Insulti dai libri: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
(+2)
*Ehi, chiudi quella bocca, per la stirpe di tuo padre! Ci sta dentro un piede del demonio dell'inferno! C'infetti tutti quanti con quel tuo dannato fiato! Puh, fetente porco! Puh, ti venga un accidente! ([[Geoffrey Chaucer]])
*Ma guardate lí quel mucchio di cenci che pare un fantoccio da ragazzi, più desolato d'una pasticceria in quaresima, con più buchi d’un flauto, più pezzato di una chinea, più variegato d'un diaspro, più punteggiato di un libro di musica! ([[Francisco de Quevedo]])
*''Non è il ribaldo questo, | che si fa laude con l'altrui buone opre? | e la virtù di chi non è ben desto, | con la sua infamia e col suo obbrobrio copre?'' ([[Ludovico Ariosto]])
*''O temerario, che tramuti in frode | variopinta ogni argomento onesto.'' ([[Sofocle]])
*Quello? È di un'ignoranza enciclopedica! ([[Stanisław Jerzy Lec]])

Menu di navigazione