Differenze tra le versioni di "Rita Levi-Montalcini"

Jump to navigation Jump to search
non significativa
(non significativa)
*Non sapeva nulla di me, per lui {{NDR|[[Giuseppe Moruzzi]]}} ero una perfetta sconosciuta, cacciata per questioni razziali e costretta a rifugiarmi in Belgio. Quel giorno di settembre i giornali annunciarono l’invasione di Danzica, fu l’inizio della guerra. Passammo tutto il giorno insieme, eravamo entrambi disperati per la piega che l’Europa stava prendendo.<ref>Citato in Antonio Gnoli, ''"Neuroscienze? Un’eccellenza italiana"'', ''la Repubblica,'' 25 agosto 2019, pp. 36-37.</ref>
*Purtroppo, buona parte del nostro comportamento è ancora guidata dal cervello arcaico. Tutte le grandi tragedie – la Shoah, le guerre, il nazismo, il razzismo – sono dovute alla prevalenza della componente emotiva su quella cognitiva. E il cervello arcaico è così abile da indurci a pensare che tutto questo sia controllato dal nostro pensiero, quando non è così.<ref name=vanityfair/><ref>Da Paolo Giordano, ''[http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/02/19/rita-levi-montalcini-due-cervelli.html Rita Levi Montalcini e i due cervelli]'', ''la Repubblica'', 19 febbraio 2009.</ref>
*{{NDR|Sulla coda che [[Roberto Capucci|Capucci]] disegnò per l'abito del Nobel}} Se Lei me l'ha fatta, io la porterò.<ref> Dall'intervista di Raffaella Sgubin, ''[https://ricerca.gelocal.it/ilpiccolo/archivio/ilpiccolo/2013/01/15/PR_36_01.html Intervista» Roberto Capucci]'', ''ilpiccolo'', 15 gennaio 2013.</ref>
*Sono stata, in tutto, una donna fortunata. Non ho rimpianti.<ref name=focus/><ref name=vanityfair/>
*Tutti dicono che il cervello sia l'organo più complesso del corpo umano, da medico potrei anche acconsentire. Ma come donna vi assicuro che non vi è niente di più complesso del cuore. Ancora oggi non si conoscono i suoi meccanismi.<ref name=focus/><ref name=vanityfair/>

Menu di navigazione