Differenze tra le versioni di "Nikita Sergeevič Chruščёv"

Jump to navigation Jump to search
*Nei suoi ultimi anni di vita [[Stalin]] era psicopatico, PSI-CO-PA-TI-CO, te lo dico io. Un pazzo sul trono. Riesci ad immaginarlo? [...] E pensi fosse facile? I nostri nervi erano tesi allo spasimo, e dovevamo bere vodka tutto il tempo. E dovevamo essere sempre sul chi vive.<ref>Citato in Taubman, ''Khrushchev''; citato in Andrea Graziosi, ''L'Unione Sovietica in 209 citazioni'', Ed. Il Mulino, Bologna, 2006, ISBN 88-15-11282-0</ref>
*{{NDR|Parlando di Stalin}} Non possiamo dare in pasto al pubblico questo problema, né, soprattutto, lasciarlo alla stampa. È per questo motivo che ne parliamo qui, a porte chiuse. Non possiamo superare certi limiti. Non dobbiamo fornire munizioni e nemico, non dobbiamo lavare i nostri panni sporchi sotto i suoi occhi.<ref>Citato in Ennio Di Nolfo, ''Storia delle relazioni internazionali. {{small|Dal 1918 ai giorni nostri}}'', Editori Laterza, Roma, 2008, p. 852. ISBN 978-88-420-8734-2</ref>
*Sapete benissimo che potremmo radere al suolo l'Inghilterra con sette bombe atomiche e la Turchia con dodici.<ref>[[Mohammad Reza Pahlavi]], ''Risposta alla storia'', traduzione di Maria Gallone, Adriana Crespi Bortolini e Ada Traversi, Editoriale Nuova, p. 185, 1979.</ref>
 
{{Int|Da ''Sul culto della personalità e le sue conseguenze''|25 febbraio 1956, da ''Il rapporto segreto di Kruscev'', riportato in ''Kruscev ricorda'', a cura di Strobe Talbott, traduzione a cura di P. Marcogliano, M. Orsi e L. Vezzoli, Sugar editore, 1970}}
21 354

contributi

Menu di navigazione