso. ([[Primo Levi]])
*Non si può calzare la stessa scarpa su entrambi i piedi. ([[Publilio Siro]])
*''Porti le scarpe che mamma ti fece, | che non mutasti mai da quel dì, | che non costarono un picciolo: in vece | costa il vestito che ti cucì''. ([[Giovanni Pascoli]])
*Quando c'è la [[guerra]], a due cose bisogna pensare prima di tutto: in primo luogo alle scarpe, in secondo alla roba da mangiare; e non viceversa, come ritiene il volgo: perché chi ha le scarpe può andare in giro a trovar da mangiare, mentre non vale l'inverso. ([[Primo Levi]])
*''Scarpe da lavoro | e io | dentro di loro | con tutte le luci | spente''. ([[Charles Bukowski]])
*Vi sono creature, che, chiuse in un busto, in un paio di scarpe, in un paio di guanti, hanno la forma di una donna, come l'acqua ha la forma della bottiglia che la contiene. Ma levate busto, scarpe e guanti: le succederà come all'acqua se rompete la bottiglia. ([[Jean-Baptiste Alphonse Karr]])

Menu di navigazione