Differenze tra le versioni di "Francesco Guccini"

Jump to navigation Jump to search
amplio e sistemo "stagioni"
(finisco album)
(amplio e sistemo "stagioni")
'''Etichetta''': EMI, 2000.
 
*''Nell'anno '99 di nostra vita | io, Francesco Guccini, eterno studente | perché la materia di studio sarebbe infinita | e soprattutto perché so di non sapere niente, | io, chierico vagante, bandito di strada, | io, non artista, solo piccolo baccelliere | perché, per colpa d'altri, vada come vada, | a volte mi vergogno di fare il mio mestiere, | io dico addio...'' (da ''Addio (intro)'', n. 1)
*''E un giorno cammini per strada e ad un tratto comprendi che non sei la stessa che andava al mattino alla scuola, che il mondo là fuori t'aspetta e tu quasi ti arrendi capendo che a battito a battito è l'età che s'invola.'' (da ''E un giorno...'')
*''Ci prese come un pugno, ci gelò di sconforto, | sapere a brutto grugno che Guevara era morto: | in quel giorno d'ottobre, in terra boliviana | era tradito e perso [[Che Guevara|Ernesto "Che" Guevara]]...'' (da ''Stagioni'', n. 2)
*''Tu sarai il mio scudiero, la mia ombra confortante, e con questo cuore puro, col mio scudo e Ronzinante, colpirò con la mia lancia l'ingiustizia giorno e notte, com'è vero nella Mancha che mi chiamo Don Chisciotte!!!'' (da ''Don Chisciotte'')
*''"Che" Guevara era morto, ma ognuno lo credeva | che con noi il suo pensiero nel mondo rimaneva...'' (da ''Stagioni'', n. 2)
*''Salta in piedi, Sancho, è tardi, non vorrai dormire ancora, solo i cinici e i codardi non si svegliano all'aurora: per i primi è indifferenza e disprezzo dei valori e per gli altri è riluttanza nei confronti dei doveri!'' (da ''Don Chisciotte'')
*''Passarono stagioni, ma continuammo ancora | a mangiare illusioni e verità a ogni ora''. (da ''Stagioni'', n. 2)
*''Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro perché il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro ? Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità, farmi umile e accettare che sia questa la realtà? Il [[potere]] è l'immondizia della storia degli umani e, anche se siamo soltanto due romantici rottami, sputeremo il cuore in faccia all'ingiustizia giorno e notte: siamo i "Grandi della Mancha", Sancho Panza... e Don Chisciotte!'' (da ''Don Chisciotte'')
*''Il terzo mondo piange, ognuno adesso sa | che "Che" Guevara è morto, forse non tornerà, | ma voi reazionari tremate, non sono finite le rivoluzioni | e voi, a decine, che usate parole diverse, le stesse prigioni. || Da qualche parte un giorno, dove non si saprà, | dove non l'aspettate, il "Che" ritornerà''. (da ''Stagioni'', n. 2)
*''E al [[mondo]] sono andato, | dal mondo son tornato sempre vivo...'' (da ''Ho ancora la forza'', con [[Luciano Ligabue]])
*''L'[[autunno]] ti fa sonnolento, | la luce del giorno è un momento | che irrompe e veloce è svanita: | metafora lucida di quello che è la nostra vita... || L'autunno che sfuma i contorni | consuma in un giorno più giorni, | ti sembra sia un gioco indolente, | ma rapido brucia giornate che appaiono lente...'' (da ''Autunno'', n. 3)
*''E ho ancora la forza di scegliere parole | per gioco, per il gusto di potermi sfogare | perché, che piaccia o no, è capitato | che sia quello che so fare...'' (da ''Ho ancora la forza'')
*''Le storie credute importanti | si sbriciolano in pochi istanti: | figure e impressioni passate si fanno lontane | e lontana così è la tua estate...'' (da ''Autunno'', n. 3)
*''Ho ancora la forza di non tirarmi indietro | di scegliermi la vita masticando ogni metro''. (da ''Ho ancora la forza'')
*''E un giorno cammini per strada e ad un tratto comprendi | che non sei la stessa che andava al mattino alla scuola, | che il mondo là fuori t'aspetta e tu quasi ti arrendi | capendo che a battito a battito è l'età che s'invola.'' (da ''E un giorno...'', n. 4)
*''Le storie credute importanti si sbriciolano in pochi istanti: figure e impressioni passate si fanno lontane e lontana così è la tua estate...'' (da ''Autunno'')
*''Sentirai che tuo padre ti è uguale, lo vedrai un po' folle, un po' saggio | nello spendere sempre ugualmente [[coraggio e paura|paura e coraggio]], | la paura e il coraggio di vivere come un peso che ognuno ha portato, | la paura e il coraggio di dire: "io ho sempre tentato, | io ho sempre tentato..."'' (da ''E un giorno...'', n. 4)
*''Nell'anno '99 di nostra vita io, Francesco Guccini, eterno studente perché la materia di studio sarebbe infinita e soprattutto perché so di non sapere niente..'' (da ''Addio'')
*''E al [[mondo]] sono andato, | dal mondo son tornato sempre vivo...'' (da ''Ho ancora la forza'',<ref conname=liga>Testo di [[Luciano Ligabue]] e Francesco Guccini.</ref>, n. 5)
*''Io dico addio a tutte le vostre cazzate infinite, riflettori e paillettes delle televisioni, alle urla scomposte di politicanti professionisti, a quelle vostre glorie vuote da coglioni''. (da ''Addio'')
*''Ho ancora la forza di non tirarmi indietro | di scegliermi la vita masticando ogni metro''. (da ''Ho ancora la forza''<ref name=liga/>, n. 5)
*''Ci prese come un pugno, ci gelò di sconforto, sapere a brutto grugno che Guevara era morto: in quel giorno d'ottobre, in terra boliviana era tradito e perso Ernesto "Che" Guevara...'' (da ''Stagioni'')
*''E ho ancora la forza di scegliere parole | per gioco, per il gusto di potermi sfogare | perché, che piaccia o no, è capitato | che sia quello che so fare...'' (da ''Ho ancora la forza''<ref name=liga/>, n. 5)
*''Passarono stagioni ma continuammo ancora a mangiare illusioni e verità a ogni ora''. (da ''Stagioni'')
*''Bisogna divertirsi, è [[domenica]] sera, | c'è da dimenticare la noia pesa e nera, | c'è da dimenticare la favola che fu...'' (da ''Inverno '60'', n. 6)
*''Il terzo mondo piange, ognuno adesso sa che "Che" Guevara è morto, forse non tornerà, ma voi reazionari tremate, non sono finite le rivoluzioni e voi, a decine, che usate parole diverse, le stesse prigioni. Da qualche parte un giorno, dove non si saprà, dove non l'aspettate, il "Che" ritornerà''. (da ''Stagioni'')
*''C'è da ricominciare un'altra settimana | strascinando nei giorni l'attesa quotidiana, | scordando e stemperando la tua precarietà... || La notte sale adagio, la strada è di un randagio | che annusa i suoi fantasmi e abbaia alla città...'' (da ''Inverno '60'', n. 6)
*''Tu sarai il mio scudiero, la mia ombra confortante, | e con questo cuore puro, col mio scudo e Ronzinante, | colpirò con la mia lancia l'ingiustizia giorno e notte, | com'è vero nella Mancha che mi chiamo Don Chisciotte!!!...'' (Don Chisciotte: da ''Don Chisciotte''<ref name=beppe/>, n. 7)
*''È la più triste figura che sia apparsa sulla Terra, | cavalier senza paura di una solitaria guerra | cominciata per amore di una donna conosciuta | dentro a una locanda a ore dove fa la prostituta, | ma credendo di aver visto una vera principessa, | lui ha voluto ad ogni costo farle quella sua promessa.'' (Sancho Panza: da ''Don Chisciotte''<ref name=beppe/>, n. 7)
*''Salta in piedi, Sancho, è tardi, non vorrai dormire ancora, | solo i cinici e i codardi non si svegliano all'aurora: | per i primi è indifferenza e disprezzo dei valori | e per gli altri è riluttanza nei confronti dei doveri!'' (Don Chisciotte: da ''Don Chisciotte''<ref name=beppe/>, n. 7)
*''Mio Signore, io purtroppo sono un povero ignorante | e del suo discorso astratto ci ho capito poco o niente, | ma anche ammesso che il coraggio mi cancelli la pigrizia, | riusciremo noi da soli a riportare la giustizia? | In un mondo dove il male è di casa e ha vinto sempre, | dove regna il "capitale", oggi più spietatamente, | riuscirà con questo brocco e questo inutile scudiero | al "potere" dare scacco e salvare il mondo intero?'' (Sancho Panza: da ''Don Chisciotte''<ref name=beppe/>, n. 7)
*''Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro | perché il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro ? | Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità, | farmi umile e accettare che sia questa la realtà? Il [[potere]] è l'immondizia della storia degli umani e, anche se siamo soltanto due romantici rottami, sputeremo il cuore in faccia all'ingiustizia giorno e notte: siamo i "Grandi della Mancha", Sancho Panza... e (Don Chisciotte!'': (da ''Don Chisciotte''<ref name=beppe/>, n. 7)
*''Il "[[potere]]" è l'immondizia della storia degli umani | e, anche se siamo soltanto due romantici rottami, | sputeremo il cuore in faccia all'ingiustizia giorno e notte: | siamo i "Grandi della Mancha", | Sancho Panza... e Don Chisciotte!'' (Don Chisciotte e Sancho Panza: da ''Don Chisciotte''<ref name=beppe/>, n. 7)
*''E credevate che | sarebbe stato eterno quell'amore, | quel fiore non avrebbe mai visto l'inverno, | quel giorno non sarebbe mai mutato in sera, | per voi sarebbe stata sempre, sempre primavera...'' (da ''Primavera '59'', n. 8)
*''Ma i [[giovinezza|giovani]] s'illudono d'essere immortali | e che ogni storia duri per l'eternità; | non sanno quanti fili, trame occasionali, | si tessono o svaniscono in casualità...'' (da ''Primavera '59'', n. 8)
*''Io dico addio a tutte le vostre cazzate infinite, | riflettori e paillettes delle televisioni, | alle urla scomposte di politicanti professionisti, | a quelle vostre glorie vuote da coglioni...''. (da ''Addio'', n. 9)
*''Io, figlio d'una casalinga e di un impiegato, | cresciuto fra i saggi ignoranti di montagna | che sapevano [[Dante Alighieri|Dante]] a memoria e improvvisavano di poesia, | io, tirato su a castagne ed ad erba spagna, | io, sempre un momento fa campagnolo inurbato, | due soldi d'elementari ed uno d'università, | ma sempre il pensiero a quel paese mai scordato | dove ritrovo anche oggi quattro soldi di civiltà...'' (da ''Addio'', n. 9)
*''Nell'anno '99 di nostra vita | io, giullare da niente, ma indignato, | anch'io qui canto con parola sfinita, | con un ruggito che diventa belato, | ma a te dedico queste parole da poco | che sottendono solo un vizio antico | sperando però che tu non le prenda come un gioco, | tu, ipocrita uditore, mio simile... | mio amico...'' (da ''Addio'', n. 9)
 
===''Ritratti''===
{{Pedia|Parnassius Guccinii (album)|''Parnassius Guccinii''|(1993)}}
{{Pedia|D'amore di morte e di altre sciocchezze||(1996)}}
{{Pedia|Stagioni (album)|''Stagioni''|(2000)}}
{{Pedia|Ritratti (Francesco Guccini)|''Ritratti''|(2004)}}
 

Menu di navigazione